leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Manuale della sopravvivenza alla fine di una relazione

Pubblicato il 28/09/2018

20 Visualizzazioni
5 Voti

Piccolo (finto)manuale della sopravvivenza ad una relazione finita.

Eccovi lì con le mani nei capelli, a chiedervi il perché sia finita. Beh ecco la lezione numero uno: “nessun perché vi soddisferà mai”. Perché non vi soddisferà mai? Perché voi state una merda e di certo non potete pensare che tutto questo gran banchetto di sofferenza possa essere causato, in primo luogo, dalla persona che amavate e che vi amava e, in secondo luogo, pensate ci voglia una causa altrettanto potente, per un effetto così doloroso. Neanche questo è vero. Ma tranquilli, c’è la vostra mente che lavora per questo. La nostra cara amica mente ci vede stare una merda e dice “come posso aiutare questo tizio/a che mi ospita nel suo cervello?”. Ma certo! Lo/a bombardo di ricordi, così pensa tutto il tempo ai momenti contenti quando era innamorato. Iniziano quindi le duemila diapositive della vostra storia, (chissà perché non quelle dei momenti brutti), solo momenti ovviamente di immensa felicità. Non c’è niente di più sbagliato. Così voi con tutte questo foto-ricordo nella testa, vi fate un giro in quella speciale piazza, dove c’è la fontana della speranza, e vi ci attaccate senza riuscirvi più a staccare. E inizia così il loop infinito di diapositive + speranza che, come potete constatare, porta soltanto altra sofferenza. Benissimo, vi immergete in questo loop, in questo paradosso e provate a risolverlo. Ma non c’è niente di risolvibile in un paradosso. State davanti ad una porta murata, il trucco sarebbe chiuderla, ma capisco che nessuno di noi è in grado di farlo. Volete romperlo quel muro di mattoni. In effetti neanche io so bene come uscirne. Il mio consiglio è quello di ubriacarvi e mandare messaggi molesti la notte, fino a quando il processo di perdita di dignità non sia completato, fino a quando tutti gli sforzi non saranno vani ma ancora non ne avrete abbastanza. Però potete dire agli amici/che che avete combattuto con tutte le vostre forze la battaglia contro un muro di mattoni, armati solo della vostra molle speranza di riavere quello che vi è stato tolto. 

Logo
2073 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (5 voti)
Esordiente
5
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 15555454466582416039871372586699.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Maurizio Ferriteno ha votato il racconto

Esordiente
Large studio 20181207 231846.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

..... concordo, appena un fiiiiiilo di autobiografia.......Segnala il commento

Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore
Large c87c1a33ed3df05a138c807bcca7d0e2.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ne1s0n ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Ci vedo un fiiiiilo di autobiografia :D Ottimi consigli però!Segnala il commento

Large default

di Blanco Leche

Esordiente