Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

No jab, no job

Pubblicato il 19/11/2021

96 Visualizzazioni
7 Voti

La policy: “no jab, no job” (traduzione: nessuna vaccinazione, nessun lavoro) si sta diffondendo a macchia d’olio in Europa, America e Oceania.

Il 19 novembre scorso il governo statunitense ha chiesto alle aziende private di andare avanti con l'obbligo della vaccinazione anti-Covid per i propri dipendenti, nonostante la Corte d'appello del Texas, Louisiana e Mississippi abbia vietato l’estensione dell’obbligo vaccinale ai dipendenti delle aziende private. "Il nostro messaggio è di continuare con queste misure e proteggere i lavoratori dal Covid. Il nostro messaggio resta questo e niente è cambiato", ha detto la portavoce della Casa Bianca. (Fonte: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Casa-Bianca-obbligo-vaccino-per-aziende-341fddae-3957-4b90-b46a-53f3191f07c9.html).

Il governo neozelandese ha reso obbligatoria la vaccinazione entro il 15 novembre scorso (prima dose) e il 1^ gennaio 2022 (seconda dose) per tutti i lavoratori che svolgono il proprio lavoro a contatto con il pubblico (bar, ristoranti, palestre, parrucchieri, estetisti, eccetera), per i professionisti della sanità, per il personale degli asili nido, per gli insegnanti, per gli agenti penitenziari e per le persone addette all’assistenza dei disabili. L’obbligo vaccinale riguarderà pertanto il 40% dei lavoratori. Fonti: https://www.nytimes.com/2021/10/26/world/asia/covid-new-zealand-vaccine-mandate.html

https://www.health.govt.nz/our-work/diseases-and-conditions/covid-19-novel-coronavirus/covid-19-response-planning/covid-19-mandatory-vaccinations

In Gran Bretagna, molti datori di lavoro non sono più disposti ad assumere candidati non vaccinati e stanno riscrivendo tutti i contratti dei dipendenti. Fonte: https://www.agensir.it/quotidiano/2021/3/3/coronavirus-covid-19-regno-unito-no-jab-no-job-senza-vaccinazione-le-imprese-non-assumono/

Ma la ciliegina sulla torta delle buone notizie sul fronte della lotta al Covid-19 arriva dall’Austria: la vaccinazione diventerà obbligatoria — per la prima volta in un Paese dell’Unione europea — per tutta la popolazione adulta, a decorrere dal primo febbraio 2022.

L‘Italia seguirà a ruota l’esempio austriaco, come è auspicato da gran parte della popolazione? La strada dell’obbligatorietà sembra l’unica percorribile per costringere a vaccinarsi coloro che si ostinano a sostenere la teoria antiscientifica che i vaccini contro il Covid (sperimentati su oltre tre miliardi di persone nel mondo) sono vaccini “sperimentali”.

La storia della medicina ci insegna che la tempestività delle misure adottate per fronteggiare un’epidemia è di fondamentale importanza. In Italia nel 1958 vi furono 8.000 casi di poliomielite, ma il governo avendo fatto scorta del vaccino Salk, autorizzò solo nel 1963 il vaccino Sabin a virus vivo attenuato (più efficace ma più rischioso del vaccino Salk). Secondo lo storico della medicina Giorgio Cosmacini, tale ritardo costò quasi 9.000 casi di paralisi e oltre 1.000 decessi da poliomielite. L’ultimo caso italiano di poliomielite risale al 1982, ma ciò nonostante la vaccinazione antipoliomielite è obbligatoria. I rischi della vaccinazione antipoliomielite ammontano allo 0,1%, a fronte di zero benefici, poiché dal 1987 al 1983 non si è verificato nessun caso di poliomielite in Italia (Fonte: https://bioetica.governo.it/media/1906/p20_1995_vaccinazioni_it.pdf). Tuttavia, la vaccinazione antipoliomielite è obbligatoria, in quanto la malattia potrebbe riaffacciarsi nel Paese a causa dei flussi migratori. Ne consegue che la valutazione del rapporto rischi/benefici per decidere se vaccinarsi o meno contro una malattia infettiva è un parametro fallace. 


Logo
3623 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (7 voti)
Esordiente
7
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large gecko 1373165 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Geco Dorato ha votato il racconto

Esordiente

Alla tua domanda retorica: "L‘Italia seguirà a ruota l’esempio austriaco, come è auspicato da gran parte della popolazione?" rispondo che il governo italiano ha le mani legate: un decreto legge sull'obbligo vaccinale esteso all'intera popolazione non potrebbe mai essere convertito in legge entro sessanta giorni, visto l'elevato numero di parlamentari del Movimento cinque stelle e della Lega. E non potrebbe essere introdotto neppure il Green pass "2G" (ossia rilasciato soltanto ai vaccinati e ai guariti) per poter lavorare, per gli stessi motivi. Il tuo messaggio è forte e chiaro (checché ne dica il commentatore che mi ha preceduto): il governo dovrebbe approvare TEMPESTIVAMENTE la legge sull'obbligo vaccinale, perché: "La storia della medicina ci insegna che la tempestività delle misure adottate per fronteggiare un’epidemia è di fondamentale importanza".Segnala il commento

Large 20220222 155255.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Alessandro D. Massa Larsen ha votato il racconto

Esordiente

Come informazioni va anche bene ma come saggio è solo un riassunto e non mi è nemmeno chiaro cosa argomentiSegnala il commento

Large depositphotos 61883317 stock photo cougar mountain lion puma panther.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il puma del Sîambù ha votato il racconto

Esordiente

Ma per caso qualcuno ti paga per questa propaganda che fai? Perché altrimenti su quest'argomento dovrebbe bastare dire soltanto una volta come la pensi e poi basta (come farò io). Naturalmente la mia domanda non vuol essere un'accusa né tanto meno una provocazione... ma semplicemente nasce da una constatazione. Puoi rispondere sotto il mio prossimo testo.Segnala il commento

Large cherry blossom 4974732 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

ItŌ Kiyoshi ha votato il racconto

Esordiente

Le notizie riportate sono tutte vere e le fonti attendibili: Rai News, New York Times eccetera. Il noto utente no vax e complottista di Typee che si cela dietro al profilo falso "Novalis" (non avendo neppure il coraggio di esprimere le proprie "opinioni" no vax) ha postato delle fake news, di cui non riporta — guarda caso — la fonte. Il testo è interessante e di grande attualità. Lo stile è poco curato: nella parte finale ci sono delle ripetizioni.Segnala il commento

Large la stradina.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonio M. ha votato il racconto

Esordiente

Emanuele Trevi sul Corriere della sera di oggi, 19/11/ 2021, parla di solco incolmabile tra "no wax "e "sì sì vax". Io con una mia amica no wax dopo aver discusso parecchie volte non mi è rimasto altro mezzo che lo scherzo e le mando messaggi tipo: "Qui i contagi aumentano. Tutta colpa di quei fottuti vaccinati! Bastardi fifoni di merda che temono la morte!" Non te lo prometto, ma per ogni tuo saggio su questo tema, cercherò di scrivere un breve racconto o dialogo. Il titolo del primo racconto sarà: "No Jab, no Fuck.Segnala il commento

Large 35546859 683587435316843 3447866515343278080 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Novalis ha votato il racconto

Esordiente

Propaganda fake: la verità è che l'amministrazione Biden sospende l’applicazione del mandato di vaccinazione del datore di lavoro per decine di milioni di lavoratori dipendenti, dopo l’ordine del tribunale L’OSHA ha sospeso le attività relative all’attuazione e all’applicazione dell’ETS dopo che 26 stati hanno intentato cause contro il mandato, così come datori di lavoro come il Daily Wire e lavoratori interessati come i piloti di linea... Calvin Freiburger Mer 17 novembre 2021 – WASHINGTON, (LifeSiteNews) – La Occupational Safety and Health Administration (OSHA) del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha annunciato questa settimana che rispetterà l’ordine di un giudice federale di sospendere l’applicazione del mandato del vaccino COVID-19 del presidente Joe Biden per decine di milioni di americani..la Corte d’Appello del Quinto Circuito ha temporaneamente bloccato il mandato su “gravi questioni statutarie e costituzionali”, poi ha respinto un appello dell’amministrazione Biden..i dati che indicano che la strategia di vaccinazione di massa per sconfiggere il COVID-19 è fallita.Segnala il commento

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large royal enfield 5919895 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Fabio88

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work