leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Horror

Risse tra adolescenti in centro a Piacenza

Pubblicato il 30/10/2018

La violenta e orribile storia di una generazione di giovani senza futuro e senza altro interesse che apparire sui social network.

37 Visualizzazioni
12 Voti

Luigino Socialnerd aveva raggiunto i diecimila follower su Instagram ed ora era una star. Si era fatto strada accreditandosi come un teorico del complotto e organizzando risse tra adolescenti in centro a Piacenza. Ed era con quest’ultima attività che aveva collezionato il più significativo aumento di seguaci digitali. Orde di ragazzotti scemi si davano appuntamento ogni sabato sotto i portici di Palazzo Gotico per suonarsele di santa ragione, ipnotizzati dal richiamo social di Luigino. 

Quel giorno era inprogramma un incontro tra il campione dei licei piacentini Toni Maldracini e il famoso picchiatore della Val Tidone Beppe Faina, detto Dinamite per la potenza esplosiva del suo gancio sinistro. L’evento messo in piedi con il solito giro di messaggi su WhatsApp, Facebook ed Instagram aveva attirato una gran folla. Maldracini aveva una certa fama ed anche Dinamite era popolare nella sua zona perché lavorava come tuttofare nel famoso Agriturismo Piacenza di Vicobarone. E poi l’incontro assomigliava un po’ ad una sfida fra città e campagna e la cosa interessava.

Luigino era in prima fila tra la calca che circondava i due ragazzi che da lì a poco si sarebbero ammazzati di botte. Era raggiante per l’affluenza ed entusiasta della sua ultima trovata di accettare scommesse su chi ne sarebbe uscito vincitore. Ci avrebbe guadagnato dei soldi, oltra a numerosi nuovi follower tra ludopatici, scommettitori seriali e malati di gioco d’azzardo. Alle cinque esatte del pomeriggio, dopo un tripudio di incitazioni, selfie e video coi telefonini, iniziò il combattimento. Maldracini, si capì subito, aveva uno stile superiore, ma Dinamite era più veloce e il primo round fu piuttosto equilibrato: i ragazzi si scambiarono un paio di schiaffi e qualche calcio, ma nulla di risolutivo, mentre gli altri giovani tutt’attorno ululavano per il tifo e filmavano con dirette Facebook, stories su Instagram e live in youtube. Il secondo round era cominciato bene per Maldracini che era andato all’attacco. Dinamite però incassava bene e all’improvviso riuscì a sferrare uno dei suoi leggendari ganci sinistri mandando il Maldracini al tappeto.  

“Mi hai tirato un colpo basso bastardo” protestò rialzandosi.

Dinamite sorrise sarcastico, scosse il capo in segno di diniego e si toccò il mento per indicare dove lo aveva colpito.

“No, faccia di merda” urlò Maldracini furibondo, mentre la folla attorno strepitava, “hanno visto tutti, prima mi hai colpito con una ginocchiata nelle palle e mentre mi abbassavo per il dolore mi hai colpito al mento”

Dinamite scrollò le spalle sghignazzando.

Maldracini allora avanzò minaccioso stringendo i pugni: “ora ti faccio vedere io campagnolo del cazzo”

“Picchialo.. ammazzalo.. fallo a pezzi…” urlava la folla eccitata. I più esagitati si erano ubriacati bevendo gutturnio ed ora cantavano lanciando in aria le bottiglie vuote.

Maldracini caricò come un tir fuori controllo, ma era troppo furioso per ragionare e sparò un cazzotto fuori misura che l’altro evitò facilmente. Cercò ancora di colpirlo con un calcio ad uncino ma Dinamite evitò anche quello e poi fulminò Maldracini con un diretto alla mascella. E non fece fatica a colpirlo forte e duro, perché Maldracini era rimasto lì fermo, completamente scoperto, ed ora era nuovamente a terra. Dinamite si guardava attorno trionfante, alla fine era stato piuttosto facile.

Gli adolescenti urlanti furono allora investiti come da una ventata di sgomento: la temperatura divenne artica, un acre odore di morte e putrefazione si diffuse ovunque e un urlo tremendo di autentico terrore si alzò dalla folla.

Maldracini si era rialzato, ma il suo volto sfigurato non aveva più nulla di umano: gli occhi rossi bruciavano come le fiamme dell’inferno e una coppia di aguzzi canini faceva capolino da sotto le labbra brillando come lame affilate.

La maggior parte dei convenuti cominciò a scappare presa dal panico, alcuni caddero e finirono col morire calpestati dalla massa impazzita.

Dinamite non si rese conto di nulla, Maldracini era già sopra di lui: gli spezzò il collo azzannandolo con violenza inusitata, e affondando i canini vampireschi nelle sue giovani carni, spruzzò sangue sui portici del Gotico e sulla piazza sottostante. Quando ebbe finito scaraventò il corpo senza vita contro una panchina. L’urto fu tremendo ed emise un suono inquietante: carne su legno, davvero disgustoso.

Luigino Socialnerd aveva ripreso tutto con il suo telefonino. I carabinieri presto lo avrebbero arrestato. Rischiava di essere condannato a parecchi anni di carcere. 

Tuttavia non aveva alcuna importanza, avrebbe comunque ottenuto migliaia di nuovi follower.  

Logo
4620 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (12 voti)
Esordiente
12
Scrittore
0
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Angel ha votato il racconto

Esordiente

Ho frequentato molto il territorio piacentino e non mi stupirei se questo racconto fosse tratto da una storia vera...Segnala il commento

Large porto maurizio imperia 2.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Luxandro ha votato il racconto

Esordiente
Large studio 20181207 231846.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Grazia Ferro ha votato il racconto

Esordiente
Large 291786 273806129306614 239035103 nbis.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Dalcapa ha votato il racconto

Esordiente

Ben scritto e originale. Solo un po' "bruciato" il finale, quasi monco. Piaciuto.Segnala il commento

Large quickmemo  2019 02 14 17 24 11 1.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Esordiente

A me invece ha ricordato "Il match di fine secolo" di Lovecraft e Robert BarlowSegnala il commento

Large 32085728 865349533649528 4713713288666415104 n.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Sonia Jurlina ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190214 152239.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

isa ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Tella ha votato il racconto

Esordiente
Large immagine2.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

DONATO ROSSO ha votato il racconto

Esordiente
Large fb img 1455357798620.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Hollyy ha votato il racconto

Esordiente

L’inquietante mondo dei social...e un po’ Ammaniti in “ Che la festa cominci”Segnala il commento

Large default

di Anonimo Piacentino

Esordiente