Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Noir

Nel nome del padre

Pubblicato il 19/06/2021

Durante la vita abbiamo momenti che restano a metà, tra un punto e l'altro di due condizioni diverse. Quella linea di divisione viene definita "liminale" ed è presente in tutti i riti di passaggio di cui è fatta l'umanità intera.

67 Visualizzazioni
21 Voti

Padre, proteggimi da ciò che sono, proteggimi da ciò che voglio. Io ti maledico per quello che mi hai fatto e soprattutto per quello che non hai fatto. In eterno.

A.B.

Sta delirando. Il mio vecchio padre è sul letto di morte dell'ospedale, verso i suoi ultimi istanti di vita, nel rito di passaggio che lo conduce alla morte.

Io sto affianco a lui stringendogli una mano con forza e con rabbia lo guardo e parlo con impeto silenzioso. Il mondo è fermo alla stazione tra ciò che nasce e ciò che muore come il sole sorge il giorno e cala la notte. La stanza fredda, buia e grigia. Due occhi che scintillano, i miei.

Non mi hai mai creato. Non ci sei mai stato. Io sono nato dal vuoto che portavi dentro e sono cresciuto dovendo imparare da altri e soprattutto da me stesso perché lo hai fatto? Perché, vecchio succhiacazzi di merda hai permesso che io fossi così? Mi hai distrutto senza mai crearmi!

L'aria manca, manca sempre quando le cose si fanno sottili, si sente la sua mancanza nell’immobilità delle cose ferme e ormai perdute, nell’immobilità che paradossalmente portano altrove. Manca il respiro della vita che non mi è stato dato, sono mancate le ali date da un padre che mi insegnassero a volare e così sono solo caduto tante e tante volte, sempre più in basso, nelle profondità delle tenebre dove sento di essere.

Ecco cos'è un angelo caduto. E’ una metafora del figlio nato senza il padre, dell’uomo che non ha avuto un maestro.
 E’ colui a cui è mancato il soffio creatore della divinità e che rimasto in fondo all'abisso ha dovuto da solo, tentativo dopo tentativo in una sofferenza interminabile di errori a imparare ad arrampicarsi sulla lunga scala imperniata di chiodi della vita per poi lanciarsi volando dall’alto sperando di non cadere più. Non sempre tutti ci riescono, molti muoiono sfracellati, divorati dallo stesso soffio che doveva portare in alto verso il sole.

Bastardo. Non ci sei mai stato quando avevo bisogno di te. Non ci sei mai stato neanche quando la mamma è morta di cancro, non hai mai neanche saputo cosa avesse. Non ci sei mai stato per insegnarmi cosa volesse dire stare con un’altra donna che fosse mia o semplicemente per tirare un calcio al pallone per vedere dove poteva arrivare… al di là del giardino”. L’infermiera passa dietro il letto in silenzio ma velocemente.
“Lurido. Figlio di. Puttana.” “Hai lasciato morire un tuo figlio appena nato perché non gli hai insegnato la vita e neanche te ne sei mai preoccupato…”

I battiti della frequenza cardiaca vanno sempre più lenti, un piccolo schermo rosso segna i picchi con dei bip che diminuiscono di ritmo man mano che passano i minuti.

Io… Io… ti odiato per la vita intera, non sono mai riuscito a chiamarti “papà”, non ci sono mai riuscito.”
Ma adesso sta esalando l’ultimo respiro. Delle lacrime scivolano via dai miei occhi, lascio andare lentamente la sua mano, sento la sua e la mia debolezza che scorre in un flusso univoco. Sento che un uomo, l’uomo che doveva insegnarmi ad essere uomo mi ha finalmente abbandonato. 

“Ma… io… io mi vendicherò.” 

Non riesco più a dirlo con convizione. In quel momento in cui c’è il passaggio liminale tra ciò che prima era vivo e ciò che dopo è morto, non sono più sicuro di nulla. Crollano tutte le mie certezze per ricomparire solo fuori dalla porta.Mi alzo senza riuscire più a guardarlo e cammino via veloce dalla stanza.

“Infermiera!”. 

Appena esco però mi fermano alla reception dell'ospedale e mi dicono che mi è stato lasciato un biglietto che mi porgono gentilmente, leggo queste parole: 

"Signor A. B. siete pregato di presentarvi al commissariato per una breve indagine che stiamo seguendo e vorremmo porle alcune domande. Commissario C. Carneval del reparto omicidi di R.".

Un brivido mi corre lungo la schiena. 

Logo
3760 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (21 voti)
Esordiente
17
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large thumbnail.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Frato ha votato il racconto

Esordiente
Large brid 1 n2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Artèmide ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Ci sono refusi nel testo, ma quello che arriva è così forte da far male.Segnala il commento

Aatxajyadwc3tifiizebdvave masraedsd8 smwqxrs=s50 mo?sz=200

Boiler Durden ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210718 221039.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Anle ha votato il racconto

Esordiente

Eppure, questo padre assente è più ingombrante di un padre presente. Quello che l'Autore voleva far passare, arriva tutto e lascia un retrogusto amaro. Ben strutturato, peccato per quel "affianco" Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large angel.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Nicolandrea Riccio ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Cesarina Ansalone ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large fb img 16192668291179157.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonella Avolio ha votato il racconto

Esordiente

L'allucinazione è lo spettro della tormentosa realtà , boccheggia il sangue.Segnala il commento

Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zoyd Gravity ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Ispirazione bellissimo!!!Segnala il commento

Large depositphotos 61883317 stock photo cougar mountain lion puma panther.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il puma del Sîambù ha votato il racconto

Esordiente
Large ritratto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

occhineri ha votato il racconto

Esordiente

Molto efficace, soprattutto laddove parli dell'angelo caduto.Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Lavori di bisturi e cesello. Il risultato è una crescente lacerazione. Complimenti!!!Segnala il commento

Large 49199479 758130297888306 1334725198208827392 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente

Molto realistico, molto ben narrato, ottimo stile. Impeccabile Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Interessante e, pur non nuovo, non banale.Segnala il commento

Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Andrea Trofino

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee