Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Schiavo di bellezza

Pubblicato il 26/04/2021

38 Visualizzazioni
11 Voti

Non sapevo di essere bello, ora capisco: per questo mi hai comprato.

Mi guardo allo specchio, nudo – la fascia che mi avvolgeva l’hai strappata e gettata via. Sono al culmine dello sviluppo: membra turgide, pelle di seta, colorito acceso. Il corpo non ha difetti, è slanciato e ben proporzionato. Ce lo hai piazzato tu quello specchio di fronte a me. Lo hai messo lì perché mi scoprissi bello, e mi rimirassi. In modo che lo specchio raddoppiasse la mia bellezza e tu ne godessi da più angolazioni.

“Lo voglio resistente. Gli altri sono durati poco.”

Ti avevo notato al mercato, in lontananza. Non sembravi il tipico acquirente, troppo trasandato per volerci per sé, troppo rude per offrirci in dono a qualcun altro. Eppure puntasti dritto verso di noi. Alla tua richiesta, il padrone mi aveva selezionato dal mucchio, insieme a un compagno. Ti eri avvicinato, ci avevi scrutato, avevi saggiato le nostre carni. Ti eri soffermato sull’altro, l'avevi messo dritto sotto il sole. Stavi per scegliere lui. Poi, avevi esitato. Ci avevano bagnato poco prima e in quel momento la luce mi aveva colpito il capo trasfigurandolo in una corona di gocce luccicanti. Avevi scelto me.

Dopo quello con la famiglia, un altro legame veniva reciso, quello con i compagni di schiavitù. Insieme, ci avevano strappato alla nostra terra. Insieme, ci avevano stipato a bordo di camion, senza luce, né acqua. Di quelli sopravvissuti al viaggio, qualcuno era già stato venduto al tuo arrivo, altri erano morti, la maggior parte sempre più ricurvi man mano che la speranza di sopravvivere affievoliva. Lo avevamo capito subito alla vista chi ci aveva preceduto: chi non veniva venduto entro i primi giorni finiva in fosse comuni, destinato a schiacciare con il proprio peso quelli gettati il giorno prima. Iniziava così una lenta agonia, prolungata dall’umidità che percolava attraverso i corpi scomposti, di cui ci si abbeverava una goccia dopo l’altra.

Inizialmente pensavo mi avessi comprato per avere un uditorio. Ti piazzavi lì davanti e mi raccontavi della tua giornata, delle tue aspirazioni, dei tuoi timori. A volte, mentre lo facevi, mi accarezzavi e lanciavi sguardi al nostro riflesso. Così, mi sono concentrato anch’io sullo specchio e mi sono accorto che non eri in cerca di ascolto, ma di immagini. Mi sono riconosciuto tramite la tua espressione adorante. Ho imparato la vanità del mio sembiante e delle parole pronunciate senza intenzione.

Ora il silenzio mi circonda. Aspetto nella mia prigione di vetro da giorni. L’acqua che mi hai lasciato s’è fatta putrida. La bevo e temo inquini la mia bellezza. Ho il terrore di assistere alla sua decadenza. Ho il terrore di appassire. Ho il terrore di marcire.

“Rieccomi a casa.”

Ti ripresenterai così, un’intonazione gaia nella voce. Ma quando avrai girato l’angolo realizzerò che il mio tempo è finito: in mano avrai un nuovo fiore. Più variopinto, più rigoglioso, più profumato, o magari uguale, solo più fresco. Prenderà il mio posto, come io ho preso quello di chi mi ha preceduto. Ma sarò felice, perché sarai arrivato prima che io abbia perso tutti i petali, prima che il gambo abbia ceduto, prima di ingiallire e appestare l’aria. Sarò felice, perché nello specchio, fino all’ultimo, avrò visto solo bellezza.

Logo
3253 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (11 voti)
Esordiente
9
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

dariofilardo ha votato il racconto

Esordiente

Tutto, a partire dal titolo, mi convinceSegnala il commento

Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zoyd Gravity ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14gjrmag78hkjcqoaqnabg2burrwlxqbfnbsubad36q=s96 c?sz=200

Graograman ha votato il racconto

Scrittore
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210307 143015.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Emil Moltenis ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large a9228b181bdd9ffae5a56dc82cf0a32b.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lebano ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20170318 wa0009  4 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Emme Bi

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work