Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Lettera a mio figlio

Pubblicato il 19/03/2020

Amore, preoccupazioni e speranze di un giovane padre in una lettera commovente.

22 Visualizzazioni
9 Voti

Figlio mio,


in realtà non sei figlio mio, ma figlio della vita stessa che si è servita del mio seme per metterti al mondo. Progetti trascendentali, credo. In ogni caso, benvenuto.

Superati i trent'anni, prima ancor di incontrare tua madre, desideravo conoscerti. Nelle lunghe passeggiate che mi concedevo, tratteggiavo nel cielo vaghe idee del pensiero di te. Ho sentito una chiamata alla paternità. 

Non mi sono soffermato sul nome da darti o sulle fattezze del tuo viso. Ho voluto, innanzitutto, che tu stessi bene. Ed eccoti qua. Sono molto felice.

Ho meditato mille progetti e tutti i miei pensieri sono rivolti alla tua persona. Allo stesso tempo, non nascondo di essere un po' in ansia, ma solo perché ogni cosa vada per il meglio. Cercherò di non farti mancare mai nulla e di poterti aiutare concretamente nel realizzare i tuoi sogni. 

Probabilmente un giorno mi punterai contro l'indice e dirai: "Papà perché mi hai messo al mondo? È tutto così insignificante!" Avrai le tue ragioni per affermarlo, ma ti dissuaderó dal guardare il buio. Troverai in me un piccolo manuale di sopravvivenza, se vorrai. Penserai di essere un burattino, sballottato qua e là dal mistero della vita. Che ogni sforzo e ogni lacrima sono un castigo. Diceva un famoso cantante: "dal letame nascono i fior, dai diamanti non nasce niente". Non temere. Abbi fede. C'è un viaggio lungo da intraprendere, tu non staccare mai la mano dalla mia, almeno all'inizio. Ti reggeró dal sellino della bici fino a quando avrai imparato a guardare avanti e tenere l'equilibrio. Non avere mai paura nella vita, perché la paura ti ripaga con i rimpianti, rubandoti la vita stessa. Fidati. L'uomo ha una dote particolare, la resilienza. Sorriderò nel vedere le tue ginocchia sbucciate. Avrai imparato la lezione e io sarò più tranquillo. Ti premierò, così troverai quel coraggio che ti permetterà di affrontare nuove sfide. Capiterà, anche, di muoverti occhiate di ammonimento. Capirai il significato nel tempo, sono sicuro che apprezzerai. Eviterò di importi le mie esperienze perché tu ne farai di diverse. A patto che tu sia sereno. Il mondo è tuo e spero tanto tu possa trovarlo bello. Tu stesso lasciati contaminare dalla bellezza. Migliorarlo se puoi, contribuisci. Credi in te stesso perché nessuno lo farà al tuo posto. Sii umile, c'è così tanto da imparare. Abbi un approccio costruttivo, mai distruttivo. Sii grato per le piccole cose, e non si tratta di accontentarsi. Le piccole cose alla fine si rivelano le uniche grandi cose che contano veramente. Fatti accerchiare dal bene. Evita le scorciatoie, di solito allungano la strada per finire nella scarpata. Ti voglio onesto e giusto. Potrai camminare col sorriso, andare a letto col sorriso e svegliarti al mattino ancora col sorriso. Non ti piacerebbe?

Ogni momento passato insieme sarà un'emozione che porterai custodita nella memoria del cuore. La tramanderai ai miei nipoti. I tuoi figli. La miglior eredità, penso.

Dunque, innamorati. Sembra una farsa lo so. Mi dirai: "siamo facilmente sostituibili, tutto finisce". Non oseró contraddirti, ma quando cadevi dalla bici e ti facevi la "bua" ti sei sempre rialzato. Se dovessi cadere a causa dell'amore, tu credici ancora e sempre. Rialzati. Non commettere mai l'errore di chiuderti a riccio. Evita ogni capriccio. Lascia perdere la rinuncia. Sii consapevole del tutto può accadere ma questo non deve precluderti l'amore, l'amare ed essere amati. Principalmente l'amare. Fidati di tuo padre. Il destino più vero per un uomo come per una donna è essere trasformati dall'amore. E quand'è così, l'umanità è fatta. 


Auguri,

Tuo padre.

Logo
3602 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (9 voti)
Esordiente
9
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large anatra.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ocram ha votato il racconto

Esordiente
Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente

Pieno di vita!Segnala il commento

Large dscf2817.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Martina Gerelli ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Bell'idea, alcune frasi sferzanti e "piene" al punto giusto.Segnala il commento

Large default

Maddacsc ha votato il racconto

Esordiente

🥀🌹Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Racconto che si legge d'un fiato, assai significativa la parte finale.Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20191110 005622 627.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

RoCarver ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Mi sono commossa, bellissimo. Mi è piaciuta molto la frase "Evita le scorciatoie, di solito allungano la strada per finire nella scarpata". Complimenti per come educherai tuo figlio. Segnala il commento

Large img 20180921 150726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Francesco Scarciolla

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work