Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Non se ne pentirà, Sir

Pubblicato il 03/07/2020

Le tentazioni di un uomo che sta perdendo la sua virilità. Tra gli odori pungenti e la miseria della Cambogia, scoprirà anche quanto sia misero il suo cuore. Dedico il passaggio di stato agli utenti di Typee che con i loro commenti mi hanno aiutata a crescere, e ringrazio molto la redazione.

191 Visualizzazioni
42 Voti

I neon dei bar karaoke si riflettevano sulla strada fangosa che tagliava Svay Pak. Qualcuno cantava a squarciagola “my heart will go on”, mentre io guardavo i miei mocassini scamosciati, maledicendo il mio passo strascicato e le strade poco asfaltate della Cambogia.

«Hey man, massage?» mi sussurrò una ragazza, alzandosi da una sedia di plastica. L’ingresso era buio, l’unica luce proveniva da due statuine panciute del Buddha addobbate come alberi di Natale. Riuscivo a vedere solo i denti scheggiati del tizio dietro il bancone che mi porgeva la chiave sorridendo, “Lei è Kha Ly, non se ne pentirà, Sir”. La ragazza mi condusse lungo un corridoio illuminato da candele rosse, lo sguardo mi cadde sui disegni geometrici che la sedia di plastica aveva impresso sulle sue cosce. Serata fiacca, probabilmente. La stanza aveva il tetto basso e le pale pigre del ventilatore spostavano qua e là un profumo da quattro soldi. Kha Ly si stese sul letto, aveva una coroncina di fiori finti intorno alla caviglia. Accorgimenti esotici per turisti.

«Quanti anni hai?» le chiesi

«17»

Piegai accuratamente i miei pantaloni gessati e li deposi sulla sedia, poi mi coricai accanto a lei. Le goccioline di sudore galleggiavano sulla patina di olio che si era spalmata sul corpo. Cominciò a strusciarsi addosso a me, io cercavo di dirle «voglio solo dormirti accanto», ma sembrava non capirmi. Avvicinò il seno alla mia bocca, la zona intorno ai capezzoli era ampia e di un viola scuro. Incuriosito, accarezzai la pelle tostata e ruvida del suo seno, ma lei lo prese come un via libera e mi ficcò un capezzolo in bocca. Ci giocai senza convinzione, come se fosse una caramella umidiccia che mi propinava la nonna. Kha Ly mi strappò le mutande e il mio pene si accasciò sulla coscia, stanco e raggrinzito. Ebbe un sussulto per un attimo, ma fu solo per assecondare i miei colpi di tosse. «Sono vecchio ormai» le dissi rassegnato.

Lei mi guardò senza capire e afferrò quella protuberanza morta che avevo tra le gambe. Aveva le mani unte e calde e, massaggiando, intonò una strana cantilena nella sua lingua. Mi abbandonai, ipnotizzato come se il mio pene fosse un serpente in una cesta e la sua voce un flauto magico. Ero arrivato lì per morire in pace, senza vergogna né umiliazione. Mi sarei coricato vicino a lei, così giovane, e avrei chiuso gli occhi mentre il flusso della vita mi scorreva accanto. Morire dormendo, non era forse questo il desiderio più grande che potesse avere un vecchio? 

In quel momento, sentii il desiderio irrefrenabile di toccare le sue dita piccole e sottili, metterle in bocca, morderle. Lei sfoggiava un sorriso fotocopia guardandomi gemere, non sapeva che ciò che stava facendo era la cosa più simile alla vita che potessi ricordare.

Me ne andai a notte inoltrata. Le case sulle palafitte erano silenziose, ma nell’aria c’era ancora odore di brodo, carne arrosto, gelsomino e polvere. Camminai lungo l’argine del Mekong e, mentre guardavo le carcasse galleggiare, ripensai a mia madre che mi diceva «sposati o rimarrai solo!». Ma per me la gioventù era sempre stata un’idea talmente flessibile che non mi era mai sembrato troppo tardi. Non avevo mai pagato una donna per averla, ma non ero neanche mai riuscito a tenermela. Ero lì per seppellire la mia virilità, ma il desiderio di quella sera era stato così forte che mi era sembrato quasi un dono divino. Una seconda opportunità.

Aspettai che il buio calasse di nuovo, e tornai in quel bar karaoke. Mi accolse ancora il tizio con i denti scheggiati, e io chiesi di Kha Ly.

«Kha Ly è impegnata stasera» mi disse. Poi si sporse dal bancone e mi fece segno di avvicinarmi.

«Ho qualcosa di meglio da offrirle, Sir». Mi prese per il braccio e mi portò fuori.

«Sigaretta?» mi chiese

«No, grazie»

«C’è una tradizione qui, è una cosa che offriamo ai nostri clienti più … anziani» mi guardò e, non scorgendo nessuna espressione contrariata sul mio volto, proseguì «ecco, molti dei nostri clienti vengono qui e comprano una bambina cambogiana perché credono che sverginarla li ringiovanisca»

«Una bambina?»

«Sì. Questa sera ne avrei una per lei. Ha 14 anni»

«Non se ne parla». Me ne tornai in albergo con lo sguardo perso tra i fumi dei baracchini di cibo per strada. Passai davanti alle vetrine illuminate e non mi vidi come mi sentivo dentro, ma solo più vecchio e peggio vestito. “La morale è una questione di tempo”, avevo letto da qualche parte. Così mi accolse di nuovo il sorrisetto complice del tizio che, porgendomi la chiave, mi disse «Non se ne pentirà, Sir».

La stanza era in penombra, circondata dal frastuono continuo dei risciò e dei venditori ambulanti. Kieu era nuda sul letto e si mangiucchiava le unghie laccate di rosso. Mi sbarazzai dei pantaloni e avventai su di lei, come se volessi divorarla con i miei nuovi denti. La baciai sulle labbra, sapeva di latte.

«Tuo figlio non lo vedi più, stronzo, hai capito?» mi aveva urlato Anna quella sera. Avevo baciato Mirco sulla testolina per l’ultima volta, aveva l’odore di latte dei neonati. Non l’avevo più visto, se non qualche volta di nascosto. Ripensai a lui ormai uomo, ora aveva probabilmente quarant’anni.

Baciavo Kieu con rabbia, aggrappandomi ai suoi fianchi spigolosi e leccando i suoi capezzoli minuscoli. Era così piccola, avrei potuto impormi e lei non avrebbe fatto nulla, mi sarei sentito forte. Un barlume di giovinezza. Anche strangolarla sarebbe stato semplice.

Le mie mani che stringevano il collo raggrinzito di mia madre. «Fallo, figlio mio, fallo» mi sussurrava, «non voglio più vivere così», e io che fissavo il suo braccio martoriato da punture e flebo per non guardarla più negli occhi.

Baciavo Kieu tra le lacrime, scendendo lungo il suo ventre bruno e teso, affondando la testa in mezzo alle sue gambe. Sapeva di terra e di foglie morte. 

Logo
5778 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (42 voti)
Esordiente
30
Scrittore
12
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

È un anno che non mi affaccio su typee e vedo un'esplosione di qualità. Brava. Il soggetto non mi entusiasma ma sono gusti personali. La trama è svolta superlativamente. Si sente l'odio e la pietà sprezzante che l'uomo prova per se stesso. Il finale con il sapore di terra e foglie morte è devastante. Ormai l'uomo sente la morte ovunque e ha ragione. In fondo tutti sono morti in questi stato di non vita.Segnala il commento

Large screenshot 20220305 114205.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Verde ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Chiedidime ha votato il racconto

Esordiente

Molto bello, mi hai ricordato Marquez. BravaSegnala il commento

Large aef1279e 3569 4d57 bd84 489222bbd0ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta Spagnoli ha votato il racconto

Scrittore

E' un pezzo molto intenso e la scrittura, ricca ma mai ridondante, è perfetta. Brava.Segnala il commento

Large 11262011 10205534610276575 4722687293382208811 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Isa.M ha votato il racconto

Esordiente

Complimenti per il passaggio di stato! ;) Tema difficile, narrato con cura. Dettagli forti e vividi. Segnala il commento

Large default

Robydrum ha votato il racconto

Esordiente

Bello stile, secco come un cazzotto. Forse un po' troppa roba condensata in 5000 battute (senilità, impotenza, turismo sessuale, divorzio, morte della madre...). Comunque piaciuto, brava!Segnala il commento

Large cimg2750.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

albertomineo ha votato il racconto

Esordiente

Senza fiato, senza paroleSegnala il commento

Large img 5815.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefaniaSR ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210920 010535.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Valentina Raniello ha votato il racconto

Esordiente

Bravissima, Ro! Segnala il commento

Large foto 092.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giuseppe Buono ha votato il racconto

Esordiente

Il rewind di una vita che inesorabilmente va avanti! Molto bello.Segnala il commento

Large 35538742 34d5 4f84 9bf3 dd28e9f9b709.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Claudia Bucci ha votato il racconto

Esordiente

Ho sentito tutta la sofferenza che c’è in questo racconto. Complimenti!Segnala il commento

Large img 20180923 180113.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Fab McCraw ha votato il racconto

Esordiente

Molto bello, complimenti 👏👏👏Segnala il commento

Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente

Una danza delicatissima attorno al dolore e all'impossibilità dell'amore. Potrebbe essere Chopin. Congratulazioni Ro!Segnala il commento

Large img 1431.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Scrittore

Che bella sorpresa ritrovarti scrittore e sempre più brava. Racconto crudo ma senza toni melodrammatici, ambienti e personaggi che ti pare di vederli e toccarli, dolori diversi che mordono e si mordono tra di loro Segnala il commento

Large large australia.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Fiorito ha votato il racconto

Scrittore

Molto bello e crudo. Notevole la scelta di non disegnare un protagonista cinico e spregiudicato ma scosso dagli scrupoli, comunque insufficienti. Perfetto ed efficace l’inserimento dei due flashback. Veramente ammirato, complimenti!Segnala il commento

Large img 3163.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Maurizio Ferriteno ha votato il racconto

Scrittore
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large dsc 7781 graf.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laure h ha votato il racconto

Esordiente
Large the picnic party jack vettriano.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Daniela.A. ha votato il racconto

Esordiente
Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large received 1267490450302421.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Domenico Puleo ha votato il racconto

Scrittore
Large ez27 277678995 10224295234402071 3440311918073166286 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Stupendo. Sei sempre più brava. Un'immersione nel reale e nell'estremo, senza sbavature. Il dolore che viaggia da essere a essere.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor

la scrittura sovrasta il tema, al punto che l'atrocità è in sordina: è un pregio. racconto compatto, un girato sgranato e da mondo-movie. ambientazione originale senza un solo pelo patinato. sul passaggio a scrittrice sai, non aggiungo altro.Segnala il commento

Large amelie 1024x593.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore
Large 20220917 234924.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Bentornata e congratulazioni :)))Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Hai scelto un tema difficile per il tuo ritorno e te la sei cavata egregiamente. Ci sono alcuni passaggi eccelsi, ( sapeva di latte, ad indicare la sua condizione di bambina). Descrizione degli ambienti e atmosfere credibili, così come i pensieri dell’uomo. Bello e crudo ma visto l’argomento non potrebbe essere altrimenti. Passaggio meritatissimo, Ro.Segnala il commento

Aatxajxbil4nhlwbyv91uz0lzmcfxg1wvxml7zcnqw2d=s96 c?sz=200

Avalon ha votato il racconto

Esordiente

E fu così che la spada di Shannara colpì Kurtz.Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Brava Ro! Segnala il commento

Large s l500.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

Strazio e devastazione sapientemente raccontati. Stile eccelsoSegnala il commento

Large whatsapp image 2022 04 02 at 13.44.08.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Ammirevole la tua scrittura. Complimenti Rocio per il passaggio meritatissimo. Bello rileggerti.Segnala il commento

Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore

Eccellente. Hai scelto un tema difficile per celebrare il tuo passaggio di stato, ma hai vinto la scommessa a mani basse.Segnala il commento

Large img 20190103 150448.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lisa M. ha votato il racconto

Scrittore

Mamma mia, bello forte. Brava. Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Bello e atroce Segnala il commento

Large 138319914 3587147738030116 1524317747080685121 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

nadelwrites ha votato il racconto

Scrittore

Sembra il ritratto di uno degli ultimi affranti romantici. Bentornata su Typee Rocio, è bello averti di nuovo qui tra noi!Segnala il commento

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Marco Verteramo ha votato il racconto

Scrittore

Finalmente!!! :-) Soggetto complesso e atroce. Ne esci alla grandeSegnala il commento

Large whatsapp image 2020 05 23 at 21.38.14.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Stefano Adesso ha votato il racconto

Scrittore

Ottima atmosfera, merito in particolare di un senso per i particolari narrativamente rivelatori. Come i segni della sedia sulla coscia che significano serata fiaccaSegnala il commento

Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Bentornata, Ro! Sei tornata col botto. Bellissimo doloroso racconto,Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Sei uno spaccasassi Ro. Brava!Segnala il commento

Large 20200824 184010.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lerio ha votato il racconto

Esordiente

Brava Ro per il passaggio di stato. Il racconto è tremendo per l'argomento trattato, ma certo non dipende da te, anzi hai inteso denunciarlo. Forse in qualche punto, personalmente sarei stato anche meno didascalico riguardo le motivazioni del protagonista, le avrei suggerite non so. Resta il fatto che il pezzo dimostra la lungimiranza della redazione nell'averti promossa ;-). Tra Full Metal Jacket e Morte a Venezia..Segnala il commento

Large img 20191110 005622 627.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di RoCarver

Scrittore
Editor
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work