Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Lettera

Pubblicato il 16/09/2018

36 Visualizzazioni
10 Voti

Se prima di andartene sbattendo la porta ti fossi voltato, avresti visto che non piangevo.

Non so se posso dire lo stesso di te: sei fuggito per assecondare la tua vanità, per non mostrare il tuo vero io.

Quando hai smesso di provare sentimenti veri? Non si trattava di una gara a chi ama di più, non occorreva dimostrare niente a nessuno.

Il nostro rapporto era ciò che abbiamo costruito negli anni: io ci ho messo del sentimento, pensavo di avere sufficiente amore per entrambi. Tu l'hai vissuto come un porto sicuro dove tornare dopo ogni scappatella che io fingevo di non vedere.

E sappi, se non l'avessi mai notato, che non sono una che si piange addosso: io so guardare in faccia la realtà, e so chiamarla con il suo nome.

E questa realtà è che tu hai deciso di risolvere il problema della tua mancata paternità chiedendo un figlio ad un'altra donna. Hai messo te stesso al centro del tuo mondo, e deciso che quel bambino che abbiamo sognato insieme per anni e che io non sono riuscita a darti fosse la tua esigenza più importante, tanto da farlo con una che sta usando il suo grembo fertile per metterti il cappio.

Avere un figlio non è né un gioco, né un dovere.

Hai calpestato il mio dolore e la mia dignità, non hai neppure atteso di sapere che il nostro ultimo, ennesimo tentativo fosse fallito. Mi hai lasciata da sola davanti al dottore che mi diceva che nemmeno questa volta ce l'avevamo fatta.

Mi sento svuotata.

Non è che non mi ami più, la realtà è che non mi hai mai amata.

Sì, io non ti amo più e, sì, ti ho amato: tanto e disperatamente.

Ti ho lasciato sempre libero, ecco il mio errore: ho creduto che l'amore significasse libertà. Ora hai scelto di vivere con questa donna che ti darà un figlio e che passa il tempo a controllarti, chiamarti, mandarti messaggi. Auguri, non credevo volessi vivere al guinzaglio. 

Tu ti sei lasciato avviluppare, ma passata la sbornia tradirai anche lei, perché tu sei così e anche lei lo sa, perché è bella la vita da amanti: l'adrenalina del proibito ti fa sentire vivo. Ma quando il gioco si farà duro e la quotidianità, i problemi di tutti i giorni busseranno alla porta, è quello il momento in cui bisogna tenere il timone ben saldo e la nave a galla. Tu calerai la scialuppa e fuggirai. Ma, tant'è, non mi riguarda più.

Io non ho un'idea precisa di ciò che farò ora che hai mandato la mia vita a rotoli; non mangio, non dormo, vado al lavoro come un automa. Sopravvivo in questa casa che ora è troppo grande.

Ti ho buttato fuori, non potevo più vivere sotto lo stesso tetto ora che so che avrai un figlio da lei e che nostro figlio non nascerà mai.

Sono sola, non ho più nulla.

Se prima di andartene sbattendo la porta ti fossi voltato, avresti visto che non piangevo. Nemmeno adesso che ti lascio questa lettera prima di andare via: non ho più lacrime. Mi aspettano un'altra vita, un'altra città, sarò lontana da tutto questo dolore.

Quando tornerai per pregarmi di perdonarti - perché lo farai, stanne certo - troverai solo una porta chiusa.

Logo
2994 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (10 voti)
Esordiente
10
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Anonimo Piacentino ha votato il racconto

Esordiente

"passata la sbornia tradirai anche lei" mi suona profetico...Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large dsc 3809.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Simonetta 63 ha votato il racconto

Esordiente

Confessione liberatoria. Segnala il commento

Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large 291786 273806129306614 239035103 nbis.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Dalcapa ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large fb img 1455357798620.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente

Mi auguro per la protagonista che troverà davvero la porta chiusa. Sono narcisisti. Tossici.Segnala il commento

Large 20190214 152239.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

isa ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

di Gabriella Pilotti

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee