Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Quel maledetto esercito di mafiosi

Pubblicato il 08/02/2022

La guerra civile italiana, quando finirà?

34 Visualizzazioni
13 Voti

Non passa giorno senza che la magistratura ordini un maxi-sequestro allo sterminato patrimonio illegale di mafia, camorra e ndrangheta.

Eppure, ciò che mi stupisce, non sono le cifre sbalorditive – milioni di euro – e le risorse infinite su cui possono contare le organizzazioni criminali, proventi illeciti dei soliti traffici sporchi di sangue (rifiuti, droga, prostituzione, extracomunitari …), «mostruosità» note ed arcinote.

Il mio sgomento nasce sul numero di criminali coinvolti: arresti, pentiti, morti ammazzati, vittime di faide e scissioni ma l’esercito di «mostri» non si esaurisce.

Turbato, mi pongo un elementare quesito – in una società normale apparirebbe paradossale mentre nel nostro martoriato paese è purtroppo significativo: in Italia, oggi quanti mafiosi, camorristi e ndranghetisti vivono?


Pongo la domanda a Google, Bing e Yahoo! ma nemmeno i più famosi motori di ricerca del mondo riescono a fornire le giuste risposte.

Consulto il sito del Ministero degli Interni ma non trovo documenti con numeri e cifre.

Mi sorge un dubbio: forse questa informazione non è presente nei meandri della Rete?

Nessun Ministero si è mai preoccupato di stilare una statistica sulle dimensioni delle fette di popolazione coinvolte in affari mafiosi?

Perché lo Stato Italiano permette che intere parti del territorio nazionale siano sotto il controllo terroristico dell’antistato?


In questa guerra quotidiana tra le Istituzioni e le varie mafie, si susseguono quotidianamente atti tipici dei conflitti (la distruzione della Città della Scienza di Napoli oppure il rogo del Museo dello Strumento Musicale di Reggio Calabria non sono luride azioni da guerra civile?).

Lo Stato, allora, come in ogni lotta armata, farebbe bene ad informarsi sulle truppe avversarie – gente efferata e folle, mercenari senza etica e scrupoli – per mettere fine a questo infinito conflitto.

Per vincere integralmente questa inspiegabile guerra, però, c’è da evidenziare un aspetto non secondario: mai scendere a meschini (e segreti) patti con questi maledetti delinquenti.

Molti o pochi, restano sempre e solo dei «mostri».

Logo
2093 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
8
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

È interessante la domanda che poni, perché il quanti non si saprà mai. Di sicuro, anche se fossero pochi, l'attenzione dei media li rende così visibili da farli sembrare tanti. Tutti siamo colpiti dalla loro presenza, ma chi lo è di più ha ferite fisiche e morali difficilmente rimarginatili. Forse cova un senso di abbandono e si sente circondato solo da loro. Per loro, quindi, sono un numero esorbitante. Mi piace ricordarmi, ne sono certo, che a fianco di quelle brutte persone, a fargli margine, ce ne sono MOLTE di più che possiamo definire brava gente. Ma nel senso buono e alto del termine.Segnala il commento

Large nyogen.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Nyogen ha votato il racconto

Esordiente

Troppi ... Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Molto interessante... io credo che il numero sia mescolato e invisibile, un po' come dire chi a Roma dagli anni '40 fino agli anni '90 lavorava nel mondo del cinema... e, come dice "il" mitico Signor Fabiani è nel dna (in questo caso...) della capitale il cinema...Segnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Caro Mario, sollevi sempre questioni interessanti. Qui l'interessante è QUANTI. Non è una domanda peregrina, Quanti sono. I numeri sono importanti, e tu lo sai meglio degli altri. Eppure è così naturale, se ci pensi: come puoi trovare un censimento? CHI dovrebbe censirli? Gli stessi che sono scesi a patti con loro, e quindi sarebbero essi stessi da censire? Non c'è via di uscita, Mario.Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Aoh14gjaydde0xx0klmdn8xav1mkmg25dbcq0nyke6jl=s96 c?sz=200

Signor Fabiani ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Non si può capire il presente, se non si conosce il passato. E la Storia serve esattamente a questo: a mettere le cose in prospettiva, per darne una chiave di lettura. Questi fenomeni non si riescono a debellare perché sono nel genoma della nostra nazione. Se ti piace il genere, ti suggerisco “Il nome e la cosa. Quando la mafia non si chiamava mafia”. Oppure fai una ricerca in rete con chiave “Don Liborio Romano”. Oppure leggi qui: “Questa generale corruzione ha fatto ricorrere il popolo a rimedii oltremodo strani e pericolosi. Vi ha in molti paesi delle unioni o fratellanze, specie di sette che dicono partiti, senza colore o scopo politico, senza riunione, senza altro legame che quello della dipendenza da un capo, che qui è un possidente, là un arciprete. Una cassa comune sovviene ai bisogni ora di far esonerare un funzionario, ora di difenderlo, ora di proteggere un imputato, ora d'incolpare un innocente. Sono tante specie di piccoli Governi nel Governo. La mancanza di forza pubblica ha fatto moltiplicare il numero dei reati! Il popolo è venuto a tacita convenzione coi rei [...]. Molti possidenti perciò han creduto meglio divenire oppressori che oppressi, e s'iscrivon nei partiti. Molti alti funzionari li coprivan di un'egida impenetrabile”. Secondo te CHI e QUANDO sta parlando?Segnala il commento

Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente

Un articolo giornalisticoSegnala il commento

Large bbbbbb.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Molto bello… e grazie di aver commentato il mio racconto!!!Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Come sempre pubblichi un brano che offre spunto per riflessioni che riguardano la vita di tutti. Io vivo in un'isola in cui si dice che la mafia regni sovrana. Tuttavia di una cosa sono certa: i pezzi da 90 della criminalità non sono i "coppola e lupara" che si scambiano i "pizzini". Quelli vivono dentro le tane come conigli e muoiono in galera com'è giusto che sia. I pezzi da 90 siedono nei palazzi, e guidano multinazionali, banche, mezzi di comunicazione, e così via. Quanti sono i mafiosi? Beh, il loro numero è direttamente proporzionale alla corruzione dello stato e alla stupidità della massa. Lo diceva anche Aristotele che: Ogni popolo ha i governanti che merita. E un popolo disposto a farsi rappresentare da una cricca di corrotti, non può sperare in un futuro migliore.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

non credo che siano tanti. Bisogna però considerare l'area di consenso (libero o coatto) che hanno intorno e le complicità, i silenzi, i compromessi e gli intrecci fra il potere criminale e quello dello Stato.Segnala il commento

Large mariomonfrecola social 2020.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di mariomonfrecola

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work