Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Noir

Morte di un Commesso Pulitore

Di Federico D. Fellini - Scritto da Esordiente
Pubblicato il 17/01/2020

La Prima Stagione di Ariminum Circus, "Who is Who", si chiude con una morte misteriosa.

53 Visualizzazioni
15 Voti

«Kokoro! Chi ha lasciato cadere in rovina una cosa tanto bella, senza difenderla dall’arida furia del freddo eterno della morte?». Le parole del Pescivendolo rimbombarono nel silenzio della piazza buia, a eccezione dell’area in cui i faretti iridescenti Parentesi (di Achille Castiglioni e Pio Manzù per Flos) illuminavano i getti d’acqua della fontana trapezoidale, ideata da Maurizio Cattelan, a un centinaio di metri dal patio della Fortezza Bastiani.

«L’a fat un crest de signor… un bel salto!». Il Custode, che non era certo impressionabile, pareva colpito dalla vista che si era offerta alla compagnia di amici.

L’addetto alle pulizie era immerso per intero in un metro d’acqua fra le ninfee e i fiori artificiali – margherite, violette, papaveri. Sotto la struttura metallica del salice piangente BioUrban che allungava il proprio abbraccio verso di lui, non dava più segni vitali di Ofelia, quando era stata ritrovata nel fiume in cui si era immersa per l’ultima volta, o della Justine di Lars von Trier nella scena introduttiva di Melancholia – entrambe vestite da sposa, il buoquet stretto fra le mani.

«È morto» certificò il Piccolo Ed.

Il gruppo di amici si avvicinò al corpo d’acciaio a forma d’uovo. Chiunque abbia in casa un robottino per le pulizie sa che prima o poi finirà per incastrarsi in un angolo o impigliarsi nelle frange di un tappeto, ma quello che non farà mai è cadere da uno scalino, come pareva fosse successo a C1P8, commesso pulitore del lungomare di Ariminum.

«Coda d’una balena, a me sembra un suicidio in piena regola» affermò il Capitano.

«Cosa te lo fa pensare?» chiese il Maestro.

Il Capitano adottò una posizione da teatro greco e fece un profondo respiro.

«Sono d’accordo con lui. È il modello di punta della Knightscope, con base nella Silicon Valley. Persino gli automi domestici da poche centinaia di sesterzi percepiscono lo spazio vacante sotto un gradino e, in quel caso, sanno fare marcia indietro. Vi posso assicurare che C1P8, fra i sensori di tutti i tipi di cui era dotato, disponeva anche di quello». Il parere specialistico offerto dal Piccolo Ed, in attesa che il Capitano si spiegasse meglio, venne fornito con l’autorevolezza dell’esperto in materia.

La voce del Capitano assunse un tono aulico, adatto alla tragica circostanza. «La mia ponderata  opinione è che sia impazzito, ma non come le balene quando, incalzate da fiocine e arpioni, nuotando qua e là senza scopo, mostrano chiara, con le loro brevi e dense sfiatate, la frenesia del panico, simili agli elefanti di re Poro nella battaglia indiana contro Alessandro, obnubilati dal terrore. Qui siamo davanti a una follia ragionata, algoritmica. La Morte talvolta è la sola conclusione desiderabile e razionale di un’esistenza così fatta. Quando un robot prende coscienza di essere un insieme di codice programmato e alluminio, e nulla più, morire si palesa come un salpare per la regione di un nuovo Inesplorato; è soltanto il primo saluto alle possibilità del Remoto immenso, oltre Giove e le Colonne di Orione, i Giardini di Kensington e il Paese Al di là dello Specchio. Perciò io credo che il robottino abbia atteso che la locanda chiudesse, che non ci fosse più nessuno in giro, e in un sol colpo l’abbia fatta finita».

«E se si fosse ucciso per un amore non ricambiato?».

Il commento di Jay, colmo di compassione per lo sventurato commesso, attirò l’interesse del Custode: «Love, Death + Robots? Cam dit voialter… Eros, Thanatos & Automata?».

«Sì, forse è stato attratto verso quegli infiniti Pacifici da cui migliaia di Sirene  cantano: “Vieni, oh tu che hai il cuore spezzato: qui c’è un’altra vita”: per raggiungere la quale occorre pagare prima lo scotto della morte» convenne il Capitano.

«Il robot varca gli Oceani,

doma le fiere,

con l’Intelligenza Artificiale apprende da solo,

nel Cloud custodisce ogni parola e pensiero,

con lui oltre ogni speranza è arrivato il sapere della tecnica.

Ha escogitato ogni rimedio per mali irrimediabili,

ma alla morte non ha trovato soluzione.

Per questo è l’essere più stupendo e tremendo»

salmodiarono in coro i Pirati della Ciurma, che erano sopraggiunti.

«L’uomo è ordinato, prevedibile, programmabile: il robot è disordinato, imprevedibile, difettoso. Il robot può creare la forma perfetta del cerchio, ma rimane un cerchio incompiuto, un arco, l’arco che inizia con la vita e termina con la morte. Anche se…». Il Maestro lasciò in sospeso la frase.

«Alas, poor thing, rest in pieces» mormorò il Pescivendolo. Ma stava pregando per il robot o lo stava maledicendo? Magari canticchiava solo fra sé il pezzo rock dei Saliva; o forse emulava Dude Nukem, l’eroe videoludico sintesi di Ash Williams, Kurt Russel e Arnold Schwarzenegger.


Nota: Kokoro! Forma dialettale per “Accidenti!”. In ariminense la parola però significa anche “Dio mio!”, “sensazionale!”, “facciamoci animo", "spirito del mondo”, “sentimento”, “affetto”, “illuminazione interiore”, “memoria”, “computer”, “Pensiero Profondo”, “quarantadue”, “nulla".

Logo
4973 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (15 voti)
Esordiente
10
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Grissinotunatuna ha votato il racconto

Esordiente
Large default

mifrari ha votato il racconto

Esordiente

CIP8 riappare (ritrovamento del cadavere) nell'ultimo episodio della seconda serie. Mi piace questo "ritorno " dei personaggi.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Prosa da rileggere, frammentazioni, o isole per approdi, a volte evanescenze, altre segni forti e a tratti criptici. Onorato di leggerti!Segnala il commento

Large bd177824 d2fb 4a2e a04a 932874cb0846.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Philostrato ha votato il racconto

Scrittore

Platone e i suoi seguaci presentarono 4 modalità per fare anima: eros, dialettica, mania e thanatos. Metodo che può servire alle I.A magari.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Marco Verteramo ha votato il racconto

Scrittore

God save Lars! PiaciutoSegnala il commento

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large screenshot 20221107 000309 samsung internet.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor

continui a produrre un fumettone intelligente che attanaglia e non molla. forse (ma forse) indulgi troppo al citazionismo, ma ci sta.Segnala il commento

Large ll mare dei surrealisti.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Un finale di stagione che mi fa venire voglia di precipitarmi a scaricare la successiva in lingua originale coi sottotitoli in giapponese !Segnala il commento

Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Federico D. Fellini

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work