Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Fantastico

La Collina

Pubblicato il 21/09/2020

Aspettando la prima tramontana, unico, vero vento di cambiamento.

62 Visualizzazioni
26 Voti

La collina ricoperta di fieno scintillava alla luce di quel tramonto glorioso, ricco di rondini, di brezza, di sorrisi e di nuvole azzurrognole vorticose. Il colore arancione si diffondeva sulle cose del mondo, attenuando le tonalità del grigio, del verde, esaltando i marroni e i viola. Se fosse stato concepito qualcuno, in quel tramonto e sotto quella luce, sarebbe nato con i capelli rossi e il cuore ricco di gratitudine. Il pianista avrebbe composto per lui una melodia malinconica.

In quella luce ci fu strofinamento di corna, e la notte il piccolo cerbiatto fu concepito tra incredibili bramiti e furibondi intrecci di palchi.

Il cucciolo si perse pochi giorni dopo la nascita, inseguendo per gioco il pettirosso, e solo grazie al suo ciuffo di pelo carminio come un tramonto toscano, il bracconiere non sparò: lui rimase in vita e correndo, velocemente correndo e saltando, agilmente saltando rotolò tra le braccia del pastore e del suo cane.

Il cane gli dilaniò una zampa con un morso netto. Il cerbiatto sopravvisse e iniziò a dormire accanto al pastore. Si affezionarono. Il cane, per gelosia, appena il pastore si distraeva attaccava il cerbiatto e provava a dilaniargli un altro arto o almeno un brandello di carne.

Quando ci fu la frana, era buio e non si accorsero di essere travolti dalla colata di fango e di essere trascinati verso valle. Il cane non fu mai più ritrovato, il pastore e il cerbiatto sopravvissero e vissero ancora più uniti.

Il cerbiatto crebbe e divenne cervo maestoso, il pastore invecchiò ma nessuno gli avrebbe dato l’età che aveva. Aveva occhi marroni come tronchi di larice, e le braccia possenti e nodose come legno di cirmolo. Il pastore perse un braccio usando una motosega, cervo e pastore furono ancora più simili, monchi e simbiotici.

Vennero poi due alpinisti etologi ad osservare il comportamento dei cervi in amore. Trovarono il pastore, nudo nel campo, in una notte di stelle e tramontana d’ottobre, preludio del nitido inverno. Cadde qualche magico fiocco di neve a sancire la sacra unione tra cervo e pastore.

Dopo tre giorni il vecchio morì felice, e il cervo bramì per una settimana intera, urlando di dolore. Fu quel grido a richiamare l’attenzione dei lupi, che lo circondarono, attesero, attesero e infine lo attaccarono. Con fierezza e disperazione, il cervo lottò, le sue corna trafissero ventri, lacerarono pelle, cavarono occhi. Per la prima volta nella storia, il cervo scacciò il branco e sopravvisse ai lupi.

Gli animali delle montagne lo soprannominarono l’Invincibile, e lo riverirono.

Il cervo senza zampa diede alla luce un Essere Nuovo, che avrebbe dominato il regno animale d’alta quota per migliaia di anni. Una perfetta sintesi evolutiva tra saggezza, astuzia e possenza fisica.

Tornarono gli alpinisti etologi, e rimasero stupefatti da tanta perfezione. Furono soggiogati dall’Essere Nuovo e non fecero mai più ritorno alle pianure asfissianti.

Si accoppiarono, etologi e cervo, e si moltiplicarono. I loro discendenti occuparono la Collina al tramonto. La dipinsero di striature marroni e grigie e la fusero col salgemma e il silenzio degli Esseri Nuovi, armonici in Natura, silenti e telepatici l’uno all’altro.


Non sopportare più il rumore di una moto in città.

Non sopportare più il rumore di un’elica mentre nuoti in mare aperto.

Non sopportare più il rumore di un aereo nel cielo al decollo.


Comunicavano dal colle al monte e dal monte al mare gli Esseri Nuovi, incastonati sullo sfondo blu cobalto pesci e meduse ballando riti esoterici della nuova Era.

Il mondo dell’Uomo si spopolò, il suono originale si diffuse sul pianeta, la comunicazione tramite energia sottile divenne globale, sincera, pulita e netta come la fiamma ottenuta dalla combustione del faggio.


Non sopportava più i comizi dei potenti.

Non sopportava più i cinguettii dei potenti.

Non sopportava più le azioni dei potenti.


Qualche anno più tardi, il cielo d’autunno venne squarciato all’unisono dal bramito di milioni di esemplari di Esseri Nuovi, che manifestavano così il loro ringraziamento al cervo maestoso dalle corna d’acciaio, l’Invincibile, ed al pastore che lo allevò.

La possente Vibrazione si diffuse in tutto l’universo, e giunse fino al pianeta Terra, nel sistema solare, provocando il Diluvio Universale e l’inizio di una nuova civiltà.

Logo
4280 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (26 voti)
Esordiente
18
Scrittore
8
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Anonimo Piacentino ha votato il racconto

Esordiente

Mi ha ricordato a tratti la poesia e le tematiche di Branduardi. In ogni caso piaciuto molto!Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large t  2  31 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

SteCo15 ha votato il racconto

Scrittore

Lo lessi a suo tempo ma non votai... perché? Boh. Riletto oggi, dico che è un brano ben augurante, una fiaba onirica, chissà se avverrà il cambiamento. Nel frattempo brindo con l'acqua piovana del Diluvio Universale e ne approfitto per dire: Auguri!Segnala il commento

Large 70628358 189111868760977 7202426436156653568 n  2 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luciano Rossi ha votato il racconto

Esordiente

Ottima trasformazione da riflessione di filosofia/ecologia/sociologia a grande raccontoSegnala il commento

Large ....jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

ipa ha votato il racconto

Esordiente
Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore
Alm5wu0agbg2oobcll3sk4gjec4zb9cmddhzqjxzi6gf=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Molto bello Segnala il commento

Large whatsapp image 2022 04 02 at 13.44.08.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Creare Esseri Nuovi non è un soggetto originale. Tuttavia, è il tuo modo di narrare che rende il racconto piacevole e il messaggio condivisibile.Segnala il commento

Large forrestgump.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210422 011503.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large mataresestefania2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Stefania Matarese ha votato il racconto

Scrittore

Suggestivo!Segnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

bello ...Segnala il commento

Large 20200804 140153.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Valentinacomesai ha votato il racconto

Scrittore

Bellissimo e affascinanteSegnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Invece io lo trovo molto originale, il tuo soggetto, declinato in una sorta di simbiosi, fra mammiferi di varia specie, in un mondo e in una natura che riprendono possesso della propria entità primordiale. Una fiaba etologica ed ecologica, con diluvio universale finale, a decretare l'inizio di una nuova civiltà. Segnala il commento

Large amelie 1024x593.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore
Large 20220917 234924.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Molto piaciuto :)))Segnala il commento

Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large 20220806 144353.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helenas ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Bellissimo. Complimenti!Segnala il commento

Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente
Large s l500.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Potente Segnala il commento

Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Bellissimo. Devo confessarti che il genere fantastico non è proprio il mio preferito, ma questo racconto... Oh, da questo sono stata trascinata, incantata. Ho letto le trasformazioni con gli occhi sgranati e la speranza che volesse raccontare proprio quello che leggevo. Grazie. Segnala il commento

Large 20121231 114226.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di LoSteNo

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work