Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

La spirale aurea

Pubblicato il 11/02/2021

Si dice che la spirale aurea sia l’espressione matematica della bellezza della natura.

61 Visualizzazioni
19 Voti

“Mi racconti.”

“Dunque, in quella stanza ho aspettato per dieci minuti e trentasei secondi. Lo so bene perché avevo davanti un orologio a pendolo e ho contato ogni singola oscillazione. Lo faccio sempre quando sto per agitarmi.”

“Si spieghi meglio.”

“Quando sono nervoso e la mia mente si fissa su un pensiero, magari non ben definito ma per certo fastidioso, il mio corpo reagisce male. Faccio cose tipo ansimare, sudare e cercare una via d’uscita. Da cosa non saprei. Dalla situazione immagino. Ma con il tempo ho trovato una strategia. Non che funzioni sempre ma direi quasi. Devo concentrarmi nel fare qualcosa.

“Ad esempio?”

“Contare mi aiuta moltissimo. Poco importa cosa. Le piastrelle nere della sala d’attesa del suo studio, i bottoni sulle giacche delle persone che sono in metro con me, le automobili che passano davanti alla fermata dell’autobus.”

“Poi le chiederò quante sono le piastrelle nere della mia sala d’attesa, sono curioso. Mi scusi, vada pure avanti.”

“La matematica è sempre stata la mia salvezza. Non ti delude mai. Non è opinabile, è affidabile, precisa, senza fronzoli. Ti dice le cose come sono, belle o brutte.
È grazie alla matematica che sapevo ci sarebbe stata un’alta probabilità di rovesci tra le cinque e le sei e, quindi, ho portato un ombrello abbastanza grande per entrambi. Prevedere le cose tramite i numeri è anche il mio lavoro.
Pensi che quando avevo quattro anni passavo le ore a mettere in fila le macchinine colorate che mi regalava mio padre. Prima una, poi un’altra, poi, accanto, due in verticale, poi ancora tre, cinque e così via. Con il tempo ho imparato a fare una sequenza di Fibonacci impeccabile.
In effetti chissà, forse avrei potuto anche fare il parcheggiatore.
Comunque, era la prima volta che entravo in una scuola di danza. E nessun luogo poteva essere più lontano dal mio mondo come quello. Apprezzo l’opera ma il balletto proprio no.
Mi piace anche la puntualità. Ed erano passati 10 minuti e trentasei secondi, che considerando un breve anticipo di 3 minuti e trenta secondi fanno 7 minuti e sei secondi di ritardo. Non proprio un buon inizio.
Sapevo che era un errore. Ma lei aveva tanto insistito nei giorni precedenti. "Solo un caffè", mi aveva detto.
Che poi io non do mai confidenza alle persone, soprattutto alla fermata dell’autobus dove vorrei solo contare le auto che passano in pace.
Mi chiedevo, chissà di cosa avremmo potuto parlare.
Comunque dopo dieci minuti e trentasei secondi è arrivata. Si è scusata, la lezione era andata per le lunghe.

“E cosa ha pensato quando l’ha vista fuori dal solito contesto?”

“Che era proprio bella. Era spettinata e questo, in una normale situazione, mi avrebbe infastidito parecchio, invece mi è sembrato che la rendesse ancora più bella. Lo so, ho già detto “bella” ma qualsiasi altro aggettivo non calza: affascinante, graziosa, meravigliosa. No, non rendono, era semplicemente bella.

Insomma siamo andati a berci questo caffè. Non mi piace parlare di me ma lei sembrava davvero interessata. Il mio lavoro, la mia casa, la mia famiglia. Mi stavo agitando, ansimavo ed ero sudato ma nessuna voglia di andarmene. Volevo restare incollato a quella sedia ad ascoltare delle lezioni di danza, del lavoro a maglia, del piccolo appartamento all’ultimo piano con il parquet perché lei adora il parquet, il gelato al limone e i libri di Jane Austen. Avrei avuto tanto bisogno che, non so, Riemann in persona mi spiegasse cosa stesse capitando.

Lei sa chi è Riemann, vero?”

“Ho letto qualcosa di recente ma torniamo a noi.”

“Ok, così ho capito che dovevo uscirne prima di perdere il controllo. E allora l’ho guardata e le ho detto: “Grazie, è stato un pomeriggio piacevole ma devo essere brutalmente onesto, non credo che tra noi possa nascere un’amicizia, capirà anche lei, siamo troppo diversi. Non ci sarebbe nessun interesse da condividere. Io sono un matematico, innamorato dell’ordine e abbastanza introverso, lei, signorina, è un’artista, allegra ed espansiva. A me piacciono i puzzle, a lei i programmi di cucina. Io preferisco la prevedibilità, lei le sorprese. Io, per lavoro, studio modelli dei parametri di rischio nel settore bancario, lei è, ecco, una ballerina. Un’incantevole ballerina. Io penso tutto il giorno ai numeri, lei mi dica, onestamente, a cosa pensa mentre danza leggera come un uccellino? Alla neve che cade silenziosa? Al vento tra gli alberi? Alla brezza del mare?”

Mi ha guardato e mi ha sorriso in un modo che, mi creda, non mi sarebbe bastato contare tutte le tazzine del bar per calmarmi.

“E cosa le ha risposto?”

“Conto i passi.”

Logo
4546 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (19 voti)
Esordiente
12
Scrittore
7
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore
Large img 1815.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

St.Apollonia ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large img 20200826 180718.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Esordiente

Hai superato l'emozione dell'esordio alla grande!Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Che delizia!Segnala il commento

Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Photo

Isabella☆ ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210226 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Howl ha votato il racconto

Scrittore

Ben scritto, scorrevole, si legge d'un fiato e con una chiusa emozionante. Segnala il commento

Large default

Melquiades ha votato il racconto

Esordiente

Un bel racconto, dolce e leggero. A volte non capivo se il matematico parlasse o ragionasse tra sé, forse si è dimenticato qualche virgoletta o magari non capisco io. Piacevole.Segnala il commento

Large inbound3051366725596695036.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Claudiadec ha votato il racconto

Esordiente

Molto scorrevole e il finale di impatto, emozionante.Segnala il commento

Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zoyd Gravity ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Piaciuto molto. Non era facile trovare un finale così convincente. (ogni tanto hai dimenticato di aprire o di chiudere le virgolette)Segnala il commento

Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210114 141221.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large icotipee3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore

delizioso. Bau! TiSegnala il commento

Large default

di Nina Stein

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee