Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Requiem for soap bubbles

Pubblicato il 28/06/2020

72 Visualizzazioni
27 Voti

Da piccola mi sono sempre chiesta perché la camera ardente si chiamasse così, se bruciasse davvero senza che io riuscissi a vederlo. Lo scoprii solo più tardi, durante le scuole medie. La camera viene definita ardente per via di antiche usanze, relegate a quanto ancora ci sia di grottesco della tradizione cattolica. Prevedevano di circondare la stanza del defunto con candele e fiaccole che bruciavano per tutto il tempo della veglia funebre. Era fatto per rendergli omaggio, ed il nome è rimasto lo stesso nel corso degli anni.

Credo che se questa stanza fosse piena di candele, se davvero stessero bruciando, Massimiliano, la luce sarebbe soffocata dalle lacrime, dall’aria pesante e torbida delle bocche impastate dal pianto, dal dolore. E la stanza diventerebbe nuovamente cupa, lugubre, come il drappo porpora che ti accoglie tra il legno di ciliegio. È bello che tu sorrida, sembra che tu stia dormendo davvero. Sembra che le gerbere ti siano piaciute. Non mi fa pensare a questi sguardi accigliati puntati su di me, sul mio abito smanicato di cotone sgualcito. Mi hanno dato uno scialle all’entrata di casa tua, uno di quelli in maglia, ricamati a mano e dalla trama spessa, a tal punto da non far respirare nemmeno un centimetro di pelle. Non vogliono che ti manchi di rispetto, hanno detto così. Col Vangelo in una mano ed il rosario nell’altra, mi hanno chiesto cosa io ci faccia qui, cosa sia venuta a fare. Mi hanno detto di rispettare il vostro dolore, quello di Aurora.

Credo che Aurora ti piacesse. Credo ti piacesse non solo perché è bella, o amasse tuo figlio quanto voi, ma anche perché da l’aria di essere un’anima così candida e pura, da sembrare quasi la superficie di un diamante... ed i diamanti non si rompono, proprio come voi. Eppure sembra che io ci sia riuscita, a scalfirvi. Pare proprio che nella collisione con tuo figlio abbia coinvolto più vittime e che siano tutte qui, attorno alla tua salma a recitare Ave Maria e Pater Noster. Lo fanno con tono solenne, guardandomi con la coda dell’occhio, come se le preghiere fossero dirette a me, come se io fossi il diavolo e tu il primo dei caduti per mia mano. È un esorcismo insolito, il loro. E mi chiedo davvero se sarebbe stato così male, se il biblico confronto nel deserto ci avrebbe portato allo scontro anche questa volta, o se anche tu, che per loro sei Dio, avresti perdonato un povero diavolo, che ha indotto tuo figlio in tentazione.

Il prete ora legge per te, hanno scelto il libro di Giobbe. Dice che bisogna continuare a credere in Dio, perché anche nella disgrazia Giobbe non ha smesso di farlo. Ed io lo trovo assurdo ed ingiusto, e vorrei dirlo ad alta voce: perché? Il Dio dell’Antico Testamento, il Dio degli ebrei è punitore, il nostro no. Se è vero che la morte non dipende da Dio, mi chiedo perché. Perché sia successo ora, perché proprio adesso. Non posso credere che sia stata io, non posso credere di essere il diavolo, di aver lacerato questa bolla di rettitudine che vi conteneva tutti. E mentre continuo ad imitare i vostri gesti, mentre lascio lentamente scorrere le perle del rosario tra le dita, penso che in realtà i diamanti siano bolle e che siano state lese per mano mia. Credo che la superficie fosse già sottile, che il sapone rimasto fosse poco, che stessero già usando del detersivo per continuare a soffiarle. E si sa, senza il loro sapone, le bolle, non vengono più. Spero che davvero tu stia bene, Massimiliano. Spero che tu stia bene, ovunque tu sia. Se riesci, mandaci dell’altro sapone.

Logo
3510 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (27 voti)
Esordiente
20
Scrittore
6
Autore
0
Scuola
1
Belleville
0

Voti della scuola

Large 06 18 2020 lascrittricechelegge post social.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Marina Mander ha votato il racconto

Scuola

C’è un funerale, c’è un’intrusa, la famiglia la vede come il diavolo perché ha lacerato in qualche modo la bolla di rettitudine che pare diamante e invece è una bolla di sapone. Mi piacerebbe saperne di più del rapporto tra lei, il figlio e il defunto. In generale, nonostante il non detto spesso sia importante quanto il detto, inducendo a leggere tra le righe il senso di una storia, a volte un’eccessiva reticenza non rende chiare le motivazioni dei personaggi e allora si fa fatica a condividerne odi e amori. Di che cosa sarà mai responsabile l’intrusa? È un bel racconto, cercherei di renderlo più corposo. E poi, perché “soft bubbles” nel titolo, perché in inglese? Non mi pare di scorgere un motivo che renda la scelta dell’inglese necessaria.Segnala il commento

Commenti degli utenti

Large eric delerue foto paolo galletta.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Eric Delerue ha votato il racconto

Esordiente

Una scena statica e fluida, come un miraggio, che vibra di tensione. Stile, ritmo e atmosfera perfetti. Unico aspetto debole è la confusione (la mia) generata dal disappunto (e un po' di disprezzo) esplicito per il rito cattolico (sembra questo il soggetto, non sono cattolico) e, come nota Marina Mander, l' "eccessiva reticenza" a divulgare le dinamiche preesistenti che legano i personaggi e provoca il senso di colpa della protagonista. Poi, quale è il "nostro" Dio? Segnala il commento

Large typee 4.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Fab McCraw ha votato il racconto

Esordiente

Sei riuscita ad emozionarmi... 👏👏👏Segnala il commento

Large default

A. Bibi ha votato il racconto

Esordiente
Large 8b509458 88df 489a 8973 e6e92b53e611.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

ProfessionaL ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20200205 153040 2.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Raffocinematic ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Molto bello.Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Un racconto interiore, molto ben confezionato. BravaSegnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Esordiente

Mi ricordi "La morte di Ivan Il'ič", la stessa atmosfera gelida e surreale, il dolore, la solitudine, l'eterna lotta tra la realtà e l'apparenza, la morale intrisa d'ipocrisia e pregiudizio. Brava Segnala il commento

Large img 1371.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore
Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore

Bella lettura, mi è piaciuto molto Segnala il commento

Large img 2435.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 1588683661334 img 20180104 082434.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente
Large images.jpeg.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large 7516adbc 430a 40e8 98cb 5182780ddf61.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Michele G. ha votato il racconto

Esordiente

Denso, interessante. Chiusa finale strepitosa.Segnala il commento

Large whatsapp image 2020 05 23 at 21.38.14.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Stefano Adesso ha votato il racconto

Esordiente

Concordo con Franco. La vita sta anche in quei legami non esattamente definiti, descritti da un occhio interno che li dà in parte per scontati. La vera forza mi sembra stare proprio in questa soggettiva, tale da poter vedere le immagini velate da uno strato di lacrime.Segnala il commento

Large 20190710 115436.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Racconto carico di vita, e di un doloroso piacere - o di un piacevole dolore- nonché della capacità di osservare, e descrivere, con un acuto senso della realtà, e una potente dose di ironia. Molto bello anche il titolo. Segnala il commento

Large img 1919.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large default

esteban espiga ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large dada.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large fe6b1cd28bd545eb317f64ab5c6f29da.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

AmbrA ha votato il racconto

Esordiente
Large 44723295 1854943194583921 2969193831838253056 o.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

nadelwrites ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Sei una garanzia cara. L'accostamento iniziale tra tradizione e attualità mi è piaciuto un sacco.Segnala il commento

Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Intenso Segnala il commento

Photo

Andrea S. ha votato il racconto

Esordiente
Large dsc 7781 graf.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Laure h ha votato il racconto

Esordiente

Scoprirsi diavolo...Segnala il commento

Large 675e5471 05e0 4107 8ba7 e542a5b70562.jpeg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

di MMarianella

Esordiente