Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

L'incredibile e strana storia di Gustavo e della sua caratteristica anonima

Pubblicato il 09/11/2019

99 Visualizzazioni
29 Voti

Aprì gli occhi nel suo solito letto anonimo, e inforcando gli occhiali poté osservare la sua anonima stanza, i suoi anonimi calzini e i suoi anonimi pantaloni sbudellati sul pavimento.

Sbadigliando, li scavalcò.

Stiracchiandosi s’infilò poi nel bagno notevolmente sporco, e guardandosi allo specchio ossidato non vide il suo volto, bensì soltanto i suoi occhiali sospesi in aria.

Gustavo era invisibile.

La cosa non lo turbò affatto.

Non era una novità.

In giro non vi erano cartelloni o riviste con sopra la sua faccia, e nessuno per strada l’avrebbe mai indicato con affanno urlando “Guardate! Quello è davvero Gustavo!” perché già era difficile immaginare che quel volto anonimo appartenesse davvero a qualcuno.

A fare della sua faccia il suo volto, comunque, erano proprio quegli occhiali spessi dalla montatura rettangolare e nera.

Senza di loro, nemmeno Gustavo avrebbe potuto riconoscersi.

La cosa non lo turbava affatto.

Non era l’unico.

Per le strade, negli uffici, nei negozi e nelle chiese si poteva vedere un folle via vai di scarpe, pantaloni, giacche, occhiali e cappelli indossati da persone esattamente invisibili come lui.

Per ogni vestito c’era un’età, un pensiero e un atteggiamento che distingueva un invisibile dall’altro.

Gustavo aveva cambiato pensieri tutte le volte che cambiò scarpe, dunque molte, e cambiò tanti atteggiamenti quanto il numero di pantaloni indossati nei suoi quarant’anni, dunque parecchi.

Eppure non era mai riuscito a trovare un vestito che cambiasse le sue emozioni.

Quello strano mondo d’invisibili in cerca di visibilità lo inquietava, non riusciva a prenderne parte, a fingere che gli interessasse davvero, infatti tra gli invisibili, Gustavo era certamente il più invisibile.

In fondo lui aberrava i cartelloni o le riviste occupate dalle Star, veri e propri Dei scesi in terra, il cui semplice culto consisteva nell’essere adorati e seguiti incondizionatamente nel vestirsi, nel conciarsi e nell’esprimersi.

Insomma Gustavo, l’avrete ormai ben capito, era una strana specie di vero anarchico.

Il suo dio era il mal di vivere.

Si vestiva più anonimo possibile, si conciava grazie a un paio di occhiali e si esprimeva nel modo più silenzioso mai udito.

Quella mattina, prima di addobbarsi con la divisa da lavoro, si guardò ancora allo specchio.

Osservò con attenzione i suoi occhi invisibili, poi il suo corpo invisibile e le sue mani invisibili che stringevano la camicia bianca tutta stropicciata.

Per la prima volta capì d’essere davvero, ma davvero, invisibile.

Capì che dalla vita non desiderava altro.

Abbandonando camicia e occhiali sul suo anonimo pavimento, Gustavo uscì di casa completamente biotto.

E nudo cominciò a correre per le strade, nudo rubò una bottiglia di vino pregiato e, sempre nudo, si ubriacò sul manto d’erba di un parco senza provar vergogna o paura, perché egli, senza vestiti, era davvero il più invisibile degli invisibili, il più felice degli infelici.

Ebbro d’alcol e pensieri si addormentò sul prato del parco.

Si svegliò circondato da una ventina d’invisibili, i quali vestiti in svariati modi bisbigliavano fra loro chissà quali pensieri.

Sebbene fosse senza occhiali, Gustavo vide davanti a lui due mani pallide e ossute, un busto pallido e spigoloso, due gambe pallide e gracili.

C’impiegò un po’ a capirlo.

Era il suo corpo.

C’impiegò poco a urlare, e ancor meno a fuggire via.

Coprendosi i gioiellini egli correva nel panico in cerca di una foglia o foglio di giornale, ma ovunque andasse v’erano invisibili che lo indicavano con affanno urlando “Guardate! Quello è davvero l’uomo nudo!”

C’impiegò un po’ a capirlo.

Era finito sui cartelloni e sulle riviste di tutto il mondo.

I primi a rapirlo furono gli Agenti delle Star.

Gustavo avrebbe voluto vestirsi di nuovo, ma gli Agenti gli imposero di starsene nudo, poiché quello era il suo abito migliore, che lo differenziava da tutte le altre Star.

Poi accadde la solita storia.

La nudità divenne la nuova moda.

Come una pandemia, l’immagine di Gustavo contagiò fulminea gl’invisibili, che seguendone l’esempio si tolsero i vestiti per le strade, negli uffici, nei negozi, nelle chiese e oltre, diventando così visibili, di carne e ossa, veri com’era vera la natura.

Ovviamente alcuni invisibili si rifiutarono di denudarsi, cercando di condannare quel nuovo costume di scelleratezza oltraggiosa che, col tempo, colpì anche loro.

Fu così che Gualtiero aprì gli occhi nel suo nuovo letto d’oro, e inforcando occhiali d’oro osservò la sua stanza sfarzosa, i suoi sfarzosi calzini e i suoi sfarzosi pantaloni piegati su una gruccia a prendere polvere.

Sbadigliando, scavalcò un paio di bottiglie vuote di Dom Perignon.

Stiracchiandosi, s’affacciò sull’ampia vetrata del suo attico al quarantaduesimo piano, aspettandosi di vedere per le strade i nudisti felici danzare e cantare.

Invece vide che le strade erano vuote.

Non v’era una persona, non uno schiamazzo.

Infilandosi nel suo bagno notevolmente d’oro si guardò allo specchio.

Non vide il suo volto, bensì soltanto i suoi occhiali sospesi in aria.

Gustavo, nudo come tutti gli altri, era tornato invisibile. 

Logo
5062 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (29 voti)
Esordiente
21
Scrittore
8
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Bruno Leri ha votato il racconto

Esordiente
Large 675e5471 05e0 4107 8ba7 e542a5b70562.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MMarianella ha votato il racconto

Scrittore

Avevo valutato, ma non si è avviato l’invio. È scritto molto bene. Ho preferito la prima parte alla chiusa, per semplice gusto personale. Segnala il commento

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

geniale, e ben scritto. Una metafora nemmeno tanto meta...quasi intera. C'è quel Gualtiero alla fine che stona...Segnala il commento

Photo

Mela Golden ha votato il racconto

Esordiente
Large 20150729 164149.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Archibux ha votato il racconto

Esordiente
Large forrestgump.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore
Large hoppipolla andriani 5 buoni motivi per amare margot tenenbaum seo 1200x630.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

irisclan ha votato il racconto

Esordiente

C'è un piccolo errore, verso la fine Gustavo cambia il nome in Gualtiero - niente di grave, il racconto resta bellissimoSegnala il commento

Large 57422000 1113174488867030 3168300136199618560 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia Jurlina ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1431.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Scrittore
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Un esercizio di stile improbabile e pencolante, nel senzo che penzola, ma con la "c". Ma forse non c'arrivo io. Scusatemi.Segnala il commento

Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s96 c?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Il re è nudo! Piaciuto.Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large default

hwod whale ha votato il racconto

Esordiente

io questo Phi lo conosco! bello bello! Segnala il commento

Large default

Simonluke ha votato il racconto

Esordiente

che bello avere un amico scrittore ;DSegnala il commento

Large img 20200719 104218.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Linea O Linda ha votato il racconto

Scrittore

Piaciuto moltissimo il soggetto. Qualche piccola cosa da perfezionare nella forma...Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Simpatica parodia sulle mode. Conta ciò che appare, non ciò che é Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 8star.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zeta Reader ha votato il racconto

Scrittore

Pazzesco! Dà l'impressione di un patchwork di storie conosciute ma lo trovo pazzesco lo stesso :)Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore

Stavo gustando. Gustavo. Gustoso (più biott che balabiott ?).Segnala il commento

Large 20210427 021713.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

non capisco chi non lo capisceSegnala il commento

Large large gabbiano.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Vinantal ha votato il racconto

Scrittore

Valutata la parte fino a "Ebbro...parco", completa e unitaria, tolto "completamente biotto", bruttino e inutile". Poi il registro cambia...Segnala il commento

Large dscn0571.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Otorongo ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Si capisce che vorresti lanciare un messaggio ma non si capisce bene quale .Segnala il commento

Large foto del 15 09 21 alle 09.22  3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

Intrigante tema la perdità di "personalità", avrei sperato in una evoluzione che sottintendesse qualche motivazione, meno in superficieSegnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large 6e508332 9f32 4969 8a51 ea7be91f3fba.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor

L'inizio fa pensare a Quasimodo. Intelligente e attuale come sempre: )Segnala il commento

Large bd177824 d2fb 4a2e a04a 932874cb0846.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Philostrato

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work