Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Mal di stomaco

Di MMarianella - Scritto da Esordiente
Pubblicato il 10/11/2020

Quando gli spaghetti scotti non vanno giù e lo smalto sta finendo. Una piccola finestra sul padre di Gloria, sul marito di Sofia.

50 Visualizzazioni
17 Voti

Ho mal di stomaco. Di solito lo associo ad un senso di quotidiano, di routine, di ritorno alla normalità, in un certo qual modo sa di casa. Che poi, quand'è che non si ha mal di stomaco? Quand'è che, durante il giorno, quel groviglio che hai dentro smette di girare? Magari cambia direzione, quello sì, ma sono sicura che non smetta. Non smette mai, da quando ti alzi a quando vai a dormire. Inizia esattamente nel momento in cui stai sistemando il letto ed il telefono comincia a squillare. Oddio, papà, non adesso. Primo crampo. Cosa mai vorrà dirmi? Secondo crampo. Rispondo? Terzo crampo. Ed in quel caso bisogna proprio rispondere, a meno che non si preferiscano altri cinque o sei crampi in serie.

«Pronto?»

«Gloria...»

«Ciao papà.»

«Come stai?»

«Bene.»

Non potresti dire altro, in fondo. Anche perché ti stanno arrivando già due mail di lavoro. Due mail di lavoro con il punto esclamativo nell'oggetto, che avranno un'estrema urgenza di risposta. Allora quel "bene" serve, serve davvero a farti rispondere velocemente, a sbloccare quell'impass, a farlo cominciare a parlare, perché sono i "Problemi di spedizione mobile Luigi XVI" su cui ti devi concentrare. Apri la mail, inizi a rispondere e... no. La spedizione è ferma in dogana. C'erano allegati i documenti? Certo che sì. Ti ricordi fossero allegati, magari li avevi anche salvati, ma dove? Sono da rispedire con urgenza, e farlo mentre tuo padre si sta lamentando di qualcosa sembra la giusta soluzione, prima di aprire la mail numero due.

«Non ci sentiamo da tanto.»

«Non avevo questa urgenza.»

Anche perché l'urgenza è inoltrare i documenti, in quel momento. Fatto, ora la mail numero due.

«Ci sarai oggi, vero?»

La domanda giusta che mi verrebbe da porgli è se ci sia lui, perché questo sì che sarebbe un evento di famiglia, ma ancora una volta sembra più importante la "Cappelliera non pagata". Oggetto con ben due punti esclamativi.

«Ci sarò...» rispondo. Un'altra delle risposte classiche da enciclopedia di "Ciò che vorresti sentirti dire" o "La brevità di conversazioni potenzialmente infinite".

«È importante per mamma. La Clinica del Sole sembra davvero un bel posto.»

Davvero un bel posto, sì. Perché lui lo sa, anche se non c'è mai, anche se sta con Clara da dieci anni e crede di essere l'unico a conoscenza della cosa.

«Un bel posto, sì.»

Non riesco a dire altro, perché parlare e scrivere mi fa essere didascalica. Provare a parlare e girare una mail, ricordando dell'acconto lasciato nel quaderno sotto la cassa, inizia a diventare complesso. Anche perché, poi, le mail iniziano ad arrivare come lo spam quotidiano di qualche bel sito online, con la sola differenza che sia la stessa mail ad essere inoltrata. Quando Annamaria si agita, bisogna sedarla, o il suo mal di stomaco ti raggiungerà e lo vincerai per proprietà transitiva.

Torniamo a papà: sono certa che mi inviterà a mangiare fuori e questo mi fa guadagnare tempo. Se fossi su una pista, avrei appena doppiato il mio avversario di un giro.

«Sarai più tranquilla. Non dovremmo più occuparcene.» perché, in fondo, è questo che gli interessa, oltre a fingersi un premuroso occasionale.

«Magari possiamo mangiare insieme, dopo...» dice. E vorrà lasciare mamma a casa, per parlare da padre e figlia. Doppiato di due giri.

«Possiamo lasciare mamma a casa, con Mariella, farci una chiacchierata tra padre e figlia.»

Hai bisogno di soldi? Tre giri.

«Hai bisogno di soldi?»

A quel punto mi verrebbe davvero da dirglielo, perché ho finito anche di leggere le mail ed i dolori allo stomaco, ormai, sono solo ad intermittenza.

Vorrei dirglielo. Vorrei dirgli "Non li voglio i tuoi soldi, papà". Vorrei anche dirgli che no, non credo che sarò dell'umore di andare a mangiare con lui, dopo aver fatto visitare a mia madre il suo carcere per i prossimi venti o quindici anni di vita. Vorrei dirgli, "Ho paura, papà... ho paura per la casa, per le sue cose, se starà bene, male, se griderà, se si sentirà tradita, abbandonata, sola, perché sono tutte sensazioni che conosco bene". Non so se lei le ricordi davvero, ma di certo tu non le hai mai conosciute. Allora, lascio correre, evito perché so bene cosa dirti, a questo punto.

«Potremmo mangiare a casa, con mamma...» ma lui non è sicuro di riuscire. Si aspettava un pranzo veloce, magari in un bar del centro, ha da fare certe cose dopo.

È giunto il momento, i canonici minuti di chiamata hanno raggiunto i quindici, al solito.

«Credo di voler stare un po' con mamma.»

«Ma certo. Certo, Glo. Ti voglio bene, lo sai sì?»

«Devo attaccare.»

«A dopo.»

Sì, a dopo.

Logo
4517 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (17 voti)
Esordiente
12
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Aoh14girao7hnnuszpvts9mmakfkqrgdjcjr3lk6axxota=s96 c?sz=200

Giuseppe|Armillotta ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200920 194014 973.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giulia Annecca ha votato il racconto

Esordiente
Large 8b509458 88df 489a 8973 e6e92b53e611.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

ProfessionaL ha votato il racconto

Esordiente
Large ez27 277678995 10224295234402071 3440311918073166286 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Ottimo. Dica molte cose. Anche col non detto. Narra una storia familiare. A tratti struggente.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Ottima scrittura, colpisce e affonda.Segnala il commento

Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large ll mare dei surrealisti.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large amelie 1024x593.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore
Large whatsapp image 2022 04 02 at 13.44.08.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Ora i crampi li ho io, "perché sono tutte sensazioni che conosco bene". Brava Marianella. Incisiva, decisa, senza alcuna sbavaturaSegnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large foto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Rosanna Oberbizer ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Marco Verteramo ha votato il racconto

Scrittore

Una notevole onda d'urto Segnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large 70628358 189111868760977 7202426436156653568 n  2 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luciano Rossi ha votato il racconto

Esordiente
Large 138319914 3587147738030116 1524317747080685121 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

nadelwrites ha votato il racconto

Scrittore
Large 675e5471 05e0 4107 8ba7 e542a5b70562.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di MMarianella

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work