Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

Ottimismo

Pubblicato il 02/12/2019

45 Visualizzazioni
16 Voti

Ottimismo è uscire di casa senza fondotinta. Per due motivi almeno. 

Il primo è il più evidente e scontato. 

A quarantuno anni abbiamo tutte una faccia un po' spenta, specialmente la mattina. Non abbiamo dormito, abbiamo un sacco di pensieri, abbiamo le occhiaie, abbiamo le rughe, di espressione certo, ma pur sempre rughe. A quarantuno anni vuoi uscire di casa senza mettere neanche un po' di BB cream e sperare che la gente che ti vede abbia una buona opinione di te e ti prenda sul serio? 

Ottimista. E coraggiosa. 

Il secondo motivo è più serio. 

Se la mattina sei uscita di casa senza mettere il fondotinta devi necessariamente essere ottimista, devi gioire e ringraziare il Signore o Chi per lui per averti concesso un'altra opportunità. Viviamo di routine. Ognuno la sua. Ci svegliamo, chi più chi meno, e in quello stato di semi-incoscienza che ci separa dalla prima cazziata in ufficio compiamo una serie di azioni codificate e rituali in sequenza senza ormai renderci più conto di cosa stiamo facendo esattamente. Se questa routine si spezza può succedere di tutto. Dobbiamo avere paura. Una giornata normale, soliti impegni, solita routine. Sveglia numero uno: ore 6 e 10 minuti. Sveglia numero due: ore 6 e 20 minuti. Sveglia numero tre: ore 6 e 30 minuti. Mi alzo, poggio i piedi per terra e sto un attimo ferma, giusto il tempo di capire se posso farcela. Cucina, caffè, bagno, doccia. Crema numero uno: antirughe. Crema numero due: anticellulite. Crema numero tre: anticristo. Tutto ad occhi chiusi. Mi vesto. E a questo punto sono costretta ad aprire gli occhi perché bisogna pur darsi un tono, bisogna fare almeno un vago tentativo di salvare le apparenze. Poi arriva il momento clou, il momento cruciale. Inizio a truccarmi in questo ordine preciso. Fondotinta, primer, ombretto, mascara, blush, rossetto. Fine, cappotto, esco. 

Oggi, 18 aprile Anno Domini 2019, dopo l'ennesima estenuante routine esco di casa e mi rendo conto di non aver messo il fondotinta. Ho fatto tutto giusto, tutto eseguito alla perfezione finché qualcosa deve essere andato storto. La routine si è spezzata, il fondotinta non l'ho messo. Me ne sono accorta guardandomi nello specchietto della macchina. La prima cosa che ho pensato è stata: che faccia di merda. Ma questo lo penso anche quando lo metto il fondotinta. Atterrita ho iniziato a ragionare su come sia stato possibile averlo dimenticato. Buio, vuoto, niente. Non mi ricordo nemmeno che strada ho fatto per arrivare alla macchina. Improvvisamente ho sentito un brivido, una sensazione di terrore, stupore e angoscia insieme. Ed ho iniziato a pensare che invece del fondotinta avrei potuto dimenticare qualunque altra cosa. Nella migliore delle ipotesi le mutande, tanto neanche oggi se ne sarebbe accorto nessuno. Nella peggiore il gas acceso, l'acqua aperta, esplosioni, maremoti, le cavallette e tutte le altre nove piaghe d'Egitto. 

Ottimismo. Grazie Chi per lui, pure oggi è andata bene.

Logo
2940 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (16 voti)
Esordiente
9
Scrittore
7
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large default

Indaco32 ha votato il racconto

Esordiente

Ritmo straordinario. Alla crema numero tre mi hai strappato una risata straordinaria. Quotidianità ben descritta.Segnala il commento

Photo

Mela Golden ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large index.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Re Cluso ha votato il racconto

Esordiente

Forse è solo per il fondotinta che non vorrei rinascere donna. Oppure mi farei crescere la barba.Segnala il commento

Large foto rocio marian ciraldo.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

RoCarver ha votato il racconto

Esordiente

Crema numero tre: anticristo. Bellissimo!Segnala il commento

Large 291786 273806129306614 239035103 nbis.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Dalcapa ha votato il racconto

Scrittore

Scrittura piacevole, scivola via, si fa leggere d'un fiato. Ironia, ritmo. Fotografia curata nei particolari e sfumata nei colori. Piaciuto Segnala il commento

Large img 1431.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Scrittore

Autoironico e spigliatoSegnala il commento

Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Aaue7mapsppwdqd4osijhuizm0awk5gsr yemegbwyjhnw=s50?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Divertito!Segnala il commento

Large img 2870.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Philostrato ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large 20190803 142034.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore

CarinoSegnala il commento

Large img1.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

Davvero bello e divertente, ben scritto, si beve d'un fiatoSegnala il commento

Large 20190721 162445.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Mi hai fatto ridereSegnala il commento

Aaue7mbyvdplxvqwjwi kv6rr6 tbfjzqp evygo7b8j8lq=s50?sz=200

di Chiara Emme

Esordiente