Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Noir

La fuga

Pubblicato il 22/10/2021

45 Visualizzazioni
13 Voti

Quando ho aperto gli occhi ho visto il soffitto e le mie mani erano ancora incrociate. Mi sentivo come un pipistrello notturno a cui piacciono i bagordi che si era svegliato a mezzogiorno con un brutto mal di testa e una sbornia colossale da sangue e vodka miscelate insieme con molte gocce di Valium succhiate via dal sangue di qualche uomo che avevo morso nella notte.

Mi sono alzato piano per constatare che tutti i miei pezzi fossero ancora al loro posto e camminando piano per trovare una via di uscita mi sono messo a scimmiottare le mosse di una mummia con le braccia poste in avanti per evitare di sbattere il muso contro mura invisibili per via del buio pesto in cui mi ero ritrovato.

Presto sono riuscito a trovare una finestra che dava su un terrazzo che a sua volta dava a delle scale antincendio attraverso le quali mi sono portato fuori da quella bara di ospedale senza che nessuno mi avesse visto. Mi sentivo di nuovo vivo e vegeto e sicuro del fatto che proprio nessuno avesse notato la mi fuga mi si è stampato un sorriso da ebete in faccia con l'idea di essere un mago della fuga. 

Il commissario Carneval aveva osservato ogni minimo movimento: dai miei buffi tentativi di evadere dalla stanza con le braccia tese come una mummia,  al sorriso da ebete che avevo avuto per festeggiare la fuga invisibile. In realtà già sapeva che ero ancora vivo e che presto mi sarei alzato da quel catafalco ma non disse una parola con nessuno perché voleva scoprire da solo il posto verso cui mi sarei diretto dopo la mia ventisettesima resurrezione con la sua sola intuizione e perspicacia. "Cristo non commise di questi errori". Pensò tra sé e sé il, "Questo tizio è solo un povero dilettante!".

Appena fui fuori ebbi un attacco di panico. Iniziai a sfarfallare con le braccia in aria come un pazzo, il cuore si mise a fibrillare e caddi a terra come preso dalle convulsioni. Si avvicinò piano Carneval che mi stava seguendo e rimise a posto le mie esattamente come le avevo sul letto di morte incrociate come quelle di una mummia, e mi attraversò alzando le gambe facendo attenzione a non far nessun rumore. Probabilmente la vista della luce improvvisa mi aveva scatenato delle convulsioni che mi fecero perdere i sensi. 

Carneval scomparve per la sua strada e io rimasi lì, come un deficiente e anche apparentemente ancora mezzo morto.
Cosa stava accadendo? I miei giochi di resurrezione sembravano non funzionare più come una volta, mi sentivo un povero cristo. Un Cristo dei poveri e con pochi assi nella manica e ancor meno miracoli da mostrare.  
Perché avevo avvertito quella tachicardia, di cosa avevo avuto paura? Non mi sentivo più me stesso. Carneval poteva fare qualunque cosa e io probabilmente ero davvero quasi morto non riconoscendo più la realtà dall’al di là.
Dopo molti attimi di confusione mentre cercavo di tenermi forte il cuore per non farlo scappare a battiti veloci intravidi la debole forma di una mano femminile e delicata che porse le sue dita affusolate verso di me.

"Vengo in segno di pace" - "Che tu sia benedetta, ma forse hai un altro nome!"
Infatti era Virginia. La mia amata, bellissima Virginia era venuta a salvarmi con un carrello della spesa rubato al supermercato lì vicino.
 Mi prese di forza e mi ci infilò dentro assieme alla maionese e i suoi assorbenti e senza prestare troppa attenzione in giro mi lanciò con tutta foga attraverso il sentiero che conduceva al di fuori dell’ospedale.
Finimmo con un capitombolo vicino a un albero e dei fiori dove lei mi prese e si avvinghiò a me, dandomi un bacio animalesco in bocca per farmi tornare il respiro e farmi tornare a vivere. Non c’è dubbio che qualcosa in me si smosse e il sangue caldo affluì per tutto il corpo fino al punto che facemmo l’amore tutto il restante pomeriggio. 

Certe donne sono capaci anche di far rinascere i morti e io, che ne ero dipendente, avevo solo bisogno della mia dose quotidiana per tornare a vivere.

Fu così che la caccia di Carneval poté ricominciare. Aveva osservato ogni attimo, ogni secondo, ogni frammento.

Ma mi colse un dubbio: che cosa cercava davvero Carneval da me? 

Logo
4094 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
9
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Bruno Gais ha votato il racconto

Esordiente

Mi ricorda i miei attacchi d'ansia. Bello il finale, una donna con il carrello della spesa che ti viene a salvare. Bello anche lo stile. Carneval invece resta a metà e non sboccia nel raccontoSegnala il commento

Aatxajyadwc3tifiizebdvave masraedsd8 smwqxrs=s96 c?sz=200

Boiler Durden ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Rebecca91 ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1632859423220.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MicaelCatalano ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210317 140852.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Enrico R. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore
Large foto del 15 09 21 alle 09.22  3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

E' una bella storia, ironica e intrigante. Una maggior cura in alcune frasi lo migliorerebbe ulteriormente. Se ti piace il genere ti segnalo Christopher Moore (se non lo conosci) che ha scritto diversi titoli su vampiri e affini, in una chiave decisamente ironica. Grazie per la lettura, PaoloSegnala il commento

Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Fascino irresistibile... complimenti!Segnala il commento

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Molto bello interessante complimenti Segnala il commento

Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Andrea Trofino

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work