Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

L' Inconscio in Soffitta

Pubblicato il 31/12/2020

Sulla difficoltà esistenziale di sgomberare soffitta, solaio, cantina, e i vantaggi che ne deriverebbero.

19 Visualizzazioni
8 Voti

Una saggia regola della psicologia, neanche troppo esoterica, neanche troppo analitica, dice che per pulire il proprio inconscio basterebbe sgomberare il proprio solaio, soffitta, cantina. Basterebbe. Come se fosse facile. Ci provo, ogni tanto. Ma poi, come fai a sbarazzarti della tua prima macchina da scrivere? Della tua prima videocamera? E delle vecchie foto di famiglia? L’argenteria, che per giunta si sa che porta sfiga, e quindi bisogna vendere? Beh, di quella non è che sarebbe tanto difficile sbarazzarsi, ma, come al solito, tra il dire e il fare c’è di mezzo il tempo. Bisogna avere il tempo di capire dov’è che si vende, dov’è che si prenderebbe di più… e nel frattempo l’argenteria continua a portare sfiga. E le vecchie lettere di zii e prozii, nonni e bisnonni? Le vecchie agende di mio padre? Potrei farci un foto-libro di genealogia familiare, una nuova terapia con gli antenati. Quindi certo non le posso buttare. E le vecchie cassette vhs, la cui visione di trasmissioni puntate e documentari registrati ho posticipato per anni, finché non sono arrivati i dvd? E poi lo streaming, netflix, amazon la tv on demand? Con tutta l’offerta che c’è su netflix, amazon prime, persino youtube e tutto l’internet e le tv digitali del mondo, almeno le due scatole di vecche vhs potrò pure buttarli, no? Eh, ma anche quelle possono avere un valore affettivo. Per esempio, quella vecchia edizione di blog dove furono montati il meglio di 100 anni di cinema. Ne ho rimandato la visione a quando avrei visto qualche altro migliaio di film. Allora sì, che sarei riuscito a riconoscerli a colpo sicuro, quei film. Se non tutti, la maggior parte. E poi ci sono degli apparecchi per converrtire i vhs in dvd. Apparecchi che a loro volta avrebbero piena dignità a restare dimenticati in un solaio, per la loro natura intrinseca, di rimettere in moto qualcosa che è ormai putrefatto.

E il vecchio, semplice monopattino non elettrico? Non mi può servire in previsione di qualche guerra nucleare, qualche raggio della morte israeliano che annulli tutta l’elettricità e la locomozione a petrolio? Idem per i vecchi pattini da ghiaccio. Certo, quando a Natale vado alle piste di pattinaggio, o meglio, quando si poteva andare, mica me li portavo. Li noleggiavo sul posto. Chi lo sa che un domani non mi trasferisca nelle immediate prospicenze di un lago ghiacciato in inverno, e che quei pattini da ghiaccio non diventino il mio principale mezzo di locomozione? Magari a 60 anni? E la vecchia chitarra? Il vecchio bongo? Regalarli è un peccato, mettendo annunci qua e là magari qualche soldo lo si può recuperare. Nel frattempo continuino pure a succhiare energie.

Per non parlare dei libri. Quelli sono veramente l’osso più duro. Perché un libro, di per sé, non è pesante né ingombrante come un monopattino o un tamburo o una chitarra o una macchina da scrivere.

Ma proprio questa loro leggerezza rende ancora più difficile sbarazzarsene. Che dico difficile. Impossibile. Un libro, per sua natura, contiene un sacco di informazioni, e talvolta può dare molte emozioni. Sia che tu lo abbia già letto, e in tal caso come fai a buttare quelle emozioni e/o informazioni? Magari rileggendolo le potresti rivivere. Sia che tu lo debba ancora leggere, e in tal caso, come fai a privarti di qualcosa della cui portata non ti rendi neppure conto? Sia pure nel caso intermedio, un libro interrotto, perché sbarazzartene vuol dire accettare che non lo finirai mai più, di lasciare per sempre qualcosa di incompleto.

Ed è motlo più facile lasciare incompleta, inutilizzata e trascurata la propria intera vita che 100 o 200 o 300 grammi di carta contenenti un mondo di… un mondo di… non è necessario precisare di cosa, perché questo dipende dal libro, dai libri. Taluni ne comprendono, ne dischiudono tanti, di mondi. Indipendentemente che siano romanzi o racconti, saggi o diari. E se è già così difficile buttare un solo libro, come si fa a liberarsi di 10, 100, 500 libri? Cosa vuoi che siano 2, 3, 5 scatoloni di libri, rispetto a tanti universi inventati o scoperti da filosofi, mistici, guru, artisti, psicologi, scienziati, drammaturghi, romanzieri? Magari non tutti grandi e brillanti, d’accordo, ma che hanno superato il tempo così tanto da arrivare nella mia soffitta, e da non permetterrmi il coraggio di buttarli via?

Potessi ambire almeno a un successo tale nella mia vita, da scrivere qualcosa che resti pesantemente, rigorosamente e insolentemente inamovibile nella soffitta di qualcuno, di un idiota qualunque che non abbia il coraggio di pulire il proprio inconscio!

Logo
4564 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (8 voti)
Esordiente
7
Scrittore
1
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 20201021 160429.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cinzia m. ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large 1011901 511860375572760 560112964 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luigi Celardo ha votato il racconto

Esordiente

Bel flusso!Segnala il commento

Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

Ottimo. Da rileggere. Buon Anno e Auguri di cuoreSegnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 20160814 202718.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Bruno

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work