Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Avventura

Quel giorno nel bosco...

Pubblicato il 06/06/2021

L'avvistamento di una chimera nel bosco, da parte di suo figlio Luke, sprona Sarah a raccontare un'avventura della sua infanzia di cui non aveva più parlato a nessuno da decenni. I pochi elementi fantastici qui servono solo allo sviluppo della trama. Evito alcuni tag per non spoilerare.

40 Visualizzazioni
11 Voti

Come ogni anno la famiglia Brooks era giunta alla fattoria White per trascorrervi le vacanze estive. I due bambini, Rachel e Luke, erano come sempre felicissimi di trascorrere lì le vacanze: La fattoria comprendeva svariati acri di terreno... l'unico piccolo neo consisteva nella proibizione assoluta, da parte di Sarah la loro madre, di avventurarsi nel bosco... lei sosteneva che era pericolosissimo e li avrebbe messi in punizione se li avesse scoperti a disobbedirle su questo.

Quella volta però Luke non resistette alla curiosità e alla sete di avventura così approfittando del gran da fare che avevano tutti, comprensibile essendo appena arrivati... tra bagagli da disfare e tutto il resto, andò di nascosto verso il bosco, tanto era sicuro che non l'avrebbero mai scoperto.

Tornò non molto tempo dopo,spaventatissimo, gridando e correndo a rotta di collo. Quando si fu calmato abbastanza da poter parlare raccontò di avere avvistato una chimera nel bosco e di esserle sfuggito a malapena. Mentre correva ogni tanto, istintivamente, si voltava indietro a guardare e così aveva notato che il mostro non l'aveva più inseguito una volta rientrato nei confini della fattoria, quasi come se al pari di un vampiro gli servisse un invito esplicito per entrarvi, solo che era così terrorizzato da non fermarsi comunque fino a casa.

I nonni finsero di credergli, suo padre Mark e sua sorella Rachel non gli credettero per niente. Solo sua madre mostrò genuinamente di credergli... ma non gli evitò comunque la punizione: due settimane senza videogiochi. Mark non si capacitava di come sua moglie credesse a una sciocchezza del genere e fu a quel punto che lei iniziò a raccontare senza fermarsi:

" Quando avevo sei anni un mattino, mi svegliai dopo aver sognato una mappa del tesoro che conduceva nel folto del bosco, io fino allora non avevo mai osato addentrarmi troppo in profondità soprattutto per paura di perdermi, per l'età che avevo, non è strano che credessi alla veridicità di una mappa del tesoro vista in sogno. La disegnai subito nei minimi dettagli prima di poter scordare qualcosa. Dopo colazione, volendo evitare la verità... non avrei avuto il permesso, dissi ai miei che volevo andare a raccogliere mirtilli nel bosco: non crescevano troppo lontano ed ebbi facilmente il permesso di andarci da sola. La cesta di vimini che portai con me non doveva servirmi solo a copertura: m’immaginavo fare avanti e indietro mettendo un po' di monete d'oro in essa ogni volta. Quanto allo scavare l'avrei fatto con le mani.

Consultavo spesso la mappa, ormai non ricordavo quasi più il sogno, così quando mi finì inavvertitamente in un ruscelletto chinandomi per bere,l'arsura era terribile quell'Estate, non ne feci una tragedia... ormai ero sicura di averla memorizzata e che non solo non mi sarei persa ma avrei di sicuro trovato il tesoro.

A un certo punto vidi come un muro d'acqua che si estendeva da Nord a Sud, io camminavo verso Ovest in quel mentre, a perdita d'occhio per chilometri e chilometri... allora non me ne preoccupai e andai avanti pensando ad un miraggio o illusione o roba del genere...tanto più che non mi sentivo bagnata attraversandolo: capii solo in seguito che si trattava di un portale magico verso un altro mondo e come io potevo attraversarlo in un senso le creature soprannaturali potevano nell'altro.

Giunsi dove avrei dovuto proseguire dritto ma il sentiero invece curvava. Avrei potuto attraversare il fitto sottobosco fuori dal sentiero ma dissi a me stessa che volevo trovare una strada più facile... pensai che in fondo proseguendo per il sentiero, avrei solo allungato un po'... fatto sta che ovviamente io finii per perdermi e a quel punto ero comprensibilmente molto spaventata e non m'importava più dell'oro ma solo di tornare a casa sana e salva.

Dopo quelle che mi parvero ore mi ritrovai davanti un ponte di legno e corde che si estendeva su un burrone così alto da non riuscire a vederne il fondo. Era tutto assurdo: a quanto ne sapevo io per svariati chilometri di raggio tutt'intorno alla fattoria non doveva esserci neanche un fosso o un pozzo in cui un bambino potesse cadere... figuriamoci addirittura un burrone del genere e ponti così vetusti non dovevano esistere proprio più negli States!

Stavo per accingermi a verificarne, toccandolo, la sicurezza per attraversarlo e chiedere aiuto, avendo notato una casetta dall'altra parte, quando con sommo terrore notai sopraggiungere due uomini armati di fucili: Pensai che mi avrebbero sparato per violazione di proprietà privata e corsi lungo il sentiero per salvarmi. Nella fuga notai il fiore più grande e bello che avessi mai visto e persi la cesta ma non mi fermai né per l'una né per l'altro. Chissà come riattraversai la barriera magica, che sparì subito dopo. Mi fermai esausta ad attendere i soccorsi. quando mi trovarono nessuno volle credermi. Da allora non l'ho più raccontato a nessuno fino ad ora. Anni dopo vidi una fata ma quella volta ero ben al sicuro entro i confini."

Logo
4976 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
10
Scrittore
1
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Interessante, la storia, ma un po' prolisso e verboso lo "svolgimento". Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210427 021713.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zoyd Gravity ha votato il racconto

Esordiente
Large depositphotos 61883317 stock photo cougar mountain lion puma panther.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il puma del Sîambù ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large la giraffa.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Kireina

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work