leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Romance

Quell'unico, splendido attimo

Di Laria982 - Editato da typee
Pubblicato il 08/05/2019

Piccoli angoli di realtà in una storia di fantasia che accarezza l'animo di chi si può immedesimare in un amore perduto... ma non del tutto.

20 Visualizzazioni
8 Voti

Cammina per la strada, con i suoi occhiali scuri senza curarsi di chi c'è intorno a lei. I soliti, vicino al bar, la osservano ormai quasi di sfuggita; perché, seppur bella, è fermamente risoluta a camminare dritta per la sua strada senza dar retta a nessuno.

Gli occhi fissi d'avanti a lei, il passo rapido e deciso, la camminata inconfondibile. Delle volte decide di indossare quell'abitino tanto carino che delinea le sue forme, e allora è difficile non voltarsi... ma resta sempre ai margini dell'immaginario maschile. La sua aria fiera la rende irraggiungibile.

Ma guardare non è lo stesso che osservare... chi osserva nota... chi scruta al di là del suo volto serio e risoluto, può notare quei dettagli...

Insignificanti forse ai più, ma essenziali per comprendere...

Lei cammina con le spalle alte se è serena e le incurva un po' se è angustiata per qualche motivo. Gioca con la tracolla della borsa se è pensierosa o se sta aspettando un messaggino sul telefono.

Osservarla lavorare... è bello vedere come si approccia con le persone, come sorride a tutti, come sa discorrere di ogni cosa.

Gli occhi... dovreste osservare i suoi occhi...

Non ha timore di affrontare gli sguardi; anzi, scruta tutti e raramente abbassa lo sguardo per prima...

Occhi che diventano ancor più grandi, se possibile, quando sorridono; e che si abbassano leggermente se sono rabbuiati da qualcosa di brutto.

Occhi che osservano, leggono dentro; occhi che amano... occhi che bruciano come calde fiamme bruno-verdastre quando sono infiammati dalla passione...

Ogni particolare contribuisce a donarle fascino.

Tutti i dettagli messi insieme trasmettono ciò che esprime... dolcezza, malinconia sensualità...

Le chiesi un giorno: cosa vorresti dalla vita?

Rispose: “fermare il tempo in quell'unico splendido attimo. Ma so che non si può, allora chiedo al tempo di correre, correre quanto più può... voglio raggiungere quell'istante non appena mi ricapiterà nella prossima vita”.

Logo
1944 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (8 voti)
Esordiente
6
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large large australia.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Paolo Fiorito ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Etis ha votato il racconto

Esordiente
Large c1d95d75 cf89 4a0c ae7e adbd372f1fe8.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large picture0262.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Tella ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20190421 172038.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lisa Ma ha votato il racconto

Esordiente
Large 1556961005612516394346.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

ANNA STASIA ha votato il racconto

Esordiente
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20180320 150808.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di Laria982

Esordiente