Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Prima del nostro tempo

Pubblicato il 24/06/2022

Il breve racconto dell'ultima mattina di un uomo che ruota intorno ad una riflessione tanto vera quanto banale.

56 Visualizzazioni
13 Voti

La mattina dell’incidente, non assaporai con calma il mio caffè, non mi feci la barba, non mi lavai i denti e non salutai mia moglie, né guardai negli occhi il nostro cane prima di uscire.

Ma mi alzai di fretta, andai a controllare la posta elettronica e gettai un rapido sguardo oltre la finestra, per poi lamentarmi del brutto tempo.

Non scelsi accuratamente la camicia da indossare, ma presi semplicemente la stessa che avevo indossato il giorno prima, e forse quello prima ancora, e che avevo dimenticato sulla poltroncina verde petrolio della nostra camera.

La mattina dell’incidente, indossavo una camicia sgualcita e il mio alito puzzava e continuavo ad imprecare per il maltempo.

Non mandai al diavolo il mio capo che mi voleva lì entro venti minuti mentre io dovevo ancora assaporare il mio caffè e farmi la barba e scegliere cosa indossare e lavarmi i denti e provare ad apprezzare persino un giorno di pioggia e soprattutto guardare negli occhi il mio cane e salutare mia moglie prima di uscire.

Malgrado avessi già 40 anni, non avevo ancora deciso che cosa fare da grande e conoscevo bene il significato del termine “figlio”, ma non ancora quello di “padre” e tutto ciò che sapevo fare era obbedire al mio capo e a tutti i suoi capricci.

Quando arrivò, non avevamo ancora ultimato il progetto della nostra nuova casa, né fatto il viaggio che sognavamo da una vita ed io non avevo neppure imparato a chiedere perdono.

Stavano a quel punto le cose, quando uscii di casa e chiusi la porta alle mie spalle e mi incamminai verso il vialetto, ancora imprecando per il maltempo, ed entrai in macchina, dopo aver rischiato di scivolare almeno un paio di volte.

Arrivò quel giorno e mi trovò così: puzzolente e impreparato e senza ancora averle confessato il gran segreto.

Si è trattato solo di imboccare male una curva e probabilmente lo stesso aveva fatto il tir di fronte a me.

Lo stereo dell’auto stava ancora suonando a tutto volume il mio pezzo preferito quando vennero a recuperare il mio corpo riverso a faccia in giù in una pozza di pioggia mista a sangue.

“E a modo mio, a modo mio, sono contento un giorno anch’io… e a modo mio, ringrazio Dio, oggi la storia la faccio io, a modo mio!”

Avevo sempre saputo che sarei morto in un giorno di pioggia mentre da qualche parte suonava, malgrado tutto, un inno alla vita.

Ogni cosa era immobile ed in silenzio quando mi gettarono addosso qualcosa, forse un lenzuolo, e mi portarono via.

Provavo a dire loro che non avevo tempo da perdere, che il capo mi stava aspettando in ufficio e che dovevo ancora assaporare un ultimo caffè e terminare la nostra casa e avere un figlio e dire a mia moglie che la amavo anche se le stavo nascondendo quella cosa da ormai troppo tempo, ma che non contava niente perché io la amavo davvero…

Ma le parole rimasero incastrate nella mia bocca serrata, muta, morta.

Non avrei più avuto altre occasioni, morirono tutte insieme a me in quella mattinata piovosa e non ce ne sarebbe più stata un’altra in cui poter scrivere nuove frasi o correggere vecchi errori commessi in qualche pagina precedente.

Così, pensavo a questo mentre mi portavano via.

Vivere non mi era mai venuto facile, ma forse morire ancora meno, perché solo allora realizzai che a volte in questa vita siamo già morti prima, ben prima del nostro tempo.

Logo
3290 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
11
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20220509 wa0004.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Anacleto ha votato il racconto

Esordiente

Ben scritto :-)Segnala il commento

Large default

sarino ha votato il racconto

Esordiente
Aitbvmkoeqtvvrbktmrataioffzvx 2sak9nphnatha2=s96 c?sz=200

Anna Genna ha votato il racconto

Esordiente

molto bello.Segnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large bbbbbb.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200410 070021.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco Battaglia ha votato il racconto

Esordiente

Caustico e inevitabile. Sappiamo tutti che un momento verrà, immaginato e custodito in mille e mille pensieri, infinite fogge, facendoci rimpiangere tutto quello che non avevamo fatto fino a quel momento, tranne, forse, scrivere qualcosa per Typee.Segnala il commento

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Sì, malinconico e come una spirale ti porta dentro al personaggio, alle sue bassezze e alla sei speranzeSegnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

ben scritto e malinconico al punto giusto (forse solo nel finale tocca un luogo comune). Segnala il commento

Afdzucogxgozww9r2bddn5oxorcfoudf0xpyqly5jh8z=s96 c?sz=200

Giuliano ha votato il racconto

Esordiente

Soggetto classico, per certi versi. Ma ben scritto, direi. Benvenuta.Segnala il commento

Large 88581d2c 735a 4eec 8194 b80201833878.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paola Zaldera ha votato il racconto

Esordiente

Splendido. Benvenuta e complimenti!Segnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20220618 135807.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

lAm!bisko ha votato il racconto

Esordiente

Bell'esordio LadybrettSegnala il commento

Large immagine.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di ladybrett512

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work