leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

La scambista

Pubblicato il 11/03/2018

" Se vogliamo che tutto rimanga com'è, bisogna che tutto cambi"

115 Visualizzazioni
46 Voti

La prima volta si era applaudita da sola. Non credeva dì riuscire a farlo. Alcune sue amiche lo facevano senza problemi, ma non erano come lei. La sua faccia era sempre sul punto di chiedere scusa e di andarsene per non disturbare. Era timida, come chi pensa di non piacere e utilizza la gentilezza come merce di scambio. Ricordava una  città che non sa di essere bella e nasconde ai visitatori i suoi lati migliori. Ogni conferma per lei era motivo di dubbio. Preferiva passare inosservata. Ma non ci riusciva per colpa di due occhi così fuggitivi, che facevano venire voglia di arrestarli. Colpa sua. Li sottolineava con una riga nera, bersaglio troppo facile per cecchini esperti. Era  impossibile evitarli, ma lei li aveva addestrati alla fuga. La seguivano senza sapere dove volesse andare. Non l'avevano abbandonata nemmeno quando aveva indossato le prime coraggiose minigonne. Si vergognavano, ma erano anche contenti. I complimenti fanno piacere anche agli occhi pudichi. Enrica era cresciuta coi sensi di colpa, senza credere in Dio e nelle sue ritorsioni. Si comportava bene, perché le veniva meglio. Non aveva tempo per la filosofia. Aveva un lavoro che amava più del marito e meno dei figli. E soprattutto leggeva. La sua prima volta era stata in libreria. Aveva bisogno di un posto familiare. I libri non le facevano paura, perché era lei a sceglierli. Li accarezzava con la delicatezza delle mani gentili che hanno sempre paura di fare troppo forte. Quel pomeriggio non aveva zigzagato tra i vari reparti, alla ricerca di un titolo che la chiamasse. Si era accontentata di un bestseller scritto da un ex tronista. Il commesso l'aveva guardata un po' deluso e molto schifato. La conosceva da tanti anni e non aveva mai disapprovato un suo acquisto. Si chiedeva da che cosa dipendesse quell'improvvisa caduta di stile. Gli sarebbe dispiaciuto perdere una cliente così raffinata. Si era affezionato al suo strano modo di chiedere i libri quando c'erano altri clienti. Gli allungava un bigliettino, per paura di fare brutta figura. I suoi titoli erano i più belli di tutti, non doveva vergognarsi. Avevano cospirato su autori condannati a non essere letti. Erano i loro preferiti: gli unici che scrivessero davvero per se stessi. Tante volte l'aveva accompagnata con lo sguardo fino alla porta, adesso temeva di non vederla più. Si sbagliava. Il tempo di un caffè lungo ed era ritornata. Ci aveva messo un po', perché aveva cambiato tre bar, due bagni e quattro ordinazioni. Non era facile quello che stava per fare. Avrebbe potuto sostituire il libro con un altro, senza farsi accorgere dal commesso, ma così non valeva. Aveva bisogno dì chiedergli il permesso. " Lo ha già letto? " Le aveva chiesto, conoscendo la sua bulimia. Certi libri danno assuefazione: è meglio starne alla larga. Gli aveva confessato di non averlo neanche tolto dal sacchetto. Era partita con l'idea di cambiarlo, per questo aveva scelto qualcosa di molto diverso da lei. " Mi consigli qualcosa che non parli di vecchiaia ".Era uscita soddisfatta del titolo e di se stessa. C'erano state tante altre volte, tradite da promesse non mantenute. Non era facile smettere. Enrica aveva sempre tante cose da cambiare. C' erano le poltrone del cinema che lei ripercorreva con la precisione di uno slalomista, prima di trovare quella giusta. Era strabiliante il modo in cui riusciva a convincere il proprietario a cederle il suo posto. Non parlava. Mandava avanti i suoi occhi evidenziati,su cui si poteva leggere di tutto. C'era chi si alzava per educazione, chi per una specie di educazione.C'era addirittura chi si autoconvinceva di aver sbagliato posto.Su tutti faceva un effetto diverso e questo la spaventava. Non sapeva quale scegliere. Adesso, barcollando da un sedile all'altro di un autobus perplesso, si stava facendo una domanda. Avrebbe fatto in tempo a cambiare il golf che aveva acquistato una corsa prima? La commessa aveva tentato di convincerla a provarne un altro della sua taglia, ma si era disarmata davanti alla sua risolutezza. In tempo di crisi i clienti hanno ancora più ragione. Si aspettava che ritornasse. Le aveva detto " Arrivederci". Il cambio non aveva cambiato l'umore di Enrica. Incominciava ad essere stanca di quei pellegrinaggi  solitari. Non c'era nessuno a cui mostrare i suoi trofei. Rimanevano nascosti nell'armadio a ricordarle le sue debolezze. In vista le etichette, promessa di futuri cambi. Sull'autobus che la riportava a casa, incollata all'autista con gli occhi curiosi sul cambio,  le era venuta un'idea. Avrebbe cambiato la disposizione dei mobili della camera da letto. Avevano superato le nozze d'argento e accusavano la noia di notti sempre uguali. Tante volte aveva proposto al marito di farlo, ma lui continuava a rimandare. Non gli dispiaceva un po' di inerzia. Con Enrica si sentiva sempre sulle montagne russe. Da sola non ce l'avrebbe mai fatta.Troppa fatica per le sue spalle sottili. Così aveva chiesto aiuto a due colleghi di lavoro: un ragazzo e una ragazza che avrebbe voluto mettere insieme, perché la sua seconda ossessione erano le coppie. Trovava ingiusta la sorte dei numeri dispari: c'è sempre qualcosa condannata alla solitudine. Si era informata: erano entrambi liberi, ma anche impegnati non si sarebbe fermata. Era maestra nell'arte del cambio. L'impresa si era rivelata più ardua del previsto. Gli aiutanti non avevano retto il ritmo incessante delle sue indecisioni. C'erano stati molti momenti di tensione, carichi di imprecazioni mimate e trattenute. Per non scontentare la gentile padrona di casa, avevano esaudito ogni sua richiesta. Alla fine tutto era ritornato esattamente come prima e loro avevano scoperto di non sopportarsi. Enrica sembrava soddisfatta del lavoro. La stanza non era mai stata così bella. C'era qualcosa di nuovo, nell'averla fatta tornare come prima. Adesso doveva solo cambiare le lenzuola e sostituire la lampadina sul comodino.Aveva accompagnato alla porta i ragazzi sfatti, con la fretta di chi sta per avere un'altra idea. Era felice, perché aveva saputo che era possibile cambiare gli articoli in qualsiasi negozio della stessa catena. Mancava poco al raduno nazionale degli alpini che quest'anno si sarebbe tenuto a Belluno. Di solito reticente a seguire il marito in queste rimpatriate che la facevano sentire sola, furtiva, aveva riempito la macchina di sacchetti con le etichette.

Logo
6371 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (46 voti)
Esordiente
43
Scrittore
3
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 20180905 153949.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

isa ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Salvatore Russo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Vittorio Bottini ha votato il racconto

Esordiente
Large default

DinaGatto ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Cate90Didi ha votato il racconto

Esordiente
Large 22e4d265 4142 4f83 a95f c0c94ac40522.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

CarolinaG. ha votato il racconto

Esordiente
Large dsc02762.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Superfrancy ha votato il racconto

Esordiente
Large default

ste_cco ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Celine B. ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

amelie ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Pier Giuseppe Politi ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Matteo Zerbi ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Rosella Cotta Ramusino ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Lady Be ha votato il racconto

Esordiente

Complimenti, bellissimi come sempre i titoli a "doppio senso", il finale a sorpresa, la narrazione incalzante e ricca di suspence!Segnala il commento

Large default

Dodi ha votato il racconto

Esordiente
Large default

rosi ha votato il racconto

Esordiente

Sempre finale inatteso e sorprendente !Segnala il commento

Large default

giumer1972 ha votato il racconto

Esordiente

Ancora una volta un racconto che riafferma la capacità di Tella di rendere vividi e singolari, nella loro quotidianità, i propri personaggi.Segnala il commento

Large default

fquaroni ha votato il racconto

Esordiente

bello e delicatoSegnala il commento

Large default

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large 1796354 elxadrbf 7.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Kráka ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large img b6odi0.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

stfnia ha votato il racconto

Esordiente
Large large australia.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Paolo Fiorito ha votato il racconto

Scrittore
Large img 2417.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

anna siccardi ha votato il racconto

Scrittore
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Lorenza Maffini Ranghetti ha votato il racconto

Esordiente

Molto particolare e sorprendenteSegnala il commento

Large default

sidewinder ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Irenedelorenzis ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Valentina.delorenzis ha votato il racconto

Esordiente
Large 217245 108064892611657 1678963 n.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Michele Pagliara ha votato il racconto

Scrittore
Large img 1431.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Maria Rosa ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Crittina ha votato il racconto

Esordiente
Large picture0262.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Paolaghielmetti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

eliodelorenzis ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Gabriele de Lorenzis ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Walter Ferrari ha votato il racconto

Esordiente

Intrigante, dinamico e interessanteSegnala il commento

Large default

cristinaghielmetti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

cutsoready ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20170602 wa0005.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Danilo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

rosadagian ha votato il racconto

Esordiente
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1455357798620.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Madamadore' ha votato il racconto

Esordiente
Large default

44fiori ha votato il racconto

Esordiente
Large default

bopa ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Ilaria ha votato il racconto

Esordiente
Large default

di Tella

Esordiente