Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Noir

La Coriere

Pubblicato il 27/02/2022

Non so quanto ben accolti siano, qui, i racconti in altre lingue e neppure se questa storia sia comprensibile per chi non conosce il Friulano. Quel che posso dire è che è una storia vera. Test.

40 Visualizzazioni
7 Voti

La coriere

“Cuant che o jeri une frutine o jeri pagane.

Mi metevi a cjacarâ cui arbui e cui flȏrs e o crodevi che no dome a scoltàssin, ma ancje fintremai che a ricuardassin!”

Norton Lecture nr 2, “The Forest” di Laurie Anderson


Agnul al jere propit un biel frut, alt, bocon, voli neri e cjavelade bionde, inamorât di Tosca fin de scuele elementȃr.

Jê, biele come une stele, spaurose, e jere cidine di lenghe ma no di voi! E cui voi si jerin za aromai capîts. Inte prime gjite a Pompei de seconde liceu, a vevin passât la gnot insiemi.

Timp al passe e une dì di Avost, agns dopo, velu Agnul che al torne jù a pît pe Val Celine.

A pît parcè che, rabiȏs, al veve molȃt il camion a Barcis.

Un tic bevût, al scjampave dopo une barufe cul paron, siȏr Tajariol Legnami, un bastart!

Cjamine cjamine, fin che chel dì di Avost jù pe strade da Val Celine e passe la coriere das vot. Oh! La coriere!

Lis manovris par vuidâ chê coriere jù pe Val Celine a jerin un mito!

La coriere si ferme a cjapâ sù il viandant, Agnul, che si indurmidìs a pene sintȃt, daûr, nissun ȃltri, dome lui e l’autist.

Dut a colp al rive un aiar salvadi che al tache a scloteâ dute la val, cun foladis che a sburtin di ogni bande, al tache a sglavinâ e tampiestâ, l’autist al blesteme, nol viȏt nuie…

E dopo e rive la lavine. Un peç zovin e fuart al jentre di ponte pal vêri denant da coriere e le scaravente fûr da strade, in ecuilibri sul ȏr dal straplomp.

Di colp come che al jere vignût, il temporȃl si ferme. L’autist al samee muart, Agnul al è colât svanît tal coridôr.

Une lune plene e comparìs tal cîl come une grande croste di arint… finide le ploie, dome un lizêr e armonic spissulȃ di ogni fuee dal bosc e cualchi besteute che e piule.

Si sint la coriere ciulâ, cualchi lamarin che al clope sot sfuarç, ma e sta ferme sul cei dal precipizi.

Di bot un grop di balutis neris e tachin a cori jù pal coridȏr da coriere instabile e cuant che ancje le ultime balute e rive insomp, la belance si creve.

E il sglovaç, inevitabil, al sucêt.

Chel dì di Avost Agnul al veve lis sachetis plenis di patatis di ciclamin, sgarfadis tal bosc, un regȃl par Tosca, che e lave mate pal profum dai ciclamins di mont.

Bosc dai Ciclamins si clame chel puest maraveôs che si viȏt se si cjale insom dal Busòn di Latrajùssis, tal mês di Mai.

E vualtris, sêso mai stȃts… par là?!

Logo
2320 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (7 voti)
Esordiente
5
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large nyogen.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Nyogen ha votato il racconto

Esordiente
Large foto carol.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Carolina Innella ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Bravissima! Ho fatto fatica... ma ne è valsa la pena. Se la prossima volta alleghi la traduzione...:-D Ciao e complimenti!Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Non è facile, leggere il tuo racconto, ma credo che valga la pena di "sforzarsi" rileggendolo più e più volte, ché alla fine si riesce a capirne il senso complessivo, e ad apprezzarne la forma e i suono, che determinano anche il contenuto. . Personalmente l'ho letto cinque volte, e ogni volta capivo qualcosa in più... Segnala il commento

Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Personalmente amo le poesie in dialetto o in lingua. Purtroppo, mentre mi è semplicissimo comprendere i dialetti (lingue) del Sud, sono in difficoltà con i dialetti (lingue) del Nord. Mi dispiace, ho capito poco.Segnala il commento

Aoh14gjaydde0xx0klmdn8xav1mkmg25dbcq0nyke6jl=s96 c?sz=200

Signor Fabiani ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Che vuol dire che la storia è “vera”? Tutte le storie lo sono.Segnala il commento

Large bbbbbb.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large andy  blue shoe.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Eleonora Gregorat

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work