leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Poesia

Persefone

Pubblicato il 07/06/2019

69 Visualizzazioni
12 Voti

Regina Demetra, dolce madre protettrice di popoli, signora delle messi e dea paziente. Proprio tu non hai voluto vedere come il tempo faceva maturare anche la tua bambina immortale?

Il tuo piccolo fiore, la figlia che sempre vuoi credere innocente, si è fatta grande, ma tu non vedi il sangue che le macchia il mento, non ne non odi le grida di gioia selvaggia, quando miete avversari con brutalità divina.

La credi figlia tua e del signore degli dei, una principessa figlia di re, dal portamento regale e di nobile discendenza, e non vuoi vedere la vera eredità che le hai donato: la furia dei titani, l’amore per il caos, l’assoluto disordine.

La credi ragazza innocente, lei che si bagna con gioia nel sangue delle genti cui porta la rovina. La credi purissimo giglio, lei il cui vestito bianco è perennemente macchiato di rosso.

Solo il dio della morte, quel tuo fratello meno amato, quello che credi più crudele, solo lui ha saputo vedere, senza averne timore, la furia di tua figlia. Lui solo ha visto il sangue che le bagnava le labbra e le colava lungo il mento, le unghie affilate e i denti aguzzi più della sua spada.

Lui solo, e lui per primo, l’ama e l’ha amata per tutto ciò che tu non hai mai accettato di vedere.

Credesti fosse lei portatrice di pace nel mondo di tenebre di lui, quando fu lui ad aiutarla a trovare la pace, ad aiutarla a divenire, da principessa del caos, regina dell’oltretomba.

Hai spinto il mondo a dimenticare tutto ciò che tu non hai mai voluto vedere, a crederla rapita dalla sua casa, innocente vittima di un dio maligno. Eppure, lui solo, baciando quelle labbra, sente ancora il sapore del sangue, e ricorda, e sa: la sua regina non è mai stata la ragazza innocente che tu vuoi credere.

Regina Demetra, che disperata vaghi per la terra alla ricerca di una principessa bambina: non hai partorito un giglio, un agnello innocente, ma una rosa con molte spine, un lupo affamato, un incubo inferocito.

Logo
1929 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (12 voti)
Esordiente
12
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large dada.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Etis ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Ellerrepi ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Irene ha votato il racconto

Esordiente

Interessante il soggetto, sarebbe bello sviluppare narrativamente questo lato "maligno" di Persefone. Scritto molto bene inoltreSegnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Interessante come interpretazione, anche se non la condivido. Mi piace lo stile che hai usato, le immagini sono molto evocative. Segnala il commento

Large immagine2.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

DONATO ROSSO ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1553014296220.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Caucasica ha votato il racconto

Scrittore

Bellissimo il lato oscuro di Persefone. Segnala il commento

Large gabbiano.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Vinantal ha votato il racconto

Esordiente

Non é poesia, ed è pura invenzione. Nel mito P. ogni 6 mesi torna da D. e fa rifiorire la terra... altro che lupo affamato e incubo feroce.Segnala il commento

Large 20190803 142034.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large documento 5 2.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Sir Bepi Halibut ha votato il racconto

Esordiente
Large p 20170930 131407 bf 1 1.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Italo ha votato il racconto

Esordiente
Large 526936c4 5502 4e36 b02d 07cd987108d0.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Paul Olden ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Capisco la difficoltà di categorizzare un testo di questo tipo, comunque non lo metterei in "Poesia" . In ogni caso bello, evocativo. Segnala il commento

Large default

di Elena_Vere

Esordiente