Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Pic nic... e poi (I racconti di alice)

Pubblicato il 01/05/2021

C'è il sole e l'aria che è dolce e c'è Gigi che pensa e si incanta e Assim che ama la vita e Alice che sta meglio... e poi ognuno ha un suo passato...

65 Visualizzazioni
28 Voti

Alice aprì gli occhi infastidita da qualcosa che le solleticava la guancia, e trovò Gigi sdraiato accanto a lei mentre giocava con una margherita e la guardava con aria indolente e seria.

- Hai dormito. Una coccinella ti ha molestato. 

Quadro originale e a suo modo tenero...

- Deve essere il tuo destino guardarmi dormire. E poi inutile sfogliare le margherite; il ‘m’ama non m’ama’, non ha mai funzionato.

Con movimenti lenti si alzò stiracchiandosi come un gatto, si mise il cappello a grande falde di paglia e fece un grande respiro:

- Che bello, non facevo un pic nic da almeno vent’anni.

Si chinò sul grande cesto ancora aperto sul prato da cui spuntava un set completo di piatti, bicchieri e posate . E aprì un thermos:

- Vuoi una tazzina di caffè?

- Sei bella con i capelli sciolti sulla camicia bianca e i pantaloni da esploratrice, mi piace quel colore…

- Color tabacco.

- Sarà per quello che mi piace…

Spiritoso e poi mi guarda sempre in modo così intenso ma la sua faccia poteva anche essere indecifrabile in fondo

Alice divagò:

- Quanto zucchero?

- Amaro.

E’ la prima volta che faccio un pic nic e non avrei mai immaginato di farne uno con te.  Perché alla fine io sono sempre stato invisibile per te… Comunque oggi sono in paradiso, sarà perché l’inferno lo conosco già.

Invisibile non è la parola giusta e quella faccia è difficile da dimenticare; anche con la margherita dietro l’orecchio.

Alice si versò il caffè e ci mise una zolletta:

- Sì, è un posto bellissimo si vede tutta la catena delle Apuane e si può stare su questo grande prato con gli olivi e il passaggio del fiume con le sue belle cascate gorgoglianti.

- Oggi hai un colorito diverso.

Perché continua a guardarmi così?… Ho sbagliato tutto e mi sono messa in un guaio...

- Marco non ti aveva mai portato qui? Eppure lui era di queste zone al contrario degli altri tuoi amori.

Che ne sa lui di Marco e dei miei amori e come si permette di impicciarsi poi

- Già ma lui ti portava nei locali chic del litorale.

Alice lo guardò infastidita:

- Sono io che mi portavo: nessuno mi portava. Sono io che mi portavo; se avevo voglia e quando mi andava.

Assim appisolato sotto un olivo fu svegliato dal suono della sua voce e si guardò intorno per un attimo.

- E’ stanco, troppo lavoro - disse Alice.

Gigi rimase impassibile mentre riprese a sfogliare la margherita e strappò l'ultimo petalo:

- Non mi ama…

- Perché anche fiori si sono stufati di essere strappati - disse piano - mi dispiace di aver svegliato Assim... lavora troppo. 

- Oggi voleva condividere il suo cous cous. Ti è affezionato. Gli piaci come mamma, come donna e come amica. Gli piaci tanto.

- Come nonna forse.

- E’ quella cosa che hai avuto sempre tu… io non sono bravo con le parole, ma anche da giovane sei sempre stata così… un po’ strega.. e lui non capisce cos'è...

Era stata una bella giornata ma ora era meglio rientrare e forse avrebbe dovuto parlargli e finirla con quel ridicolo siparietto

- Ciao Alice – Assim arrivò alle sue spalle e le porse un mazzolino di fiori di campo.

- Che belli! Grazie.

Gigi scoppiò a ridere

- Certo i fiori strappati da Assim sono più freschi…

Battuta cretina

Anche Assim rise:

- Spiacenti ma io devo andare all’osteria e fra poco attacco il turno. I tuoi stuzzichini erano stupendi Alice.

- E il tuo cous cous favoloso, devi darmi la ricetta; ho ancora un pezzo di torta di mele e un po’ di caffè.

Assim si passò una mano fra i capelli e sorrise:

- Mi prendi per la gola…

Aveva quel piccolo neo sul labbro superiore le orecchie piccole perfette e averlo così vicino le ricordava proprio Marco da giovane… ma ora ricominciavano i suoi malesseri.

- E’ buonissima. - la guardò - hai qualcosa di diverso oggi... I capelli?

- E' vero.

Lui si avvicinò e le diede un bacio sulla guancia.

Adesso ero rimasta stordita e come sempre mi lasciava quell'odore di salsedine e tabacco

Assim montò sulla biciletta e si avviò velocemente sulle strada sterrata.

- Ciao godetevela.

Ora rimasero in silenzio  Alice si appoggiò all’ulivo guardando le Apuane e godendo di quell' ultimo sole di fine estate mentre ascoltava lo scorrere del fiume.

Gigi si accese l’ennesima sigaretta:

- E poi ti vorrei anche raccontare della Mery…

E poi non c’è pace.

- Chi è la Mery un'altra delle comari con cui parli dei miei malesseri?

- No, E' la donna che mi ha salvato la vita.

Ah questa poi...

Alice aspettò che continuasse a parlare.

Ma non lo fece.

E io non lo chiedo...

Sai che albero è quello?

- No.

- E’ un nespolo. Grave per una che si risente per i fiori recisi.

Alice ignorò la provocazione, il sole era troppo piacevole e non voleva perdersi quel momento: lentamente si sbottonò la camicia, si tolse i sandali, sfilò i pantaloni e rimase con un costume intero bianco.

Gigi si incantò a guardare la pelle appena dorata e il cappello che le ombreggiava il viso e la facevano sembrare un'attrice del passato... di cui proprio non gli veniva il nome. E non azzardò.

- Secondo me stai molto meglio.

Alice sorrise dietro i grandi occhiali scuri e continuò a godere del sole pensando a chissà che...

Logo
4998 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (28 voti)
Esordiente
22
Scrittore
6
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 20210514 131431.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Racconti una donna non risolta, combattuta fra la voglia di vivere appieno ciò che la vita le sta offrendo e il timore di esporsi troppo e di soffrire. Alice rappresenta una condizione, tipica di tante donne. Lo evidenzi bene alternando il racconto con i suoi pensieri, a volte un po’ contradditori, e tipicamente femminili. Anche gli altri personaggi sono adeguatamente in parte. Attenta però a qualche errore di forma e di battitura.Segnala il commento

Large 20200611 011659.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Amid Solo ha votato il racconto

Esordiente
Large immagine 2021 04 24 184139.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Germinal68 (Sandro) ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large typee.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Umberto ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s50?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Brava!Segnala il commento

Large default

antonio locascio ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large 13 36 00 6a00e54fcf7385883401b7c7499bb0970b pi.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente

pace. con una certa agitazione che non smette di scavare.Segnala il commento

Large ac5a586f 7260 4633 afc3 967ff424c015.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Christina Carol ha votato il racconto

Esordiente

Sai una cosa ? Sei brava a descrivere. Mi piace molto come si veste lei. Un po’ atmosfera da film francese. Segnala il commento

Large 20210409 190335.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefanoS ha votato il racconto

Esordiente

Atmosfera rarefatta ma concentrata, per una elisse, che è un cerchio con diversi centri. Tensione e rilassamento.Segnala il commento

Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

fascinoso … sempre fine. mi sono affezionata ⭐️Segnala il commento

Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Una geometria mobile di relazioni in divenire, con i protagonisti che si muovono su ellissi affettive variabili, come dei pianeti intorno al sole, ognuno con le proprie traiettorie e le proprie derive di percorso. Ogni pianeta è un mondo a sé, ma nessuno può fare a meno degli altri, e proprio le differenze diventano motivo di relazione, nel senso più ampio del termine. Una scrittura leggera ma esaustiva, nel suo continuo "rivelare" le sfaccettature dei protagonisti che "modulano" la tua narrazione. Segnala il commento

Large 70628358 189111868760977 7202426436156653568 n  2 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luciano Rossi ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large spirit 2304469 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Fant'asma ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente

Incantevole! Come sempre ✨Segnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Ah le Apuane che scintillano al sole...quanta grazia!Segnala il commento

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Molto bello... romantico malinconico e pieno d’amore!Segnala il commento

Aatxajzvyxqvudgmxxgp4btgupoaorat voinw8fa7ie=s50 mo?sz=200

Cassiopea ha votato il racconto

Esordiente

C'è come un presagio nero nella dolcezza. Mi è piaciuto molto.Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

C'è nel non detto una parte di mistero che sadicamente ci lasci supporre ma non ci riveli mai. Sei molto brava, crei grande aspettativa: le 5000 battute si esauriscono in un momento, e si resta sospesi. Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Racconto delizioso, con lo scorrere lento dei pensieri che s'alternano ai suoni umani. E quella frase: "anche fiori si sono stufati di essere strappati", è l'essenza di Alice. Segnala il commento

Large screenshot 2020 10 27 07 35 59 526 com.google.android.apps.photos.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Ondine

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee