Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Semaforo di guerra

Pubblicato il 09/12/2020

Fermo al semaforo, osservo due uomini combattere per il monopolio dell'elemosina. La disperazione cancella ogni segno di umanità?

37 Visualizzazioni
17 Voti

Il vecchio proviene (forse) dall’Europa dell’Est.

Il giovane, dall’Africa.

Il volto del vecchio è a un centimetro dal volto del giovane: sbraita, urla, minaccia.

Il giovane africano resta impassibile.

Sembra una di quelle scene che si vedono durante una partita di calcio, con i due giocatori che – dopo un fallo pericoloso – si affrontano a muso duro.

Invece il match della disperazione si gioca ad un semaforo, in una via centralissima di Napoli.


Fermo, in sella alla mia bici, chiuso ermeticamente nel casco e protetto dalla mascherina anti-smog/covid, attendo il verde.

Osservo i due discutere per il predominio dell’incrocio.

Parlano lingue diverse ma i gesti sono eloquenti: il vecchio teme di perdere il monopolio della strada, il giovane cerca spazio per il suo business.

Il primo pulisce i fari delle auto, il secondo vende fazzolettini e cianfrusaglie.

E’ una questione di sopravvivenza, non c’è spazio per il dialogo.

Due persone disperate, combattono invece di aiutarsi reciprocamente.

L’uno respinge l’altro, non cercano nessun compromesso.

La paura di perdere l’unica fonte di guadagno è un cane rognoso che morde i polpacci.

La solidarietà è un concetto astratto, utopia per chi combatte nella giungla metropolitana contro «mostri» di ogni razza, colore e forma.

La disperazione rende cattivi? La fame cancella ogni segno di umanità?

Scatta il verde.

Auto, moto, bici e pedoni riprendono il viaggio.

I due disperati, tra l’assuefazione generale, si dileguano a bordo strada in attesa del prossimo stop.

Li osservo per un ultimo, lungo istante: lontani, i due uomini si guardano in cagnesco.

Nessun armistizio.

Continueranno la loro, personale battaglia per il monopolio del semaforo nell’indifferenza generale.

Pedalo e vado via impotente.

Logo
1732 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (17 voti)
Esordiente
11
Scrittore
6
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large ll mare dei surrealisti.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large 67446638 2774794162535204 1368139313627267072 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Alessandro D. Massa Larsen ha votato il racconto

Esordiente

La guerra per le briciole è la più brutale Segnala il commento

Large default

Walter Nardone ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14gjaydde0xx0klmdn8xav1mkmg25dbcq0nyke6jl=s96 c?sz=200

Signor Fabiani ha votato il racconto

Esordiente
Editor

“Sembra una di quelle scene che si vedono durante una partita di calcio, con i due giocatori che – dopo un fallo pericoloso – si affrontano a muso duro”. Fammi capire, se vuoi. È, questa, una associazione che tu potresti REALMENTE fare davanti alla scena che hai descritto? Cioè, REALMENTE, tu osservi – diciamo – un rumeno e un africano testa contro testa, e, REALMENTE, ti viene da pensare a quei testa a testa da wrestling che possono esserci tra due giocatori di calcio (e che nel 99.99% dei casi si risolvono in tre-secondi-tre)? No, non ci credo. E secondo me non ci crederai nemmeno tu, per quel minimo che vorrari rifletterci. Se pensavi – con questa immagine – di alzare il livello di tensione (che era già chiarissimo e non necessitava d'altro), ebbene sappi che hai prodotto l'effetto opposto: l’hai abbassato drasticamente, e tutto il racconto, da qui in poi, viaggia su un tono basso, poco coinvolgente. È un caso di scuola su come un uso improprio delle figure retoriche possa rovinare tutto.Segnala il commento

Large ca04ca8a 66b4 434e 8acd 0fdd3095f1aa.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Chiapuzzi ha votato il racconto

Scrittore

Anche in altre occasioni ti sei soffermato su episodi di questo tipo, e il solo fatto di notarli e di farne soggetto per un racconto ti fa onore. Il più delle volte, fermi ad un semaforo pensiamo ai fatti nostri e non “vediamo.” Eppure questa è la realtà di cui siamo circondati, che ci piaccia o no dovrebbe farci riflettere. Ben scritto ma se posso permettermi un suggerimento, potresti usare periodi più lunghi. La narrazione risulta così un po’ spezzettata in tanti piccoli fotogrammi. Ad esempio: “ Due persone combattono anziché aiutarsi reciprocamente, è una questione di sopravvivenza e non c’è spazio per il dialogo. L’uno respinge l’altro, non cercano compromessi, la paura di perdere l’unica fonte di guadagno è un cane rognoso che morde i polpacci.” Mi piace molto questa similitudine, è azzeccata.Segnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large 910dc58f c51d 4d5c 932c a9b686be34e1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Attuale e ben scritto, anche se mi piace credere che ci siano anche episodi di solidarietà. Ci sono e vanno raccontatiSegnala il commento

Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Marco Verteramo ha votato il racconto

Scrittore

Ben scritto, però non si è mai impotentiSegnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Impotente forse... ma capace di "scriverne" senz'altro. Un report da una grande città. Forse troppo "report" con il messaggio "sociale" che "ricalca molto" il "già letto". Poco personale, ma di certo necessario, e mai superato. Segnala il commento

Large 20200611 011659.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Amid Solo ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Amaro e vero Segnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2022 04 02 at 13.44.08.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Apprezzo chi usa la scrittura come strumento d'impegno civile. Ci siamo arresi a un sistema che calpesta la dignità dell'Uomo, ci riempiamo la bocca e gli occhi con Dichiarazioni Universali e proclamazioni che sedano i sensi di colpa, ma non attenuano il dolore. Ti ammiro per il coraggio e l'onestà con cui induci i "distratti" a riflettere. Segnala il commento

Large 138319914 3587147738030116 1524317747080685121 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

nadelwrites ha votato il racconto

Scrittore

Nient'altro che la verità.Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

La disperazione rende aridi, brutti, sporchi e cattivi... ahimé da sempre o, almeno dal dopo guerra ad oggi...Segnala il commento

Large mario zangrando.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Mario Zangrando ha votato il racconto

Esordiente

Due personaggi, un conflitto, un punto di vista. Tutto quello che dovrebbe avere un buon racconto, offerto dalla realtà. Sei stato bravo a raccogliere e trattenere un episodio destinato a svanire.Segnala il commento

Large 70628358 189111868760977 7202426436156653568 n  2 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luciano Rossi ha votato il racconto

Esordiente
Large mariomonfrecola social 2020.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di mariomonfrecola

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work