Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Erotico

Pensieri impropri

Pubblicato il 03/08/2019

53 Visualizzazioni
11 Voti



Ripubblico, dunque (senza emendanento alcuno, se non qualche leggero ritocco, qua e là) perché non so resistere alla pulsione di farlo....

                                                                   .................

Immagino bene la delusione che proverete  a leggere quanto sotto: abituati alla mie poesie sincretiche, alle immagini ricche di passione che sparpaglio qua e là,  ai miei raccontini semi seri che non rifuggono mai da una visione ironica e delirante del reale, vi troverete, ahimè, ahivoi, immersi nelle pulsioni sessuali di un uomo maturo, alle prese con le fantasie pornoerotiche che gli attraversano i pensieri (specialmente di mattina). Ma forse vi ho sottovalutati, dando troppa importanza alla mia presunta capacità di immaginare le vostre reazioni.

E dopo dopo questa prolusione paraculesca, vi abbandono alle conseguenza delle mie parole.

                                                            ..................        


Pensieri impropri attraversano gli strati adiposi del mio risveglio:

Da alcuni minuti sto coltivando la certezza che non m'interessa sapere l'ora; vorrei soltanto un drone cameriere che mi portasse un caffè al vetro e un budino di riso, con la crema che sborda...

Continuo a sbadigliare, e a palparmi l'improvvisa erezione che mi sono trovato in mano; è di un barzotto inoltrato, con quel residuo di morbidezza che promette un buon margine di progressione erettiva.

E adesso la voglia di un budino combatte con quella di un pompino: No, chiamarlo chinotto mi sembra davvero fuori luogo, e anche bocchino non mi piace per niente; sesso orale lo troverei addirittura straziante.

Un pompino è un pompino, e se non ve ne foste accorti,  fa anche rima con budino.

Credo che l'uso di termini appropriati, specialmente in campo erotico-sessuale,  sia da 

non sottovalutare. Molte relazioni sono implose a causa di un uso superficiale, oltre che inappropriato, appunto, del lessico-erotico-sessuale interpersonale. 

Tu stai ancora dormendo, beata. Ti passo una mano tra i capelli; fai una smorfia con le labbra, e muovi appena la testa.

Nel frattempo mi  accorgo che non sono neanche le otto e mezza, mentre ho  già un'ora di ritardo sulla mia  tabella di marcia.

Ma oggi è lunedì, e ho deciso di fankulare i miei soliti ritmi giornalieri. 

Anche il drone non si è visto, e tra  poco andrò a prendere il caffè al bar, visto che la miscela per moka casalinga è finita. Il budino non ce l' hanno, per cui dovrò accontentarmi di una fetta di torta alla mela, casareccia, però.

Ho scostato appena la tenda in cucina e ho visto l'inverno scorrere attraverso via Foscolo: Il nespolo al di là della strada, mi dice che si può resistere anche al freddo, in attesa che il tempo migliori; le sue grandi foglie, sembrano piccole mani rugose che hanno ritratto le loro dita, per proteggerle dal freddo.

Sono andato in cucina senza preoccuparmi di nascondere l'uccello che mi spuntava dal pigiama; tanto qui si alzano tutti dopo, e nessuno mi può vedere.

Tornato a letto mi sono accorto di avercelo ancora barzotto, molto barzotto; la cappella è morbida, quasi setosa, di un rosso porpora sontuoso, teatrale, dolcemente turgida e profumata di vaniglia.

Lo stringo con la mano destra; salgo e scendo, lentamente, finché vedo  apparire la tua mano che prende la mia, e continuiamo insieme, mentre le nostre mani libere si incrociano le dita. 

Ci avviciniamo e le nostre lingue si salutano,  giocando a rincorrersi;  ci mangiamo l'uno le labbra dell'altro, e sento i nostri respiri che si intrecciano; ti guardo, ma siamo così vicini che mi sembri Polifema, sorridi; forse pensi lo stesso di me. Chiudiamo gli occhi, e le nostre mani sovrapposte continuano  a massaggiarlo; adesso è duro, come un tronchetto della felicità, e sento che sto per venire, e anche tu lo sai, ma resisto...lasci la mia lingua, e scendi con la testa... lo inghiotti, lentamente.

Sento il caldo della tua bocca, umida, lo stringi con le tue labbra, lo mordicchi, mentre continui a salire, e a scendere...il mio piacere aumenta, sento che sta per esplodere...vengo...ti vengo in bocca, a fiotti, lunghi... tu mi segui, in ogni sussulto, accompagni ogni fiotto, fino all'ultima goccia, e ti nutri del mio seme, del nostro seme.....

Alla fine lo lasci  e mi guardi dal basso:  É ancora barzotto: ti guardo e sorrido, sorridiamo; Poi mi prendi decisa per le spalle, mi spingi sul letto, e ti siedi cavalcioni sopra di me, ti inarchi, apri appena le tue labbra in una smorfia di piacere, e ti infilzi dolcemente su di me. Poi ti abbassi, mi mordi il naso, poi le labbra;  stringi le mie cosce con i tuoi  polpacci, e segui i movimenti del mio ventre che affonda nel tuo, io ti stringo, con le mia dita che si aggrappano ai tuoi fianchi, e balliamo, balliamo, i nostri corpi si prendono e si lasciano, finché ne abbiamo voglia, ed io continuo ad averlo barzotto, quasi duro, e continuiamo a ballare, per sempre, a ballare a ballare......





Logo
4920 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
9
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large porto maurizio imperia 2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luxsandro ha votato il racconto

Esordiente
Large d504120d 8261 4d9c 8a4b 929afee27259.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ilyn Peyn ha votato il racconto

Esordiente

Scritto molto bene, apprezzo l'erotismo esplicito con un tocco di eleganzaSegnala il commento

Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Quando si dice senza freni inibitori... Allegramente lussurioso.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Ah, il nespolo!Segnala il commento

Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Anch’io eviterei la premessa...Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large 291786 273806129306614 239035103 nbis.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Dalcapa ha votato il racconto

Scrittore
Editor

La parte iniziale dei pensieri la trovo un po' costruita. Grandiosa quella dell'amplesso. Ironica, irriverente, divertente ed erotica. BelloSegnala il commento

Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee