Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Romance

Nascita di un vero amore

Pubblicato il 01/06/2021

Storia romantica, con un tocco di paranormale, che inizia in un lontano futuro: Un vecchio morente racconta, su sua esplicta richiesta, all'infemiera che lo sta assistendo nei suoi ultimi giorni, la ricerca e la nascita del suo vero amore. Il flashback è ambientato nel Maine in epoca pre covid.

42 Visualizzazioni
13 Voti

Charlie, un vecchio di novantasei anni, era ricoverato ormai da diverso tempo alla Mayo clinic di Rochester, nel Minnesota, il miglior ospedale al mondo, da allora sua moglie non aveva mai abbandonato il suo capezzale, arrivando a dormire lì sulla sedia quelle poche ore di sonno che si concedeva ogni giorno. Erano gran brave persone e tutto il personale gli voleva bene come se fossero stati di famiglia. La dedizione di Mary non aveva eguali ai loro occhi... Ne avevano visti di pazienti assistiti dai loro coniugi o altre persone care in tutti quegli anni di lavoro ma non fino a quel punto: Lei non lasciava mai il suo capezzale, usava un pitale per i suoi bisogni e quelle poche ore di sonno che si concedeva ogni giorno erano dovute allo sfinimento e non alla sua volontà...il che faceva un notevole contrasto in un mondo così tristemente pieno di divorzi...in certi casi persino per futili motivi. Erano arrivati a festeggiare insieme le nozze di platino.

Tania, l'infermiera di turno quella notte, vide che Mary aveva ceduto al sonno e decise di trattenersi un po' più del solito con Charlie perché sapeva bene, era noto a tutti, che molto difficilmente lui sarebbe arrivato a vedere il Sole domani e non voleva che morisse da solo ma neanche svegliare sua moglie: Era inutile farlo poiché si erano già detti tutto tra cui teneramente addio e il ripetersi quanto si amavano. Si fece forza ma riuscì a stento a trattenere le lacrime nell'accostarsi… Non voleva rattristarlo. Sapendo che il capolinea era vicino si decise finalmente a chiedergli, cosa che finora aveva procrastinato, di raccontargli la nascita di quest'amore.

Lui accettò di buon grado e mentre narrava, era come se stesse rivivendo quegli eventi:

“Al liceo di Anson ero il più popolare e tantissime ragazze mi corteggiavano ma non Mary. All'ultimo anno, io decisi di dare a ciascuna di esse una vera occasione di conquistare il mio cuore iniziando a uscirci…una alla volta s’intende, sono sempre stato tipo da una sola ragazza. Iniziai a uscire con Emily, dandole modo di conoscermi molto più a fondo e avendo anch’io modo di conoscerla bene. Passato abbastanza tempo le chiese di dirmi, tra tutte le mie qualità, cosa amasse in me di più in assoluto e lei rispose che era la bellezza. Rimasi profondamente amareggiato. Le dissi che era una sciocca e superficiale in primis perché sono le qualità interiori a contare davvero poi perché la mia bellezza sarebbe comunque svanita nel tempo e così anche il suo amore, persino se io l’avessi voluta lo stesso e la lasciai.

Poi uscì con Sophie e quando anche con lei fu passato abbastanza tempo perché ci conoscessimo bene le posi la stessa domanda. Lei mi rispose che mi amava soprattutto per la mia intelligenza. Quella volta ebbi bisogno di tempo per riflettere prima di risponderle. Finalmente ero amato per una mia dote interiore, senza falsa modestia sono molto intelligente, eppure…non riuscivo a esserne davvero felice. Innanzitutto l’intelligenza è una virtù che le persone ricevono, oppure no, in dono fin dalla nascita, anziché una dote che s’impegnano ad acquisire e mantenere, già questo mi disturbava non poco perché appunto non avevo meriti nell’essere amato così.

Inoltre pur amando la cultura, io avevo a cuore molto di più lo sport mentre Sophie sottintendeva chiaramente che per conservare per sempre il suo amore io avrei dovuto vivere per sempre come un topo di biblioteca.

Non avrei sottratto tante ore allo sport e ad altri miei amati hobbies per dedicarmi solo alla cultura né mi andava di essere amato senza un merito effettivo così lasciai anche lei, dandole le dovute spiegazioni.

Lucy mi amò soltanto per il mio potere paranormale. A quel tempo era l'unica persona cui l'avessi confidato non perché lo volessi ma perché si rese necessario: Io ho il dono di capire se qualcuno sta mentendo o no. Ovviamente lasciai anche lei.

La successiva, Megan, mi amò per il mio grande coraggio, mi aveva visto salvare una donna da tre delinquenti che volevano violentarla. Ne fui molto felice e rimasi con lei ma una parte di me sentiva che potevo essere amato molto meglio di così e perciò mi sentivo anche un po’ triste.

Fu solo quando Mary s’innamorò di me che io capii cosa volevo davvero lasciando Megan per mettermi con lei. Quel giorno rischiai di morire, il fratello di uno di quei tre delinquenti frequentava il mio liceo e volle vendicarsi sparandomi un colpo di pistola: Non biasimava Paul per ciò che aveva fatto bensì me perché a causa mia era poi finito in galera.

Fu Mary a soccorrermi, venne in ambulanza e restò con me in ospedale, mi amò per la mia grande bontà: Infatti, benché fossi in fin di vita, perdonai il responsabile e non ebbi neanche una parola di rimpianto o rimorso per qualcosa. M'innamorai di lei perché m'amava: Finalmente ero amato nel modo giusto. Noi ci beavamo della luce interiore l'uno dell'altra. Da allora ci amiamo ogni giorno di più."

Tania testò il suo potere e scoprì che non mentiva. Charlie spirò serenamente poco dopo.

Logo
4993 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
13
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large depositphotos 61883317 stock photo cougar mountain lion puma panther.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il puma del Sîambù ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Cesarina Ansalone ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 021713.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Andreas ha votato il racconto

Esordiente
Large default

stefano querti ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Bentornata, sì... Storia carina, ben consegnata.. però mi sono chiesto perché è sempre il protagonista maschile, che vuole sapere cosa piace alle donne di lui, senza mai chiedersi, in fondo, cosa piaccia a lui, delle donne, quasi non gli interessasse, preso com'è dal proprio ego, così sicuro di sé. Ma forse, alla fine, ci si innamora anche perché sì è riamati, come succede nel tuo racconto. Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large ea21f666 ad06 4f66 9dc1 8399176a7da4.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

doktor ha votato il racconto

Scrittore
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Bruno Gais ha votato il racconto

Esordiente
Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Ben tornataSegnala il commento

Large la giraffa.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Kireina

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work