Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

OCCHI SU OCCHI

Pubblicato il 16/01/2021

Lo ripubblico, perché Christina dice che noi maschi agè dobbiamo sforzarci di essere più romantici. Ognuno come riesce. E questo è il mio modo esserlo. Almeno spero.

90 Visualizzazioni
21 Voti




Ho bisogno di guardare qualcuno negli occhi, stamattina.

Ieri ho passato la giornata a trastullarmi tutto da solo, e ora ho bisogno di qualcuno. Di qualcuno che mi guardi negli occhi, per farmi capire che ci sono.

Ho bisogno di ricevere uno sguardo. Un cenno di assenso, di qualcuno che muove appena la testa -dopo che l'ho fatto io - per salutarmi.

Ho bisogno di un " 'ngiorno " sbofonchiato anche distrattamente, tanto per sentire una voce. Una voce diversa dalla mia.

Anche perché ieri ho discusso colla mia fidanzata.

Lei ha salutato uno che a me mi sta sulle palle. Si è proprio fermata a parlare con lui. Due chiacchiere, del più del meno, niente di che. E io dietro, come un baccalà, a sentire quello che si dicevano.

Cose innocenti, ripeto, ma è tanto che non ho una storia, e mi sono accorto di essere geloso, di questa tipa qua. Che poi la conosco da poco. Però mi piace. E non mi ricordavo di essere geloso. Forse perché è troppo tempo che non avevo una storia, e la gelosia mi s'è accumulata, dentro. La famosa gelosia pregressa.

Appena gliel'ho detto, mi ha guardato stupita, e si è divincolata dalle mie braccia.

"Ma dici sul serio? Sei geloso di quello lì?"

"Non lo so, se è gelosia", le ho risposto. "Però mi da fastidio, che ti fermi a parlare con lui. Parlate del più e del meno, come se vi conosceste da anni, sembrate in confidenza. È io sto lì, come un merluzzo, ad ascoltarvi".

"No, Non siamo in confidenza" continua lei, "però lui mi parla con un tono simpatico, e mi piace ascoltare quello che dice. Ci siamo incontrati a un corso di scrittura, mesi fa, e ogni tanto ci incrociamo, perché abita da queste parti: e poi potevi intervenire anche tu, o no...!? Però a me piaci tu, se è questo che volevi sapere. Ma voglio poter parlare con chi mi pare" e mi guarda dritta negli occhi, per alcuni secondi, prima di sorridere."

Poi mi dice che sono ridicolo, e anche un pò stupido.

Ma dice anche che mi vuole bene. Altre due volte. Tre in tutto, perché me l'aveva detto una volta anche prima di dirmi che sono ridicolo. 

Io la ringrazio: di tutto, e glielo dico anch'io, che le voglio bene, guardandola dritta negli occhi. Ma una volta soltanto.  Lei non abbassa lo sguardo. I nostri occhi si incastrano tra loro. E io mi stupisco di quanto mi piacciono, i suoi: marroni, screziati un pò di verde. Uno sballo ottico: con quegli screzi verdi che sembrano ciuffi d'erba rotolati dal vento sopra una duna di sabbia, che non smettono mai di muoversi.

E poi, certe volte, continuiamo a dircelo l'un l'altra, e andiamo avanti anche per dei quarti d'ora, a dirci che ci vogliamo bene:

"Ti voglio bene, lo sai?:

"Anch'io ti voglio bene."

"Ma io di più!!"

"Figuriamoci, ti voglio bene più io!!:

"No no, ti voglio più bene io..."

"Davvero, mi vuoi bene?"

"Certo tesoro... ti voglio bene."

"Anch'io, lo sai, no!?"

"Lo so, però sentirselo dire, è un'altra cosa!"

"È vero, è un'altra cosa."

"Ti voglio bene, tesoro."

"Ti voglio bene anch'io."

E poi di solito, dopo tutte queste chiacchiere amorose, ci sbaciucchiamo per delle mezz'ore, come due adolescenti innamorati e arrapati, ma anche di più, alternando gli sbaciucchiamenti alle chiacchiere.

E alla fine, il più delle volte, finisce che corriamo su in casa, a fare l'amore, sul mio letto. Ma anche sul divano. Lei preferisce il divano. Perché è più "creativo", dice... sempre lei.

Ma da ieri non l'ho più sentita, la mia fidanzata. Non risponde ai messaggi, e fa suonare il telefono a vuoto.

E non posso neanche andarla a cercare. Perché non mi ha mai detto dove abita. Ci troviamo tre volte a settimana qui in piazzetta, proprio sotto casa mia, dove ci siamo visti la prima volta, due mesi fa. Mi è venuta quasi addosso, la prima volta, mentre camminava, scarabocchiando qualcosa sopra un taccuino. Anche lei scrive. E abbiamo deciso di scriverci, per un pò. Poi, dopo un mese, abbiamo pensato di incontrarci, tre volte a settimana: lunedì, mercoledì, e venerdi, dalle tre del pomeriggio, fino a quando abbiamo voglia, saltando il sabato e la domenica, che lei è sempre impegnata, non so a fare cosa: dice che lavora. Capita che dorma anche a casa mia. Cucino quasi sempre io: quando non lo fa lei. In cucina mi batte 4 a 3, con due punti di scarto, anche se non si vede, a raccontarla così. Spesso il vantaggio occupa poco spazio, perché è concentrato.

Alla fine credo che ci sia rimasta male per ieri, quando le ho fatto quella mezza sceneggiata. C'è rimasta male anche perché ci sono rimasto male io. E i due malesseri le si sono accumulati addosso, e dentro. Come un doppio svantaggio, che è sempre più invadente, dei vantaggi semplici, perché si lascia andare...troppo. 

Oppure non se l'aspettava, questa mia scenetta di gelosia. L'ho colta di sorpresa, e sta pensando a cosa dirmi. Forse ha capito che non faccio per lei. Ma è inutile che continui a pensarci.

Perché la fidanzata io proprio non ce l'ho: ma certe volte ho bisogno di inventarmela, tanto per guardare qualcuno negli occhi. In maniera diversa. 




Logo
4942 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (21 voti)
Esordiente
18
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente
Large 16241058739501293647282.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large la stradina.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonio M. ha votato il racconto

Esordiente

Che lusso poter inventare e scrivere!Segnala il commento

Large img 20200406 200913.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Annalisa Maitilasso ha votato il racconto

Scrittore
Large ritratto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

occhineri ha votato il racconto

Esordiente
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Grande ironia. Appunto perché non siamo obbligati a fidanzarci.Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Concordo con OndineSegnala il commento

Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente

Nel Combine Kitting, una variante del Continental Kitting, uno degli stili di tricotage più diffusi, il filato viene avvolto sul rovescio, così da cambiare l'orientamento dei punti (Wikipedia). Ecco il gioco che fai con il Lettore. La Fidanzata compare e scompare, ed è sempre presente nella sua assenza e assente nella sua presenza. Leggero il gioco, raffinata la matrice.Segnala il commento

Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

bello sí... per una serie di motivi mi sento affine a questo sentire Segnala il commento

Large 20210409 190335.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefanoS ha votato il racconto

Esordiente

Un bel pezzo che sa comunicare dove l'essere umano che legge sente. Segnala il commento

Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Lei ha salutato uno che a me mi sta sulle palle: ‘a me mi ‘ non si direbbe ma è carino comunque perché dà quasi l’impressione che il tuo spiritello bambino, un po’ imbronciato e rosicone si sfoghi e metta una doppia attenzione al tuo ‘io io’ centrale un po’ trascurato. Segnala il commento

Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente

Che romanticone! Bello mi è piaciuto 🙂Segnala il commento

Large eb6d3d34 7f2c 4393 99ce 3478fb85253e.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Christina Carol ha votato il racconto

Esordiente

Caro Franco sei stato molto sincero in questo racconto a dire cose che nessuno racconta di sé. Debolezze che non sono fighe perché non riguardano depressioni, deliri tanatofobici o tanatofili, mortitudini e filosofie profonde, ma debolezze vere. Sullo stile: magari si può levigare non lo so non me ne intendo, credo poco nell’editing credo poco nella scrittura omologata a certe regole tra l’altro contigenti, storiche e modaiole Dove sta scritto che devo show don’tell. Io voglio “tell dont show”. Voglio sapere quello che PENSA il personaggio. non quello che fa. Quello che fa lo vedo nella vita. Il bello del romanzo sono i pensieri condivisi. Entrare nel cervello. Segnala il commento

Large 13 36 00 6a00e54fcf7385883401b7c7499bb0970b pi.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente

ti sei trovato anche una scusa :)Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 3rhxngcgir821.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

dark chan ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210317 140852.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Enrico R. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee