Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Storico

Rodolfo

Pubblicato il 16/04/2021

Nell’agosto del 2017 un escursionista ritrovò per caso, sul monte Adamello, dei resti umani. Furono identificati. Appartenevano a Rodolfo Beretta, nato nel 1886 a Besana in Brianza e morto in guerra nel 1916.

59 Visualizzazioni
17 Voti

Dopo tanti anni mi chiamo di nuovo Rodolfo. E vedo la luce, finalmente. Mi ha trovato un ragazzo alto, scuro di capelli. Lo ricordo vagamente. Mi colpì quel suo giubbotto rosso. Luccicava al sole. Che bello che oggi fosse venuto a camminare qui, e a vedere il sole che splende sull’Adamello. E i colori dell’autunno, i profumi, i suoni. Come il bramito del cervo, che ferma il cuore all’ascolto. Anche il cannone lo faceva.

La trincea era gonfia di odori quando la lasciammo alle nostre spalle. Insicuri, perché era la nostra casa ormai. Era lì che parlavamo, ci sentivamo respirare e leggevamo lettere e cartoline che arrivavano da lontano. E ne scrivevamo. Tenevamo l’uno all’altro, contandoci ogni sera, per immaginare un futuro insieme.

Non fu per coraggio che ci muovemmo, erano gli ordini.

Ci proteggeva l’ombra. E il freddo della notte, spinto dal vento, ci mutilava il viso. Piantammo una tenda, andare avanti non era possibile. La fissammo a terra col gelo nelle ossa e le gambe che sembravano ormai estranee al nostro corpo, come se una orribile e feroce belva le avesse azzannate e portate vie da noi. Le dita non rispondevano più e i contorni del viso dei miei compagni sfumavano, fino a scomparire nel buio.

Ah, che bello fermarsi. Dall’inizio era stato tutto un andare, trascinare pesi. Sempre stremati, senza neanche avere il tempo di raccogliere i pensieri, immaginare. Solo l’ansia di sopravvivere. A volte pensavo ai ciliegi che a Besana, il mio paese, mi accompagnavano fino a casa. Enormi. Me li ricordo fioriti. Chissà perché i ciliegi. E non i casolari, ad esempio. O le tavolate con gli amici e i parenti.

Rodolfo! Ecco, però ricordo sempre quando mi chiamavano per nome. Rodolfo ero io, era il suono che mi faceva appartenere alla mia gente e mi dava vita all'udirlo. Quando lo pronunciavano mi sentivo di esistere, appeso al mondo. Qualcuno mi aveva pensato, o mi cercava. Voleva di me, ero nei suoi pensieri e nel suo presente. Che bello essere evocati. Sembra, in quei momenti, che il tempo si fermi e attenda te per continuare a scorrere. Che sgomento poi quando quel suono del mio nome era accompagnato dalla gioia, dalla sorpresa, dallo stupore. E apriva gli occhi di chi lo muoveva sulle labbra.

Il suono della valanga invece fu un rumore lontano, sordo. Si avvicinava crescendo. Un rombo pauroso, sempre più cupo e violento. Fu un niente finire nel nulla, trascinato con forza scomposta nel canalone e inghiottito dalla terra. E fu un niente fino ad oggi. Un tempo che non so, un tempo relativo.

Mani premurose frugarono nell’astuccio di tela che portavo sempre nei miei indumenti. Custodiva i miei contatti col mio cosmo lontano. E la posta da campo e i miei documenti riemersero alla luce. Qualcuno li lesse. Rodolfo! Mi richiamò il mio nome, e credetti subito di percepire l’odore dei ciliegi in fiore. Per poco ancora, ma per attimi intensi che sembravano eterni, il vento raccoglieva di nuovo la mia storia. Mi sembrò attraversare fresco le mie narici, aprire il mio respiro, riempirmi i muscoli e riportarmi a guardare la vita. Fino a riposare di nuovo nel nulla.

Logo
3095 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (17 voti)
Esordiente
11
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
1
Belleville
0

Voti della scuola

Large default

Redazione ha votato il racconto

Scuola

Caro caio bongiorno, il tuo racconto è stato commentato da Giacomo Raccis per la rubrica "Il critico che legge". Guarda il video su BellevilleNews.Segnala il commento

Commenti degli utenti

Large default

Moro Ossi ha votato il racconto

Esordiente
Large on the road.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

omALE ha votato il racconto

Esordiente

La narrativa a sfondo storico è la mia preferita .Stile impeccabile una prosa di anima poeticaSegnala il commento

Large img 20181019 185533.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cecibraci ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente

Molto bella la scrittura dal punto di vista di RodolfoSegnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

bello. piaciuto Segnala il commento

Large cfe13a30 7433 44d1 a6d7 e99bef6700de 1 201 a.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Esordiente

Bello. Bello stile nel dar voce e nostalgia a RodolfoSegnala il commento

Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Large dsc05022.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Chiara Pesenti ha votato il racconto

Esordiente
Large paolo basso foto.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Basso ha votato il racconto

Scrittore

Molto apprezzato, per grazia descrittiva e profondità di sguardo. Poi concordo con Silvia: il tuo stile piano, pacato ma elegante, trasporta il lettore come l'imbarcazione su un fiume placido.Segnala il commento

Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Confermi la tua bella scrittura - o almeno, a me piace molto. Bella anche l'idea di questi racconti che partono da fatti storici.Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Cronaca asciutta e poetica a restituire una vita precocemente sottratta.Segnala il commento

Large default

di caio bongiorno

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee