Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

L'INCREDIBILE LEGGEREZZA DEL DOLORE MATTUTINO

Pubblicato il 22/01/2021

Con finale agrodolce, come succede spesso, in questi casi. A seguire una breve disamina di sensazioni scritta tempo fa, ma correlata alla leggerezza, e al (lieve) dolore di cui poco prima. Nonché al potere illuminante e taumaturgico della lettura/scrittura.

66 Visualizzazioni
24 Voti



Capita che ti svegli con un'aura, intorno.

Con i bioritmi che corrispondono all'immanenza primordiale del momento, le sinapsi che procedono a una velocità di poco inferiore a 299792458 m/s*, i pensieri che si propagano attingendo a tutti i loro cloud senza soluzione di continuità, le membra che si muovono con inconsueta elasticità, considerando l'orario - il membro giace tranquillo fra i suoi compari, e si stiracchia appena, godendosi il relax epidermico -  la mano destra inzuppa il frollino in modo che questi si imbeva ben bene, ma senza precipitare quando lo porti alla bocca - facendo poi esondare il liquido dalla tazza con un improvviso tsunami arabico - le papille gustative assaporano il caffè e ne traggono il massimo piacere possibile, i recettori olfattivi nasali elaborano i volatili con perizia consumata, gli occhi si guardano intorno, tracciando percorsi visivi adeguati alla situazione, i padiglioni auricolari accolgono la prima barzelletta della giornata, direttamente da radio Rai 2, condividendone il retrogusto antropofago:

"Sapete cosa festeggia un cannibale? Festeggia... l'omomastico!!"


Tra pochi minuti sono le sei di mattina, e va tutto abbastanza bene. 

Però lei non c'è, e devo darmi da fare per mantenere la situazione sotto controllo. 

Ma ce la posso fare:  

facendo altre cose, pensando altri pensieri, toccando altre membra, assaporando altri sapori, annusando altri odori, ascoltando altre storie, guardando altri contorni. 

Scrivendo queste parole. 


*è la velocità di propagazione della luce. 

                                             

                                                                        .........



MA ANCHE NON...


Breve disamina di sensazioni e fattualità, comuni alla maggior parte della razza umana/animale.



Apprezzo la polemica non fine a sé stessa. E a chi non l'apprezza, direte voi. Ma provate a pensarci: quante volte ci capita, di impuntarci con qualcosa, per il puro bisogno di non mollare la posizione, per non cedere terreno, per sentirci quelli che l'hanno spuntata, alla fine.

Si tratta anche di istinto di sopravvivenza, di un modo per affermarci, per dimostrare a noi stessi che siamo capaci di stare al mondo, rivendicando il nostro spazio esistenziale. "Prima faccio polemica, cerco di convincere l'interlocutore, o chi per esso, e poi ne parliamo." A me succede, anche se credo di accorgermene, non so a voi.

Siamo quasi tutti avvocati di noi stessi, e, nel caso migliore, finiamo per patteggiare il nostro diritto di vivere.

I messaggi che ci arrivano dai media, vanno quasi tutti in quella direzione. Radio, televisione, "social" e vissuto sociale, ci martellano con "bisogni e necessità", e ci "formattano" in un atteggiamento che ci tiriamo dietro anche nei rapporti interpersonali. Le nostre relazioni diventano un campo di battaglia personale, privato, nel quale mettere in atto le nostre tattiche e tutte e le capacità "acquisite" nel mondo esterno, e viceversa. Le nostre case diventano degli amplificatori, delle casse di risonanza di quello che abbiamo vissuto "fuori" dalle nostre quattro mura, stigmatizzando successi, fallimenti, e tutte le gradazioni che possiamo immaginare.

L'unico modo per "arginare" questa tendenza, è costruirsi un "sapere" e un "sentire"  "trasversali", che attraversino tutte le istanze nelle quali siamo immersi, senza rimanerne troppo invischiati. Interpretare il reale con la nostra realtà personale, senza perdere il contatto con la "relazione" vera e propria, con noi stessi, e con gli altri.

Non siamo tutti così, per fortuna, ma credo di essere in buona compagnia. Posso dire che la lettura/aiuta, in tutto questo, permettendoci di spostare il nostro punto di vista, di essere meno rigidi e più capaci di farci coinvolgere, e coinvolgere, per non annegare nel nostro mare solitario.

Ed ecco che arriva il Covid, a sparigliare le carte, o a farci approfondire dinamiche che non possiamo lasciare, aggrappandoci al nostro modo di vivere. E la storia continua.

Ma anche non...



Logo
3979 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (24 voti)
Esordiente
20
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s50?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Sì. Leggere è un continuo dialogo in cui non si crea la dinamica dell'avvocato, ma si può ascoltare davvero un'opinione diversa e aprirsi una strada. Mi piace il tuo scrivere morbido e sensoriale. Segnala il commento

Aoh14gjxwn8fk ydig0ak48o7rpjy t3zxqihdcjv0vs4g=s50?sz=200

Yolima ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large default

incrociparalleli ha votato il racconto

Esordiente
Large 70628358 189111868760977 7202426436156653568 n  2 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luciano Rossi ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s50 mo?sz=200

Isabella☆ ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large ritratto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

occhineri ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Quanta saggezza, stasera. E ci hai ragione.Segnala il commento

Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

un sentire trasversale ... Segnala il commento

Large img 20200126 162413.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Mauro Scremin ha votato il racconto

Esordiente
Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zoyd Gravity ha votato il racconto

Esordiente
Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Sapete cosa festeggia un cannibale? Festeggia... l'omomastico!!" :)) qui non c’è l’ho fatta a rimanere seria però ... Segnala il commento

Large 20210409 190335.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefanoS ha votato il racconto

Esordiente

Essere intelligenti e dotati di grande talento è un monito a non lasciare niente per certo, di ciò che convince. Segnala il commento

Large 20200611 011659.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Amid Solo ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201021 160429.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cinzia M. ha votato il racconto

Esordiente
Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente
Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee