Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

Pomeriggio estivo

Pubblicato il 17/08/2017

Alle sei del pomeriggio la stella incandescente somigliava ad un grosso barattolo di miele liquido che,inclinato,colava adagio ma inesorabile il suo zucchero caldo nella pozza d'acqua sottostante..immobile essa rice

20 Visualizzazioni
5 Voti

Il sole mi è entrato nelle vene e ha trasformato tutto

in oro.

Elizabeth von Arnim

Alle sei del pomeriggio

la stella incandescente somigliava ad un grosso barattolo di miele liquido che,inclinato,colava adagio ma inesorabile il suo zucchero caldo nella pozza d'acqua sottostante..immobile essa riceveva lentamente tutto quel bendidio addensandosi in filamenti lucidi,e me lo restituiva in ondate calde

e dense su viso e corpo.

Solo ora,alle sette,

piano piano mi stacco dal lettino al quale mi ha tenuta incollata,lo strato di pelle invernale dal colore verde pallido si è staccata,leccata via dalla salsedine..appare un rivestimento color cuoio,liscio,omogeneo,compatto,

lucido,dall'aspetto impermeabile.

Sono sola adesso,il brulichio sulla spiaggia interrotto,il richiamo del mare e' forte,in fondo lo scoglio nero mi aspetta,la testa sott'acqua alla ricerca di refrigerio e le braccia a percorrere la distanza.Sulla roccia solo spuma e vento che mi percorre soffiando freddo sulla pelle bagnata in un sali e scendi di brividi.In alto e' la prima luce in cielo ad accompagnare il ritorno sulla riva,abbandonata.Solo Mario,il bagnino,a chiudere  ombrelloni mi chiede se è tutto ok e intanto mi fa segno,il telo abbandonato sul lettino da riporre e' il mio ed e' ancora sporco di sabbia.Non sono pronta ad abbandonare il mio posto al sole per tornare alla frenesia della città e fare i conti con una nuova realtà,scomoda all'inizio,ma che ora sta entrando pian piano nella quotidianità dei miei pensieri:un figlio..ancora non mi rendo conto di ciò che mi aspetta,il diretto interessato non ne è ancora al corrente,preso com'è dai suoi interessi:computer,file,app e quant'altro questa cosa sara' per lui..una scocciatura,da risolvere nel breve e non riparlarne più.Sento già troppo vicina la sua arroganza,il modo in cui vorrà difendere la sua libertà,la sua indipendenza,il diritto a vivere come vuole,mentre tutto cambia non vorrà adattarsi come invece il mio corpo sta facendo,creando un piccolo spazio caldo e accogliente.Come affronterò la discussione ancora non mi è chiaro,sarò ferma e decisa a difendermi,a difendere la vita.

Paola.

Logo
2136 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (5 voti)
Esordiente
5
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large large australia.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Paolo Fiorito ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20180924 wa0002.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Danilo ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1455357798620.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente
Large kefia.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Large 217245 108064892611657 1678963 n.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Michele Pagliara ha votato il racconto

Scrittore
Large img 2701.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di paola_luce

Esordiente