Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

Paris, j'ai peur de mourir

Pubblicato il 28/04/2020

39 Visualizzazioni
23 Voti

‹‹ Ciao, scusami se ti chiamo a quest’ora. E’ che… insomma io..›› la voce calda e addormentata di mia sorella mi sveglia nel cuore della notte.

‹‹‹Cosa, tesoro? stai bene?››

‹‹ No…cioè si…almeno credo. Non riesco a dormire e volevo dirti una cosa ››. Afferro meglio la cornetta del telefono e mi tiro su con la schiena. Guardo l’orologio. Le quattro del mattino.

‹‹ Avanti. Sono qui ›› le dico, cercando di mostrare un tono rassicurante . Lei non risponde, ma i suoi sospiri compongono una melodia a me familiare. La immagino portarsi una mano tra i capelli scompigliati dalle dolcezze del cuscino, cercare nel quadro di Monet davanti a sé le parole adatte per descrivere quello che le sta arruffando il cuore.

Vive a Bergamo da due anni. E’partita coi bagagli zeppi delle sue contagiose risate e ora vive nel silenzio più profondo. Lì la paura è reale. Si tocca con mano, ogni volta che il suono delle ambulanze arriva prepotente mentre si lava i denti, prepara il pranzo o fa zapping alla TV.

E non basta alzare il volume per coprirlo, perché si insinua con forza attraverso le finestre, si impregna nelle pareti , gronda dal soffitto di casa.

Il suono stridente della morte, però, l’altro giorno si è zittito e lo ha fatto nel giardino accanto. Il vicino con cui la mattina aveva chiacchierato della ricetta che avrebbe preparato per pranzo, è diventato una sagoma indefinita sui bordi di una barella. Ed allora il respiro le si è interrotto . Il terrore le è entrato nelle viscere.

Ho paura, mi ha detto subito dopo . E l’ho sentita tremare. Ho Immaginato il suo corpo esile vibrare, scomporle le ossa e le interiora. Il cuore diventava lo stomaco e lo stomaco diventava il cuore.

Perché quando scorge un timido sole ed esce sul balcone per controllare le rose del giardino, lì in strada, dove prima passeggiavano bambini, ora passano bare. E, allora , corre a chiudere le imposte, per rimuovere l'immagine di quel fiume di contenitori in noce con dentro la vita umana che non ce l'ha fatta.

Oggi non sono riuscita neanche a fare la spesa, mi aveva detto quel pomeriggio, con i denti che le battevano e le iridi svuotate.

Perché quel maledetto suono la perseguita anche quando è allo scaffale dei detersivi. E davanti all’etichetta della candeggina pensa che sia arrivato il suo di turno.

Allora esce di fretta dal supermercato e prende la strada di casa tenendo strette le buste della spesa, riuscendo a malapena a tenere saldi i piedi sul selciato. Sente la morte alitarle sul collo e quando riesce a seminarla, apre la porta d’ingresso, lascia cadere i sacchetti, e dipinge la traiettoria del suo respiro su una tela. Ogni volta.

‹‹ Cos’è che vuoi dirmi? ›› le sussurro dolcemente, lasciando trapelare una vena di malinconia che le arriva diritta in gola e le trattiene un accenno di pianto.

‹‹ Voglio vedere Parigi con te ›› risponde lei, singhiozzando.

Logo
2862 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (23 voti)
Esordiente
19
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 138319914 3587147738030116 1524317747080685121 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

nadelwrites ha votato il racconto

Scrittore

Ho apprezzato il fatto che hai messo in attesa il lettore, facendolo continuare sulla scia del racconto con la domanda costante in testa: "Cos'è che vuole dirle?".Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Dosi bene la paura e l'affetto, la solitudine e la comprensione, la malinconia e la speranza. Un bel raccontoSegnala il commento

Large 20210125 150118.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franz De Marenziana ha votato il racconto

Esordiente
Large screenshot 20200425 204116 instagram.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lestat ha votato il racconto

Esordiente

wow una delle piu belle che tu abbia scrittoSegnala il commento

Large 49199479 758130297888306 1334725198208827392 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Photo

marzia natali ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20190712 121547167 hdr.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Stéphane ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Scritto bene, conciso, forte, con alcune immagini potenti che continuano a lavorare, anche dopo la lettura. Si percepisce benne la solitudine, la paura della morte... la voglia di evadere. Segnala il commento

Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor

un report piuttosto inedito, per la fonte. il legame è forte, la paura anche.Segnala il commento

Large img 20210226 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Howl ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20191110 005622 627.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

RoCarver ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Non mi convince molto il suono delle ambulanze che "gronda" dal soffitto di casa e il cuore che diventa stomaco, mi sembrano metafore un pochino forzate. Mi piace però come hai calcato la mano sulle situazioni quotidiane in cui viviamo, facendole diventare quasi un film horror. Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Davvero si sente l'amore che legaSegnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

conosco bene tutto ciò ...Segnala il commento

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large haiku2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Gabry1978 ha votato il racconto

Esordiente

Struggente sicuramente. Ma riesci a descrivere bene il terrore della ragazza. Quasi horror come racconto. Forse, senza quasi. E' davvero autobiografico? Bare, denti che battono, iridi svuotate, scambio di organi. E poi ancora verbi come grondare, impregnare, usati nel posto e nel momento giusto. "E davanti all’etichetta della candeggina pensa che sia arrivato il suo di turno."...sa già di obitorio. Mi hai fatto paura! Dopo "Sepolto vivo" di Poe! Solo una cosa...fa portare con sè il Monet!Segnala il commento

Large 13 34 51 v2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Quanto amore Segnala il commento

Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large img 20210311 195802.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Valentina Raniello

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee