Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Romance

lenzuola fredde

Pubblicato il 03/04/2022

Racconta le sensazioni della protagonista subito dopo un atto sessuale.

32 Visualizzazioni
6 Voti

Sentiva quasi un vuoto alla bocca dello stomaco, in quella fessura tra il ventre e il petto che divide il corpo a metà. Sentiva quasi di potersi spezzare da un momento all'altro senza un'apparente ragione, o meglio, con delle ragioni di cui non voleva ammettere i moventi. Era distesa, nuda e vulnerabile, come se solo sfiorandola le dita potessero trapassarla, e ci provava- di tanto in tanto- ad avvicinare i polpastrelli ai suoi fianchi, trovando la pelle suscettibile al freddo senza mai sentire la trasparenza che aveva dentro. Forse lo immaginava, forse quel filtro opaco con cui vedeva il mondo attorno a sè era tutto nella sua testa, eppure percepiva- e sapeva di non sbagliarsi- che le cose fossero più ovattate, lontane, sbiadite. Non c'erano lacrime, nè sentori di pianto, non c'erano angosce, pensieri negativi. Solo un profondo senso di eterno vuoto. Eppure, poco prima aveva percepito il massimo della pienezza, del calore, del trasporto, che il sesso potesse trasmettere. Qualche istante prima era circondata da un forno, che le scioglieva la carne e i sensi in maniera costante e quasi impercettibile. Poi, una finestra era stata spalancata: poteva vederci la neve, sentire il vento soffiare, e la temperatura dentro di sè scendeva graduatamente sempre più giù, fino a toccare il punto più esterno del suo corpo e infreddolirlo. Sentiva la pelle suscettibile, che reagiva difensiva, ora per i polpastrelli, ora per le ondate di neve, provenienti da una finestra che affacciava chissà dove. Aveva bisogno di risentire quel calore che l'aveva cullata e trattenuta in quelle lenzuola, ora calde ora fredde e calde e fredde, finchè lentamente tutto è iniziato a sparire. Tutto era più cupo e ovattato e freddo, tutto era più scuro e più scuro e ora vuoto e buio. Con gli occhi chiusi aveva smesso di accarezarsi, e nella desolazione di quella solitudine vuota di speranza, respirava e sentiva le lenzuola, ora fredde, totalmente, che l'avvolgevano e le impedivano di ripartire. Aveva davvero bisogno di aprire i suoi occhi, rivedere i colori, risentire il calore, ma nulla di sè poteva più muoversi: non le palpebre, non le dita, le gambe o le braccia o la testa. Nulla poteva smuoverla da quel senso di solitudine e tristezza e quasi ripensava con nostalgia al calore che aveva sentito, al corpo che aveva toccato, ai colori che aveva visto. Non una nota poteva più uscire dalle sue labbra, ora serrate in un impercettibile piega del viso, quasi come se non potessero mai più aprirsi. Ma l'altro corpo che fine aveva fatto? Era accanto al suo, lo sapeva ma non riusciva più a percepirlo, era solo intrappolata nel vuoto che sentiva, nella piccola cella composta da lenzuola fredde.

Logo
2694 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (6 voti)
Esordiente
4
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large ef3fdfd2f39a4f5d4a9f5557c0f21246.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large ll mare dei surrealisti.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Liside ha votato il racconto

Esordiente
Large download.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di vicuz

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work