leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Fantastico

LA FACCIA

Di vita e passione - Editato da Maddalena Frangioni
Pubblicato il 22/12/2017

Non è un racconto, non c'è una trama. Un breve testo semiserio che suggerisce una qualche riflessione su noi stessi da prendere con il sorriso.

16 Visualizzazioni
4 Voti

Si nasce con una faccia, si cresce con la stessa faccia, si chiude il percorso della vita con la faccia che ci è stata data. Questo capita a ciascuno di noi che lo si voglia o no. La faccia ci accompagna e ci segue e quasi ci perseguita, non possiamo evitarla. A volte la nascondiamo agli sguardi, la copriamo con un cappello per ripararla da certi venti freddi, la avvolgiamo con cura nell’ asciugamano dopo un bagno caldo cerchiamo insomma il suo bene perché da essa dipende la nostra salute. Il rapporto ambivalente di amore e odio si alterna a seconda se la nostra faccia in quel momento ci piace o no. Se non stiamo bene con noi stessi può capitare di pensare che quei tratti che vediamo riflessi nello specchio non ci appartengano affatto. Arriviamo a attribuire la faccia riflessa nel vetro a un altro, magari al vicino petulante che ci osserva e quasi ci spia con la sua faccia dall’aria indagatrice. Vorremmo tanto sentirci soddisfatti della nostra faccia, ma a qualunque età e con qualunque tempo sia esso sereno o corrucciato, sia esso tiepido o più freddo spunta sempre qualcosa che ci fa irritare. A volte può essere un neo sotto il mento che si è ingrossato, a volte qualche foruncolo di crescita sullo zigomo che estende il suo rossore a tutta la guancia deformandola, o ancora qualche ruga che deforma e altera la pelle un tempo piana e levigata.

E non è finita qui perché se il tempo corrode la bellezza esterna le emozioni del nostro animo dall’interno minano la serenità della nostra faccia evidenziando nel caso peggiore tratti disperati e drammatici.

Sottoposti al gioco talvolta crudele della vita la faccia cambia aspetto per noi e per gli altri e volenti o no dobbiamo adattarci. Tanti e diversi sono i commenti che ci invadono come: “Ma che faccia hai. Che faccia fai. Hai una faccia peggio del… Che brutta faccia…. Ma che bella faccia oggi. Dovresti cambiare faccia. La tua faccia scura non promette nulla di buono e così via all’infinito”.

Presi dallo sfinimento nel sentirci attaccati cerchiamo una via d’uscita nel mettere la nostra faccia nelle mani di un bravo chirurgo estetico con la speranza chissà che nel cambiarci faccia nasconda e faccia scivolar via gli spigoli e le durezze e ogni contrarietà della vita cui la primitiva faccia era strettamente legata. 

Logo
2298 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (4 voti)
Esordiente
4
Scrittore
0
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Tella ha votato il racconto

Esordiente
Large occhio verde.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lady Nadia ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20170602 wa0005.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Danilo ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

di vita e passione

Esordiente