Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Lavanda

Pubblicato il 08/05/2020

Desiderio.

29 Visualizzazioni
11 Voti

Lavanda. 

Odore di lavanda. Profumo di lavanda. Se lo sapessi che sono qui probabilmente ti arrabbieresti da morire. 

O forse no. Forse saresti contento. Mi salteresti addosso abbracciandomi forte. Come i primi tempi in cui eravamo innamorati. 

Non lo so. Ma so che mi hai già vista.

E forse ti nasconderai. Mi guarderai da lontano, curvandoti e seguendomi nell' ombra per non farti vedere. Mi lascerai in pace, seguendomi da lontano mentre sono qui, a frugare nei tuoi sogni. 

Non voglio farlo lentamente o dolcemente, voglio farlo con veemenza, voglio che tu mi senta, voglio fare un gran baccano. 

L' odore di lavanda è fortissimo, mi entra nella testa come un tè ghiacciato bevuto sotto il sole cocente, e non capisco da dove venga. 

Non capisco nemmeno dove sono. Tutto intorno è ricoperto da ghiaccio, e lentamente è preso a nevicare. Radi fiocchi viola. Ecco. Stai facendo nevicare lavanda.

Prendo a girare su me stessa, cercando con la vista di scrutare qualcosa; alberi, case, stalle. Ma niente. Sollevo la testa, il cielo è viola grigio e bianco, ed esattamente lo stesso colore all' orizzonte. 

Mi siedo, sul terreno e incrocio le mani. Fiori di lavanda caduti e abbandonati mi fanno da cuscino. Mi distendo su quel letto soffice. Mentre migliaia di fiori mi cadono addosso, sul viso, sulle spalle, sulle guance. 

Hai proprio deciso di lasciarmi sola. Eh? 

Hai proprio deciso. 

Con la mano destra inizio a scavare nella neve di lavanda. Lentamente. Mi alzo in ginocchio e continuo. 

Nessun rumore mi interrompe. Ora scavo con entrambe le mani. Non mi viene altra cosa in mente da poter fare. 

Scavo con maggiore energia, mentre il cielo si sta aprendo e piccoli fiori di lavanda continuano a piroettare più intensamente insieme a teneri fiocchi di neve.

Verrai almeno a salutarmi? A prendermi le mani, a farmi una carezza, giuro non la schiverò questa volta. Ho pagato caro il prezzo di quella carezza mancata. 

Niente. Continuo a scavare mentre le mani diventano viola. 

E tra poco dovrò andare. Dovrò tornare ai miei. 

Mi alzo. Ed ecco. Sei qui. Proprio qui. E mi sorridi. 

Pensavi che ti avessi sotterrata? 

Sorrido e ti sfioro le guance. I tuoi occhi sono verdi, come al solito, e le tue spalle larghe, e vorrei nascondermi lì dentro. Come quando eravamo innamorati. 

L' odore di lavanda è intensissimo. Raccolgo un fiore e te lo porgo. Ora devo andare. 

Sto per svegliarmi. Vorrei tornare a trovarti. Posso? 

Prende il piccolo fiore di lavanda mentre sorride. Ed è cosi che vorrei ricordarti per sempre.

Sento un bisbiglio. La mia voce che soffice e lontana si è svegliata dall' altra parte e sta mormorando.

Il tuo ricordo è la mia felicità. 





Logo
2634 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
9
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

bellooo... complimenti Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Che bella, questa poesia... mescoli ricordi e profumi, usi la sensazione fresca dei petali ghiacciati per conservare le tue emozioni, la tua pelle si fa lavanda, diventa viola come i fiori, Unisci la veemenza alla delicatezza, e alla fragilità dei sentimenti. Trasformi i tuoi ricordi in sensazioni tattili... e ti abbandoni alla fine di un amore, senza lasciarlo. La cosa più bella che hai scritto, fino ad ora....Segnala il commento

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large cartoon1579593090076.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Max Musa ha votato il racconto

Esordiente

Onirico e poetico. Mi è piaciuto.Segnala il commento

Large monster 5022326  340.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Rossana07

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee