leggere e scrivere online
Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Poesia

Secondo misura

Pubblicato il 14/05/2019

Filastrocca esistenziale / su Sole, Terra, e un animale. /Più per grandi che per bambini, / o per adulti ancor piccini.

30 Visualizzazioni
10 Voti

Era un giorno tutto giallo

un giorno chiaro, di cristallo

quando il Sole prese fuoco

rischiarando tutto in loco.


Nei dintorni c'era poco

da schiarire giusto all'uopo

che persone, Terra o Luna,

non ancor ve n'era alcuna.


Quando volle la fortuna

che una polver tutta bruna

vorticasse intorno al Sole

tratta da sì grande mole.


Della polver, rose, viole,

pianeti e lune furon prole,

e da allora (che gran portento!)

sono sempre in movimento.


Dopo questo grande evento

fu silenzio, lungo cento,

mille, diecimila eoni,

finché gli anni fur milioni.


Fino a quando i primi suoni

di batteri assai birboni

dalla Terra, sotto il mare,

si sentiron schiamazzare.


Stavan giusto a festeggiare

un di lor che andò a pensare

che del Sol la calda luce

fotosintesi produce


e che tal reazione truce

luce in energia traduce.

E cosi per rallegrarsi

presero a moltiplicarsi,


a comporsi e a trasformarsi,

e in tante specie svilupparsi,

con le squame, con le penne,

con corazze e con le antenne,


pelo, pelle, oppur cotenne,

d'una fantasia perenne;

c'è chi nuota, chi zampetta,

c'è chi striscia o salta in fretta,


c'è chi vola e il ciel diletta,

o sul suol il piè sgambetta.

E volendo esser fiscali,

non ne trovi due uguali!


Ma un bel dì tra gli animali

apparve un bipede con mani

la mente ingombra di scopi svuotati,

il cuore colmo di sensi alienati.


Buca montagne, cementa prati,

srotola strade su boschi mozzati

su terre ed acque il suo ego prevale

dimenticando d'esser mortale.


Guardando giù, a quest'animale,

di vita breve e risibil valore,

il Sole attende il tempo propizio

che pone fine a ciò ch'ebbe inizio.


Pianeti e lune, ognuno saggio,

rivolgon gli occhi a stelle e spazio

col cuor sgomento da tal potenza

e dal gran mistero dell'esistenza.

Logo
1664 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (10 voti)
Esordiente
10
Scrittore
0
Autore
0
Ospite Belleville
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large studio 20181207 231846.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

.....tutte ste rime......non saprei.....?!..... Segnala il commento

Large default

Rossella Manetti ha votato il racconto

Esordiente
Large gabbbiano.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Vinantal ha votato il racconto

Esordiente

Piaciuta, la vedrei bene nel programma di italiano delle scuole medie.Segnala il commento

Large tumblr my0idwpbvg1qgs4hjo1 500.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Roberto Ballardini ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&d=mm

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Esordiente
Large quickmemo  2019 02 14 17 24 11 1.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Esordiente
Large 15555454466582416039871372586699.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large immagine2.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

DONATO ROSSO ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Nevinca ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Etis ha votato il racconto

Esordiente

Grande condivisioneSegnala il commento

Large default

di Corrado

Esordiente