Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Umoristico

Premi letterari sull'isola

Pubblicato il 06/01/2022

A due amiche di cui - per rispetto della nota omertà sicula - non posso rivelare l’identità: Silvia Lenzini e Laura Chiapuzzi.

330 Visualizzazioni
40 Voti

Nella vita reale sono pragmatica, determinata, razionale, al limite di un rigore cartesiano che riconduce il senso della mia vita alla ragione e al cogitare. Per contro, di notte perdo i freni inibitori e mi abbandono a sogni faraonici che farebbero impallidire d’invidia Tutankhamon e tutte le dinastie egizie e sicuramente creerebbero un grave complesso d’inferiorità in persone notoriamente umili: Napoleone, Hitler, Stalin, Mao Zedong, Kim Jong-un.

L’altra sera, per esempio, ho sognato di vincere un premio letterario, giusto una “cosetta” per abbellire il mio studio invaso di libri che non ho scritto io, ma tutta gente raccomandata: Dostoevskij, Tolstoj, Goethe, Hemingway, Pessoa, Szabò, Màrai, Hugo, Balzac, Dumas, Mann, Hesse, e così via.

Nel sogno la giuria è composta da persone dall’indubbia equità, serietà e competenza: mio marito, i miei tre figli, mia madre, alcuni parenti stretti e gli amici più fidati. A presiederla sono due scrittori di Typee: Silvia Lenzini e Laura Chiapuzzi, che per ovvie ragioni mi danno del “lei” e fingono di non conoscermi.

Il pubblico in sala è in delirio e io sono così emozionata che l’udito mi gioca brutti scherzi, mi sembra di sentire “Fateci uscire”, ma sono sicura che è un difetto di trasmissione sonora: il teatro è pieno oltre la capienza massima.

In camerino sono intenta a ripassare l’eye liner (maledetto chi lo ha inventato, ogni volta che tento di usarlo rischio di accecare come Omero e sulle mie palpebre appare l’Ecg di un cardiopatico).

Mi dò un’ultima occhiata allo specchio: somiglio a zio Fester della Famiglia Addams, ma non mi lascio intimidire dalle apparenze, le persone intelligenti sono belle “dentro”. E poi, uno “scrittore” del mio calibro - non mi riferisco alla lupara, ma ai 160 centimetri d’altezza (non uso il metro, perché i centimetri mi fanno sentire più alta) per un peso pari a 16 millesimi del Pil del Turkmenistan, meno i grammi dei porri rimossi a Vespa, più i denti finti di Nicolas Cage - non ha certo bisogno di ricorrere a patetici trucchetti.

Sbircio da dietro il sipario. I posti in prima fila sono occupati da persone che indossano lo stesso abbigliamento: una camicia bianca, con maniche molto lunghe, annodate dietro la schiena. Penso che gli stilisti siano davvero pazzi, non sanno più che inventarsi. Poi osservo meglio: caspita! Ci sono un sacco di nomi veri e nick name di Typee in sala! Ne ho persino riconosciuto qualcuno: Ezio Falcomer, che esige una degna “Presentazione dell’Autore”, parla con Enrico Graograman che ripete che un vero autore è come “Il bambino senza faccia” o “Il figlio degli eroi”. Interviene Franco 58 che sostiene a ragione che uno scrittore megalomane e narcisista può solo produrre arte “Barocca”. Roberta si avvicina al trio e proclama che “I nomi incisi a mano” valgono meno delle parole incise col cuore. In un angolo della sala ci sono: Antonio Tammaro, Arthur Yorg, Domenico Puleo, Paolo Basso, Howl, Paul Olden, Lorenzo V, Jean per Jean, Filippo di Lella, Tiziana Fraterrigo, LoSteno, si tengono discosti, ma non per superbia o ritrosia, al contrario, hanno compreso il potere delle parole e non amano sprecarle. Esulto di gioia quando scorgo: Giampiero Pancini, con i suoi “Cannolicchi”, buoni quanto quelli di Palermo; Davide Marchese, che per la nobiltà d’animo promuoverei a Duca; Katzanzakis, che ha assunto il nome di uno dei maggiori poeti del XX secolo, forse perché non sa quante volte anche lui ha raggiunto le alte vette della Poesia; Marco Verteramo, che usa un libro di Baudelaire e il nick name Il Verte per nascondere il dolore che lo attanaglia davanti alla crudeltà umana. So che non pretende di cambiare il mondo, è un uomo leale a cui basterebbe che nessuno osasse godere del male che sparge intorno a sé. C’è Italo, che cambia di posto come se avesse smarrito qualcosa ma non sapesse “cosa”; e Palu, con la faccia di Braccio di Ferro e la scrittura buona come solo le parole scelte con cura sanno essere. C’è Clarissa Kirk che scrive di un mondo alieno, forse perché ha paura del “nostro” mondo, parla con “K”, e sembra si capiscano. E io penso a quanto sia strano che in un mondo tanto complicato, in fondo sia facile comunicare, se si vuole. Barbara è in piedi e sembra intimorita dal fracasso, Laura Camposeo invece sorride a tutti: sembra un cucciolo smarrito. Vicino a loro ci sono le poetesse di Typee: Loretta 68, Sofia Nebez, Tella, Violeta, Blu, Ondine, Emil Moltenis, Grazia Demurtas, Helena. C’è anche Nuzzi con loro, una bella voce: calda e tagliente. Ognuna rappresenta il bello dell’arte: ma ciascuna a suo modo intinge le parole nella carne. C’è Chiara Pesenti (che io ho ribattezzato “Poche parole e tutte pensanti”), insieme ad Antonietta Cocco e Antonella Avolio, e Cinzia M che sembra dirmi “Non farlo”. Ma io sono testarda e mi concentro sulle mani di Annacod, che somigliano a quelle delle levatrici che raccontano di nascite e vite, e su MMarianella, con i suoi brani sul declino umano e le paure. Sento la voce delicata di Roberto (Frato) che parla di “Un mondo quadrato”. Andrea Trofino assente e gli risponde che se continua così “Lo specchio si rovescia” e finiamo tutti a testa in giù. Coscienza Fantasma- che prende nota di ogni discorso -, dice ad alta voce che “Sono punti di vista”. Ma so che alla fine il mio Folletto scriverà che siamo una comunità di recupero: sì, il recupero del senso e del valore delle parole. Gap è convinta che ogni cosa ha la sua “Logica”, e Hollyy sostiene che “Non si cambia”. Penso sia vero: un carnefice è tale anche se si finge vittima e chi è marcio sino al midollo, resta tale e, al massimo, si limita ad aumentare la gravità delle sue menzogne. Entra Bruno Gais a petto nudo e occhiali da sole. Giuseppe Messina lo apostrofa: ti sei vestito “Vagheggiando tra le distrazioni”? Intervengono Urbano Briganti che esclama “Benvenuto”, e Carlomariavadim tenta una battuta di spirito per stemperare gli animi. Imago risponde che è solo “Erotismo” giovanile e non c'è niente di male. Calamaio è distratto da un vecchio ritornello: Hai penna e calamaio? Sì! C’è qualcuno che ti ama? Sì! Mi vuoi dir come si chiama? No. E il gioco finisce lì.

Cerco tra il pubblico Umberto Chiri, vorrei incrociare il suo sguardo e sorridergli, mi spiace non vederlo ma so che “Ovunque sia Murviedro”, lì è uno degli uomini migliori sulla faccia della Terra. Mi mancano Alberto Mineo, Paolo Sbolgi, Mario Monfrecola, Luciano Rossi, Stefano S, Esteban Espiga. E non so che darei per vedere Marghe Mesi e Ro Carver.

Si è fatto tardi: lancio uno sguardo di gratitudine al pubblico presente, faccio in tempo a vedere Verde e Verdeacqua, non nel senso che vado in tilt: la prima è arrivata alle “Sette e un quarto” e l’altra ha la “Sciarpa rossa, cappello arancione”.

Silvia e Laura stanno ancora discutendo: “Vai tu!”, “No vai tu!”, “Ma sei matta?”. E io penso: “Che care, non sono come quelle primedonne che litigano per mettersi in mostra”. Poi Silvia lancia in aria una moneta e salta di gioia: “Ho vinto. Ho vinto. Vai tu”. Laura non fa in tempo ad accettarsi che sia uscita davvero “Croce” che con una spinta Silvia la manda sul palco. La stimata autrice di “Se Dio è minuscolo” cerca di mimetizzarsi con il tendone rosso, ma è vestita con un elegante abito di seta nera! Il suo viso è così paonazzo che non si distingue dallo sfondo. La gente pensa sia un fantasma decapitato e urla di terrore. Ma Laura si fa coraggio, suda, farfuglia, poi finalmente reagisce: “Scrittori e scrittori, buonasera”.

Parte un coro di fischi femminili (più eleganti e acuti di quelli maschili) che raggiunge le ventimila leghe sopra i tetti. Il teatro rischia di crollare.

Esce Silvia determinata a prendere in mano la situazione. Con la sua vocina pisana cinguetta: “Scrittori e scrittoresse, scrittoratrici, scrittorie. Eh che cazzo. Non mi ricordo più il femminile di scrittore”.

Da dietro il sipario si sente un gemito: è Laura che esorta “Vai avanti, ti prego. Non ti fermare”.

Silvia spiana il foglio e legge:

“Gentile pubblico, a seguito della votazione effettuata con criteri inoppugnabili dalla giuria selezionata dopo rigorosi controlli dagli organi competenti, Adriano Giotto è risultato vincitora dei seguenti Premi:

- Nobel per la Lettertortura, per il saggio breve “Le parole sono polline, e io soffro di rinite allergica”.

- Premio Strega Magò, gentilmente offerto da Scopetti electric, azienda leader in scope volanti con sellino imbottito e specchietto retrovisivo, per il racconto autobiografico “Paura di volare”.

- Premio Cappiello di Merlino, per l’opera “La tabaccaia fuma sempre due pacchetti, anche se ha un enfisema ai polmoni.”

- La Bombarda del Borlotto, per il racconto “Il broccolo di Pechino”.

- Bancarella dell’usato, per la poesia “Il silenzio non mente, ma se ti puzza l’alito ti prego usa una mentina”.

- Andersen altroven, per la poesia “Ai poeti che sgranan versi rompi le falangi con rami di cipressi”.

Lo scroscio di applausi è tale che mi sveglio, salto giù dal letto e cerco il metro. Mi sa che dovrò buttare via “Delitto e castigo”, “Guerra e pace”, “I miserabili”, “Faust” e “Novelle per un anno”, per fare spazio ai premi futuri.


Ps: forse manca qualcuno all’appello, ma si sa, l’età avanza e la memoria si accorcia.

Ridiamo, di tanto in tanto, ché il riso è il più potente esorcismo contro il dolore. 

Ma la scrittura è una cosa seria e chi “gioca” con le parole non comprenderà mai il loro peso. 

E poi, come sostiene Walter Siti, anch’io sono convinta che: “La letteratura non possa fare a meno di essere impegnata”. 

Dunque lascerò il brano per un po', poi raggiungerà quelli che ho ritirato perché mi piace pensare che sarò ricordata per l'impegno.

Nb: per onestà devo ringraziare il Sig. Fabiani, che mi ha fatto notare che "Chiapuzzi" si scrive con una sola "p". Ma si sa, noi siculi siamo generosi e raddoppiamo molte consonanti.


Logo
9847 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (40 voti)
Esordiente
25
Scrittore
15
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Grazie ❤️❤️❤️❤️❤️Segnala il commento

Large pc310451.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

eli ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210307 143015.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Emil Moltenis ha votato il racconto

Esordiente

Ti perdono, essere tra le grandi poetesse del sito è un onore. Bel testoSegnala il commento

Large 20210427 021713.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Grande Adriana e grazie (ma lo sei che Emil è un uomo?!) 💜Segnala il commento

Large ez27 277678995 10224295234402071 3440311918073166286 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large io.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

carlomariavadim ha votato il racconto

Esordiente

Eh, Adriana, splendido questo tuo racconto spiritoso!!! Sei proprio brava... e colta, anche, e assai. ComplimentiSegnala il commento

Aoh14gjaydde0xx0klmdn8xav1mkmg25dbcq0nyke6jl=s96 c?sz=200

Signor Fabiani ha votato il racconto

Esordiente
Editor

E invece, caro “Anonimo”, ti sbagli. Questo racconto è una fan-fiction, e se a te non piacciono le fan-fiction, è solo ed esclusivamente un tuo gusto, rispettabilissimo, ma che non può essere utilizzato per giudicare la qualità del testo. Anch’io, per dire, non sono d’accordo su alcune cose – che “la letteratura non possa fare a meno di essere impegnata” la trovo una posizione molto discutibile: chi lo decide qual è il livello minimo di “impegno”? – ma questo nulla ha a che fare con il testo in sé. Che anzi, ti dirò, è pure scritto bene, tutto sommato. Certo, tutte quelle “battute annunciate” (del tipo, Silvia cinguetta: “…”; Laura replica: “…”; Io penso: “…”; e così via) lo appesantiscono parecchio, e lo rendono un bel po’ artefatto, ma sono correggibili con uno sforzo alla fine ragionevole, quindi non sono un gran problema. Nota, piuttosto, come l’intera sequenza narrativa sia sostanzialmente tutta “qui e ora”, e in buona parte filtrata dal Punto di Vista dell’autrice-protagonista (pur con qualche invasione del Narratore Onnisciente, che però capisco non sia facile da abbandonare per chi è abituato a usarlo, e che comunque non degenera mai nello Scrittore Invadente). Insomma al di là dei gusti (che non contano: perché i gusti sono come le palle, ognuno ha le sue) il testo oggettivamente non è male.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

No, non mi è piaciuto, è inconsistente , autocompiaciuto e puerile: ma per esprimere un'opinione qui bisogna per forza dare un voto (sarebbe opportuno poter dare un voto negativo, in questo caso l'avrei fatto volentieri). Detto ciò, mi scuso per l'invadenza: senza avvedermene sono entrato in una stanza privata o riservata a un' élite, non lo farò più. Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Esilarante e ben scritto... Segnala il commento

Large 20210422 011503.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente

Sei unica, grazie!!!Segnala il commento

Aitbvmn9kh65yby ogvcejb6t0c4ekoulwdw5ansbn6q=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200606 wa0004.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Loretta 68 ha votato il racconto

Esordiente

Che peccato non averlo letto prima!!! Mentre leggevo mi sono immaginata tutto con il sorriso Difficilissimo a parer mio scrivere un testo che strappi dei sorrisi, vorrei esserne capace Bravissima Adriana e grazie per avermici messa in mezzoSegnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

grazie Adriana, che ci sei e che bel titolo, anche. le isole sono speciali, come te💙Segnala il commento

Large screenshot 20220305 114205.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Verde ha votato il racconto

Esordiente

Davvero una bellissima idea! Mi sono divertita molto nel leggerlo, ed è scritto secondo me in modo ineccepibile, niente da dire se non cose positivissime! Grazie mille per avere inserito anche me, sarebbe bello riunirci tutti e tutte:)Segnala il commento

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Strepitoso! Spero di essere uno di quelli con la camicia strana con le maniche annodate dietro la schiena! Grazie per l'affetto.Segnala il commento

Large thumbnail outlook image.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

GAP ha votato il racconto

Esordiente

Adriana, ti ringrazio per la citazione. Però permettimi di rettificare la frase: io non sono convinta che ogni cosa ha una sua "Logica", io ho paura di quella "Logica" che vedo fin troppo applicata attorno a me. Avevo scritto quel pezzo subito dopo aver letto "Il rinoceronte" di Ionesco. Grazie.Segnala il commento

Large default

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

non ci credo neanche un po', al fatto che tu l'abbia sognato :) però si sente che ti sei divertita a renderci personaggi. buona scrittura, Adriana, seria o meno che sia. e grazie della generosità.Segnala il commento

Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Anche solo che sia riapparsa Marghemesi mi fa contenta, e poi sarebbe davvero bello nutrirsi dell’energia di tanti talenti. Grazie di avermi citata. Sorprendente racconto :)Segnala il commento

Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente

Hai trasformato il nostro Typee ne "Il bar sotto il mare". Tutti noi convenuti a raccontare storie completamente diverse, dentro la cornice fantastica (è meraviglia o è realtà?), che sei riuscita a creare. Da cantante ti sei trasformata in direttrice d'orchestra; ma anche quando intrecci e armonizzi le parti di tutti canti, cara Adriana. Grazie per questa delizia di pura cordialità, sopraffina umanità, briosa creatività.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Che sogno meraviglioso e quanta bella gente! Sarebbe proprio bello incontrarsi e ridere ridere ridere. Grazie Adriana, bravissima come sempre.Segnala il commento

Large bbbbbb.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20201104 wa0000.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Howl ha votato il racconto

Scrittore
Editor

Sei un'anima bella Adriana. Ti mando un abbraccio forte. Grazie per avermi menzionato, e grazie per questa serata :) Segnala il commento

Large fb img 1455357798620.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente

Grazie Adriana! Ci siamo conosciute poco, perché io ero in partenza o quasi. Però hai avuto un’attenzione per tutti che è ammirevole. Nello spirito “ vero” di Typee ;)Segnala il commento

Large thumbnail.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Frato ha votato il racconto

Esordiente

Divertentissimo e pieno di ironia con spirito. Molto brava Adriana, accetta anche il complimento di un semplice ammiratore. Ciao, Roberto.Segnala il commento

Large ef3fdfd2f39a4f5d4a9f5557c0f21246.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente
Large forrestgump.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Jean per Jean ha votato il racconto

Scrittore

Gran bella serata. Segnala il commento

Large img 20180626 wa0139.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

FilippoDiLella ha votato il racconto

Esordiente

Mi piacciono gli angoli, spesso hanno un che di rassicurante... Credo sarebbe una riunione divertente! Grazie per i sorrisi regalatiSegnala il commento

Large img 20210428 111521.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonio Tammaro ha votato il racconto

Scrittore

Riconoscersi e riconoscere i personaggi in cerca d'autore al di là della scrittura o forse proprio attraverso la scrittura, creare legami e ancorarli come si fa con le barche in un porto non del tutto sicuro. Ecco vedo nel tuo premio trasognante e ironico la vera essenza di typee, quella riconoscenza che, al di là delle storie, lascia qualcosa che resta. Scritto divinamente! Segnala il commento

Large capture%2b 2021 07 31 21 27 16 4.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Calamaio ha votato il racconto

Esordiente

Grazie Adriana, anche per il ruolo da mezzo pazzo del gruppo :-)Segnala il commento

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Marco Verteramo ha votato il racconto

Scrittore

Dice bene Laura. Pochi leggono, e rileggono e poi ancora, con l'attenzione che meritano tutte le opere proposte. Tu in questo sei speciale, a volte troppo buona, ma sempre lucida e distaccata nella critica. E non ti arrendi mai. Segnala il commento

Large 20211027 120919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

AnnabelLovecraft ha votato il racconto

Scrittore

Assolutamente fantastico. Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Sai cosa mi è piaciuto di questo brano? Oltre al fatto che è intelligente (la cultura quando c’è si palesa anche se si scrivono cose leggere) esilarante e ben scritto, come lo sono tutti gli altri tuoi testi, quelli seri.:) Mi è piaciuta l’arguzia con cui hai citato tutti i colleghi typeeani, mostrando con quanta attenzione li segui, ( esagero se dico amore?) tanto da formulare per ciascuno di loro una piccola caratterizzazione, basandoti sui loro lavori e forse, solo per qualcuno, su una conoscenza che si è attuata attraverso conversazioni virtuali e scambi di opinioni. E poi, poi mi sono divertita per il ruolo che mi hai affibbiato, che onore! e anche per l’abito da sera nero. È proprio quello che avrei scelto per un’occasione così. Ti confesso una cosa: ho davvero l’ansia da palcoscenico e difficoltà a parlare in pubblico. Ma come hai fatto a saperlo?Segnala il commento

Afdzucrfic hvttxbbi5bd2dxmsn8nqbsbyutj9nruu2lw=s96 c?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore

Cara Adriana, mi hai fotografato in un dialogo con Ezio. Hai indovinato dove mi metterei per parlare di tutto e di nulla :-D. Molto divertente e un saluto a tutti!Segnala il commento

Large paolo basso foto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Basso ha votato il racconto

Scrittore

Cara Adriana, grazie per il calore che mi hai fatto sentire, e per avermi fatto uscire da questo guscio: ne avevo bisogno. Saluto caramente tutti gli amici di Typee e mi scuso per la mia indole di orso, per la scarsa partecipazione, ma le caverne possono diventare delle trappole infernali.Segnala il commento

Large img 20220815 054701.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Italo ha votato il racconto

Scrittore

Una vera è proprio "Réunion" di tutti i typeeoti, peccato che non ha sognato il premio vinto da me. Quello "Straneisse" per la "Superficie corrugata delle cose" che non so se hai letto. (Insieme al premio "Very modestia") Ciao buona serata, simpaticona, hai scritto una cosa leggera e divertevole che ci voleva proprio.Segnala il commento

Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente

Ma che bello. Beh i miei mondi non sono tanto alieni sono anticipazioni, profezie. Vedrete😁Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Adriana. Grazie per questa levità piena di intelligenza e senso di amicizia! Ciao da Davide!Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Geniale. GrazieSegnala il commento

Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Grazie per la dedica, Adriana. Ho riso tanto per il mio intervento sconclusionato e sgrammaticato, con una sola frase mi hai ritratto alla perfezione. In realtà sto continuando a ridere. E, Laura, mi dispiace per lo spintone! Mi è scappato! E ti ringrazio Adriana anche per avere nominato tanti di noi, presenti e assenti. Forse hai dimenticato qualcuno, ma ti perdoneranno - alla nostra età la smemoratezza è qualcosa di più di un vezzo! Un brano leggero, divertente, intelligente e affettuoso.Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Adriana Giotti

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work