Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Erotico

Sete

Pubblicato il 28/03/2020

138 Visualizzazioni
19 Voti

È notte fonda. Dormono tutti.

Guardo il telefono. Le tre.

Ho sete.

Fa caldo e ho buttato giù il pigiama. Mi maledico. È stata mia l'idea di una casa con una stanza, per maschi e femmine.

Cerco nel buio il pigiama. Invano.

Chissene frega, scendo a cercare la borraccia.

Mentre svuoto lo zaino alla cieca, la mia figa si bagna, sono nuda in una stanza con otto persone.

Con le dita sento la borraccia e la afferro.

Mi volto.

La porta ha una fessura che lascia passare la luce, così intravedo gli occhi aperti di Giacomo.

È buio, non mi ha vista, mi avrà sentita.

"Avevo sete".

Lui: "Anch'io, mi daresti la borraccia?".

Cazzo. Se mi avvicino mi vede.

"La lancio"

"Svegli tutti!"

Non ho scelta.

La sua espressione... ha visto tutto. Immobili. Io avvampo. Lui non stacca i suoi occhi dai miei.

Io indietreggio, pronta a dimenticare tutto, ma inciampo.

"Trovato il pigiama!"

Faccio pure dell'umorismo.  Da nuda. Sul suo letto.

La mia mano tocca qualcosa, ha un'erezione.

"Che clichè", penso.

Non sposto la mano, alzo lo sguardo.

Lui porta la sua sulla la mia e la preme.

Se prima ero bagnata, ora ho le cascate del Niagara tra le gambe.

"Hai ancora sete?"

Sì, ne ho.

Sposto il lenzuolo e cerco nel buio il suo cazzo. 

Eccolo.

La cappella liscia e turgida.

Inizio a girarci attorno la lingua, con la saliva grondante.

È enorme.

Vorrei tenerlo sulle spine, ma non resisto e lo prendo in bocca.

Un sospiro di piacere. Accelero il ritmo. La saliva non fa che aumentare e in poco tempo le dita con cui tengo il cazzo sono fradice, le faccio scendere e inizio a massaggiargli i testicoli, mentre con la bocca continuo a muovermi. Mi riempie tutta la gola, devo tenerla rilassata, per non soffocare.

Poi risalgo il suo corpo, con le labbra a fil di pelle, fino a raggiungere le sue. Le nostre lingue si incontrano ed inizia una danza passionale.

Intanto la mia mano sempre lì.

La sua lingua si muove in modo agile. La voglio tra le mie gambe, così mi stacco e mi giro.

Davanti agli occhi quel fantastico cazzo, che non vedo, ma so essere lì. Mentre lui ha il mio culo aperto, un banchetto imbastito per lui.

Esita un attimo, io mi preoccupo di aver esagerato. Ma poi le sue mani mi afferrano il culo e mi portano alla sua bocca.

Le mie labbra attorno al suo cazzo si spalancano all'istante, quando la sua lingua si fa spazio nella mia figa.

Godo.

Ma che fa? Se continua così non riuscirò mica a fare silenzio!

Infatti inizio a gemere.

Focalizzo tutte le mie attenzioni sul pompino e lo prendo tutto in gola, tutto. Poi mi concentro sulla cappella e mentre salgo e scendo lascio che la lingua le vortichi attorno.

Non pensavo fosse così efficace, sta per esplodere.

Così lo prendo ancora in gola, dandogli il colpo di grazia.

È venuto tanto che mi butta la testa indietro.

Ingoio tutto, tirandomi su dritta.

Ma così facendo ho spostato la figa dalla sua faccia e ci ho messo un'altro buco.

Mi sento in imbarazzo, ma non cambio posizione.

Lui pare non scomporsi e appoggia sicuro la sua lingua sul mio buco del culo e preme. Mi scappa un singhiozzo di piacere. Non pensavo fosse così bello. Dagli altri letti non proviene un suono, grazie a dio.

Mi piego e prendo in bocca il lenzuolo che avevo prima accartocciato sul fondo del letto. Non voglio essere scoperta. Non per la vergogna, ma perché sarei costretta ad interrompere questa parentesi paradisiaca.

Lui non si lamenta e si tuffa tra le mie gambe.

La mia faccia è appoggiata al suo cazzo, non ancora sceso del tutto e bagnato fradicio.

Ma, anziché scendere, si alza rapidamente.

Stacca una mano dal mio culo ed infila tre dita nella mia figa. Gemo, premendo ancora di più il mio viso contro quel marmo.

Non resisto, ruoto di nuovo, ancora le mie labbra sulle sue. Sanno di figa, ma non mi importa.

Lui si separa. Le labbra sul mio orecchio: "lo vuoi, vero?".

Sì. Il mio culo è davanti al suo cazzo, mi basta far scendere il mio corpo per farli incontrare.

La via è ben lubrificata e il suo pene affonda dentro di me. Spingo le mie labbra contro le sue, per silenziare un orgasmo prorompente che mi colpisce all'improvviso, con un solo movimento.

Che vergogna, di già.

La cosa però pare piacergli, lo sento indurirsi ancora di più.

Mi cinge con le braccia e mi ribalta, il letto cigola.

Mi afferra i fianchi e si pesa su essi. Fa quasi male, è stupendo. Vengo di nuovo. Per fortuna ho ancora il lenzuolo, ben serrato tra i denti.

Sposta le mani. Peccato. Ma poi mi afferra il seno, premendomi ritmicamente verso di lui. Vengo di nuovo, forte. Lui preme una mano sulla mia bocca.

Poi ansima "questo tienilo, aspettami".

La sola frase mi fa venire voglia di venire. Ma non disobbedisco. Due dita della sua mano sono tra le mie labbra, comincio a leccarle e succhiarle.

"Ancora per poco, piccola".

Lo sento accelerare. Non lo tengo più.

Anche lui è al limite.

Mette entrambe le mani dietro alla mia schiena e mi preme a lui. Lo sento liberarsi dentro di me.

Passano minuti e il mio corpo è ancora steso sotto di lui, debole, pulsante.

Poi si alza.

"Grazie per l'acqua"

"Avevo proprio sete"  

Logo
4982 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (19 voti)
Esordiente
14
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo Piacentino ha votato il racconto

Esordiente

Sempre molto efficace. Immagino che tutti gli altri addormentati nella stanza che non si accorgono di nulla non hanno bevuto acqua per cena... 🍷Segnala il commento

Large img 20200226 075137 754.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

paroleemusica ha votato il racconto

Esordiente

Molto esplicito, ma ben scrittoSegnala il commento

Large 11262011 10205534610276575 4722687293382208811 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Isa.M ha votato il racconto

Esordiente

Uau. Veramente ben scritto. Segnala il commento

Large default

Silvia dall'Acqua ha votato il racconto

Esordiente

Sai creare una dinamica eccitante e scrivi molto bene. Complimenti Segnala il commento

Large 20210125 150118.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franz De Marenziana ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 04 21 at 11.29.59.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

Capacità non comune di rendere realistica una fantasia erotica, grazie al sapiente utilizzo del giusto stile, appropriato linguaggio e sapiente intessitura del narratoSegnala il commento

Large 20200824 184010.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lerio ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1371.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Federico D. Fellini ha votato il racconto

Scrittore

Rendere poetico l'atto sessuale con un linguaggio esplicito richiede coraggio e sangue freddo, ma anche empatia e capacità di lasciarsi andare. Un po' come l'atto sessuale stesso, richiede il raggiungimento di un difficile equilibrio.Segnala il commento

Large img 20210705 011756.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore

bauSegnala il commento

Large default

Anonimo ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large 20130826 144106000 ios.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Monica Pembrooke ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

piacerà a tutti :-)Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Wow! M'hai fatto venir sete!!!Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Disinibita e carnale: sesso esplicito con sfumature porno un linguaggio molto "carico" ma adeguato alla storia e al suo "taglio". Per uomini soli, ma anche per donne... sole, e non solo.Segnala il commento

Large img 20200326 wa0003.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helena ha votato il racconto

Esordiente
Large garry stretch of circus of horrors .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Lorenzo V ha votato il racconto

Scrittore
Editor
Large img 20200403 200548.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Matilde di Folco Portinari

Esordiente
Editor
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee