Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

PERDITI. TROVERAI TE STESSO.

Di AL.PE - Editato da ALPE
Pubblicato il 23/05/2020

Grazie a coloro che mi stanno dedicando parole meravigliosi, commenti meravigliosi che ogni giorno mi fanno star bene e mi legano sempre di più a voi. Grazie anche alle poche critiche che sto ricevendo perché mi aiutano a capire altri punti di vista, anche se preferirò sempre il mio.

47 Visualizzazioni
11 Voti

Passiamo, o meglio sprechiamo, gran parte del nostro tempo davanti alla bilancia della nostra vita senza mai riuscire a darle un equilibrio; è snervante.

Cerchiamo di deviare il nostro percorso affinché la strada possa essere il più a lungo dritta, i bivi ci fanno paura perché "se prendessi la scelta sbagliata, dove finirei?" eppure la vita, quasi fossimo in un videogioco e lei ci inseguisse, trova sempre il modo di raggiungerci e metterci di fronte a quelle dannate scelte.

Affidarsi alla monetina è ormai passato di moda, nel momento in cui la guardiamo roteare in alto pensiamo di sapere cosa vogliamo realmente, ma quando ricade sulla nostra mano, abbiamo già cambiato idea.

Siamo punto e a capo.

Il problema è che la maggior parte delle volte vorremmo avere tutto: la causa, la conseguenza, la soluzione, la scelta sbagliata che verrà recuperata da quella giusta. Vorremmo avere il mondo nelle nostre mani per poter essere noi a scegliere chi dover far scegliere. Insomma, sarebbe bello essere i burattinai per una volta, piuttosto che marionette tra le mani di una tortuosa vita e un indeciso destino.

Ci dimentichiamo sempre che, nonostante ognuno di noi abbia una sola vita, abbiamo infinite possibilità. Dopo la scelta sbagliata non ci sarà nessun game over.

Avremo sempre l'opportunità di modellare le decisioni affinché si adattino perfettamente alle nostre idee.

Perciò perdetevi…e troverete voi stessi.


ALPE 

Logo
1423 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
7
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large img 1371.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore

Un'apologia della serendipity!Segnala il commento

Large ronald companoca   tutt art     31 .jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Elisa Hannan ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 05 23 at 21.38.14.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Stefano Adesso ha votato il racconto

Esordiente

Nessun game over è la questione fondamentale. Ricordarsi che la partita è salvata e se perdi puoi sempre riprovare?Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Esordiente

Lezioni di vita?Segnala il commento

Large foto0001.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente

I pensieri si rincorrono in altalenante apprensione, ma la vita scorre, comunque, e senza necessaria ragioneSegnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor

credo tu debba postare questi tuoi scritti - ma è solo la mia opinione - nella sezione autobiografica o non-fiction. pur se in un italiano ineccepibile, sembrano le dispense di un corso automotivazionale o i titoli de "La Torre di guardia". non avertene a male, ma "narrativa" credo sia altro. resta la curiosità di vederti alle prese con un vero racconto, non è detto che la corsa alla felicità e alla pace interiore non possano essere tema narrativo e non soltanto saggistico.Segnala il commento

Large screenshot 20191127 092728.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di AL.PE

Esordiente
Editor