Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

La tabacchiera

Di Adriana Giotti - Editato da Ro Carver
Pubblicato il 01/09/2020

Dopo "Vicolo Baiamonte", pubblico un secondo brano tratto dal libro a cui sto lavorando

241 Visualizzazioni
52 Voti

 All’ingresso di vicolo Baiamonte, al piano terra della palazzina attigua al magazzino dove nonno Giuseppe stoccava le merci di cui faceva commercio, abitava una zia di mia madre, la sorella maggiore di nonna Cristina.

Angela Bannò, che tutti chiamavamo “zà Ancilicchia”, era nota per i consigli che elargiva con la prudenza di chi è restio a immischiarsi nelle faccende altrui, e soprattutto per i verdetti salomonici che emetteva con la riluttanza di chi, suo malgrado, è costretto a giudicare il prossimo.

Amava i proverbi, e spesso li citava nella convinzione che l’esperienza comune a molti è sempre frutto della verità e maestra di vita.

Nonostante fosse molto riservata, sopportava con infinita pazienza le frequenti invasioni di parenti e vicini che ricorrevano a lei per dirimere liti e controversie. Senza interrompere l’occupazione cui era dedita nel momento in cui gli invasori prendevano d’assalto la sua casa, volgeva uno sguardo rassegnato verso la porta d’ingresso, e si preparava ad assistere al solito rimpallo di minacce e reciproche accuse.

Con il distacco di un esperto di anime, zà Ancilicchia seguiva in silenzio il caotico sciorinare dei torti subiti e delle ragioni millantate dalle parti, e accoglieva con equanime indifferenza le presunte prove rese a dimostrazione dell’innocenza dell’uno o dell’altro dei litiganti. La sua impassibilità s’incrinava solo quando uno di questi commetteva l’errore d’invocare il cielo a testimone della propria innocenza.

A quel punto, la zà Ancilicchia interrompeva l’immobilità a cui si era costretta per lasciare più spazio agli invasori o forse per non esserne travolta, e dava inizio a un rito che nessuno di quelli che la conoscevano avrebbe mai osato interrompere. Con una calma che raggelava gli ardori degli attaccabrighe, si avvicinava al quadro della Sacra Famiglia, appeso alla parete di fronte all’ingresso, portava la mano sinistra sul petto scarno, e con la destra si segnava con il segno della Croce. Con gli occhi chiusi e le labbra serrate, abbassava il capo, come se dicesse “sì”, e allargava le braccia. Poi si girava verso gli invasori e li guardava, quasi fosse in attesa di una risposta, una parola di conforto, un po’ di sollievo. Ma nessuno osava fiatare. Zà Ancilicchia si lisciava il grembiule che indossava sempre quando era in casa, ed estraeva dalla tasca destra la sua tabacchiera. A quel tempo alle donne “oneste” non era concesso fumare, potevano solo annusare il tabacco, che conservavano in deliziose tabacchiere. A seconda delle proprie disponibilità economiche, le tabacchiere potevano essere di legno semplice o intarsiato, o d’argento con decorazioni di madreperla, pietre dure o preziose, e persino oro. Quella della zà Ancilicchia era di legno nero, con il coperchio decorato con madreperla.

Allora, l’unico suono percettibile in casa era lo scatto prodotto da quella scatolina, da cui la zia pinzava, tra il pollice e l’indice, una generosa dose di tabacco, seguito da una vigorosa sniffata di quelle narici che sembrava avessero finalmente ripreso a respirare.

Poi, con una voce appena udibile, ma carica dell’autorevolezza che si conquista per i meriti e i pregi, emetteva uno dei suoi verdetti inappellabili. C’era qualcosa nello sguardo e nella voce di zà Ancilicchia che non ammetteva obiezioni. I suoi occhi sembravano vedere quello che gli altri ignoravano, la sua voce risuonava da profondità e altezze inaccessibili ai più. In ogni sua parola e azione si manifestava la consapevolezza che non è dall’alto che riceviamo meriti e virtù, ma dal basso, nell’intestina e quotidiana lotta contro i vizi umani.

Spesso ripeteva “Puru u Signuri fu crucifissu pi peccaturi”.

Zà Ancilicchia non anelava a correggere e tantomeno a giudicare il prossimo, semplicemente si aggrappava alla fede per rendere la sua vita quanto più possibile coerente al Cristo a cui dava del “Voi”. Era operaia nella vigna, frutto e primizia dell’umanità.

Quando finalmente gli invasori lasciavano la sua casa, zà Ancilicchia cadeva stremata sulla sedia sotto il quadro della Sacra Famiglia, e con la voce stanca sussurrava “Signuri Vi ringraziu”.

Per il parentado e gli abitanti di vicolo Baiamonte, la zà Ancilicchia era la Corte di Cassazione. Per mia madre era l’unico conforto, le braccia che avevano sostituito quelle di nonna Cristina. Per me e i miei fratelli, era la tana in cui trovavamo sicurezza e pace, era il modello da imitare, la risposta a miriadi di “perché?”


"Vicolo Baiamonte" è dedicato a Marghe Mesi e Silvia Lenzini. Questo è il mio umile "grazie" anche ai tanti utenti di Typee che, con i loro consigli e suggerimenti, mi aiutano a dare forma alla mia più grande passione: la scrittura.

Logo
4685 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (52 voti)
Esordiente
37
Scrittore
15
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Photo

Vigrandi ha votato il racconto

Esordiente
Large ....jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

ipa ha votato il racconto

Esordiente
Large default

AlessiaC ha votato il racconto

Esordiente
Large 222.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

gordon comstock ha votato il racconto

Esordiente
Large mataresestefania2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Stefania Matarese ha votato il racconto

Esordiente

"In ogni sua parola e azione si manifestava la consapevolezza che non è dall’alto che riceviamo meriti e virtù, ma dal basso, nell’intestina e quotidiana lotta contro i vizi umani", è bello leggere un racconto e trovare degli spunti arguti come questo. Complimenti per lo stile e grazie a te per avere condiviso.Segnala il commento

Large c415c39c 6403 4ee4 a16d 6887c4bd0cd9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Gef Coco ha votato il racconto

Esordiente

Ciauru di Sicilia.Segnala il commento

Large 20200906 221353.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefanoS ha votato il racconto

Esordiente
Large img 5815.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefaniaSR ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente

Sono i preziosi ricordi del cuore, impressi per sempre nella memoria e nell'anima, quelli che ci accompagneranno per tutta la vita - le esperienze indelebili e uniche della nostra infanzia - preziose e inestimabili - ed è anche per questo che ringraziamo specialmente chi ce ne fa dono, come in questo caso, Adriana, che ringrazio in special modo e di cuore. Un caro salutoSegnala il commento

Large img 20200913 191636.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Italo ha votato il racconto

Scrittore

Bel racconto d'altri tempi. Scritto con maestria e leggero da leggere Mi ricorda le sagge signore col "tuppo" che abitavano Torre Annunziata una volta..Segnala il commento

Large details.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Daniela.A. ha votato il racconto

Esordiente

Un bellissimo film di ricordi. Spero di vederti presto riconosciuta come "Scrittore"Segnala il commento

Large default

Anzeledda ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large tiziano.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tiziano ha votato il racconto

Esordiente
Large default

eyepizzapie ha votato il racconto

Esordiente

Non capisco perchè una scrittrice capace come te sia ancora costretta al limite delle 5000 battute. Ma sai che ti dico? Che certamente questo non ti è da ostacolo per regalarci dei racconti davvero ben confezionati. Grazie!Segnala il commento

Large img 20200811 160304.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Rosnikant ha votato il racconto

Scrittore

Complimenti Adriana! Segnala il commento

Large img 20191110 005622 627.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

RoCarver ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Come ti avevo già detto, bellissimo, complimenti Adriana! Segnala il commento

Large img 20200630 wa0002.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Francesca Lodoli ha votato il racconto

Esordiente

Echi di Eduardo De Filippo: anche le tue opere, come le sue, si basano su un’attenta osservazione e descrizione della società – rispettivamente, palermitana e napoletana – e mettono a fuoco i legami che intercorrono tra i membri di una famiglia. Complimenti! Segnala il commento

Large 20200804 140153.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Valentinacomesai ha votato il racconto

Esordiente

Viene voglia solo di dire: ancora, raccontaci ancora!Segnala il commento

Large salvador.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Graziano ha votato il racconto

Esordiente
Photo

Robycomu ha votato il racconto

Esordiente

scritto in modo esemplare. brava continua così.Segnala il commento

Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

terrybu ha votato il racconto

Esordiente

Come sempre bellissimo. Dato che ho letto che ti piace ricevere anche qualche appunto, mi permetto. Mi piacerebbe sentire un po' di più la ruvidezza del dialetto anche nel ritmo del racconto.... Secondo me, questi personaggi così ben tratteggiati e antichi ne ricaverebbero grande vantaggio, sbucando fuori con tutta la forza universale dell'origine.Segnala il commento

Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Si sente tutto il patrimonio della narrativa sugli Umili e i Vinti, Manzoni, Verga, Silone, C. Levi, Sciascia, echi anche da Garcia Marquez.Segnala il commento

Large img 20200507 110711.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Elkele ha votato il racconto

Esordiente

Cara Adriana "ca si bedda" Questi racconti sono perle levigate per il lettore Io vorrei fossero più corallo perché credo di sapere quanto ne hai Vulissi sintiri anticchia chiú sciauru da bedda Secilia perché ti ho già sentita più sbottonata ma ne Vulissi i chiú Bellissimo testo raffinato e che mi prende in particolare Contento delle voci/dialogo cimeli(rimanendo aimé discreta per il lettore: a me non bastano mai!) Tiraci giù un po' di quella vita delle frasi del guazzabuglio Pagano/Cristiano Siciliano che é storia all'ennesima che può essere solo vissuta ed assorbita, mai facile da esplicare, ma con qualche proverbio, frase, soprannome o massime dei nostri siculi baluardi ne possiamo in parte stragodere. Mettici un po di "milza"...u sciauru du mircatu...oltre Tippi Detto questo(e scusa se mi son fatto prendere) nu vaso ka si biddaSegnala il commento

Large samsung 104.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Esordiente

Che poi, alla fine, di che altro si vive se non d'attesa, quel momento magico totipotente, staminale, in cui tutto, ciò che si teme e cui si aspira, è possibile? Alla bravura dell'autrice ricordarci come ci siano persone capaci di interpretare, con naturale predisposizione, il ruolo di profetessa, in diretto contatto con il divino. Alla maggioranza di noi restare a mezzo del guado, in attesa di conoscere il nostro destino. Sanguigno e convincente.Segnala il commento

Large img 1431.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Scrittore

Bravissima Adriana! Zà Ancilicchia esce dalla pagina con una forza, un nitore che ti rimane in testa. Bello e dolce l'amore per la tua terra, con gli inserti in dialetto perfettamente inseriti. Un "forza, non mollare" per il tuo romanzo Segnala il commento

Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore

Ottimo pezzo, con grande capacità di descrivere un personaggio e un ambiente in maniera realistica e credibile. Segnala il commento

Large 7798ce85dc1bfd3dfebf2bb32e6862b7 avatar 200x200.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente

Bravissima, mi sembra uno scritto a tutto tondo con le sue dovute decorazioni armonici di sapienti e salienti descrizioni pescati con accurata ricerca dell'equilibrio narrativo da una bravissima scrittrice Segnala il commento

Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large aef1279e 3569 4d57 bd84 489222bbd0ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta Spagnoli ha votato il racconto

Scrittore

Sempre bello leggerti!Segnala il commento

Large 16018386671091482260059.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Basso ha votato il racconto

Scrittore
Large forrestgump.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore
Large immagine2.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

DONATO ROSSO ha votato il racconto

Esordiente

Bellissimo anche questo, il dialetto rende più reale la realtà, Camilleri lo sapeva. Complimenti!Segnala il commento

Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente

Sei riuscita a creare magistralmente la figura di una speciale Sibilla. La Sibilla del paese, della famiglia. Ieratica, ineffabile, carismatica. Un magnete che attrae gli umani in attesa di un responso. Come le foglie della Sibilla disperse dal vento, così il fumo cattura aereo lo sguardo di chi assiste, di chi attende. Anche il Lettore si mette in coda, ad attendere. Un'atmosfera densissima di epifania, come in Vicolo Baiamonte. Un'atmosfera che irretisce il Lettore, lo interroga, lo incanta. La tua dedica è un omaggio davvero speciale! Grazie Adriana!Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Faccio una breve premessa: ho visitato due volte la tua regione in quanto la mia amica del cuore (con la quale sono cresciuta) è siciliana e frequentando la sua famiglia e i suoi parenti quando sono stata laggiù ho avuto modo di esplorare usi e costumi di quei luoghi, per cui leggere il tuo racconto per me è stato un po’ come tornare là. I personaggi che hai descritto, qui come nel precedente, sono vere e proprie figure da romanzo, pur essendo il tuo libro in costruzione forse un lavoro più autobiografico. Molto bello, un affresco che riunisce vizi e virtù della tua terra, comuni se non nella forma, nella sostanza, ad ogni luogo o paese. Verga, o Pirandello, tanto per citare due grandi autori del sud, approverebbero, lo so. Tienici al corrente degli sviluppi.Segnala il commento

Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

affascinante ... che brava !Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore

La forza autentica della tua scrittura unita alla capacità di portarci i tuoi ricordi sul divano, accanto a noi, quasi in carne e ossa. È uno spaccato emozionante che mi trasporta al mio vissuto anni 80 (la tua zà Ancilicchia era la nostra Comare Nata, solo senza tabacco) Una volta terminato lo vorrei nella mia libreria. Segnala il commento

Large typee.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

carlomariavadim ha votato il racconto

Esordiente

Bravissima Adriana! In bocca al lupo per il tuo libro. Hai anche un grande cuore: la dedica a Marghe e Silvia è carinissima.Segnala il commento

Large 20200907 082706.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

I dialetti... che scrigni di tesori, che si sono sedimentati nei secoli, nei millenni. Ognuno di loro, è un distillato di umori e sensazioni levigato dagli usi e dal lavorio del tempo, apparentemente casuale, ma assolutamente preciso e veritiero testimone del momento che lo ha visto nascere, proprio come tua zia Ancilicchia, che aveva raccolto la propria sapienza, assorbendo gli umori della sua vita, le ragioni e il vocio delle persone, all'interno di quella tabacchiera, e ogni volta che la apriva, annusava il tabacco, come una rabdomante olfattiva, e ci trovava la risposta ai dubbi e alle questioni irrisolte di Vicolo Baiamonte. Segnala il commento

Large img 20200826 180718.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente

antichi e informali incontri di mediazione familiare. e poi quella tabacchiera, ah, quando entra in scena la tabacchiera sento come uno scatto, nel racconto, come un passaggio a un livello superiore di intensità e ritualità (come l'ingresso della vera star).Segnala il commento

Large c7724483 babe 419e baac 4ccaf2b3b51f.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Naoomi ha votato il racconto

Esordiente
Large cimg2750.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

albertomineo ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large b2328698 2f65 4f51 8797 f600098670c3.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondina ha votato il racconto

Esordiente

Quanto è bello questo quadro della tua Sicilia, scrittura eccellente con atmosfera affascinante e ricca di umanità. Segnala il commento

Large 2bf7bbb8 72b0 405d a7e2 b4a91c3a7c1a.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sebastiano P ha votato il racconto

Esordiente

L'invidia feroce che provo per la tua profonda conoscenza della lingua italiana. Bello, pieno, rotondo e con le virtù di chi può permettersele. Davvero, impeccabile.Segnala il commento

Large dsc 7781 graf.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laure h ha votato il racconto

Esordiente

Bello! Un viaggio, una cartolina...E la passione si sente tutta, l.amore per la parola e la cura nel dare forma, pure. Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Un racconto che si sviluppa e ci avviluppa con immagini talmente vivide che non si capisce se le stiamo leggendo o guardando in un super8. Il tuo lessico ineccepibile restiuisce con la stessa definizione immagini ed emozioni. Non vedo l'ra di leggerne ancora, il più possibile. Questo per quanto riguarda il racconto. Per la dedica, sono talmente emozionata che non so cosa dire. Grazie, Adriana.Segnala il commento

Large images.jpeg.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Piaciuto molto, è bello conoscere altri mondi. Auguroni x il libro :))Segnala il commento

Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Scrittura affascinante. Complimenti Adriana Segnala il commento

Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s50?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

E il romanzo prende forma!Segnala il commento

Large img 20200910 155353.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Danilo Gori ha votato il racconto

Esordiente

Forse non sono in grado di darle consigli, perché a me piace già molto così quando scrive, anche perché ci svela qualche segreto siciliano, terra che amo Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Personalmente ti considero una meravigliosa cantrice! Spero che quando finirai il tuo libro troverai un editore in grado di farmelo acquistare! I miei più sinceri ed ammirati complimenti Adriana. Un saluto!Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Adriana Giotti

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Bellevillemilano logo typee
Bellevilleonline logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee