Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Shopping

Pubblicato il 31/01/2021

25 Visualizzazioni
9 Voti

"Tu mi porti finita stellina se continuiamo così". Giriamo da 3 ore, come cercatori d'oro in Alaska, per trovare un vestito adatto per la mia uscita di stasera. Lo stronzo si è deciso ad invitarmi come si deve. Accontento la mia amica Marta, finiamola qui. Prendo il vestito grigio, non è troppo sexy ma neppure monacale e non voglio dare l'impressione che sono pronta all'uso orizzontale proprio stasera. Se la deve sudare e parecchio e stasera non sarò disponibile. Mi piace da matti lo stronzo, lo conosco da tre mesi, l'ho incontrato ad una festa ed è scattato subito il click. Il click che mi fa temere sempre di infilarmi in uno dei miei classici casini. "Ancora pensi a questo", mi fa lei fra il serio e la presa per il culo. "Sveglia bimba", co 'sto fatto che ha qualche anno più di me mi imbroglia tutte le volte con 'sti cazzo di vezzeggiativi, ma lo vedo che è preoccupata. Mi piace lo stronzo e sa che se mi piace uno parto come Rossella in via col vento, che poi sta botta di testa con uno che c'ho preso 3 caffè in croce e bevuto 4 bicchieri non ho capito da dove mi arriva. Mento a me stessa, ha due qualità inquietanti, è bello da paura e mi fa ridere. Mi fa ridere anche quando sparisce per giorni e poi ricompare sotto casa, quando mi chiama all'improvviso durante il mio lavoro e mi tieni incollata al telefono per un'ora. Però tre mesi di corteggiamento e 3 bacetti da adolescenti? Dopo un mese, io e le mie amiche abbiamo iniziato a fare una marea di congetture, "è impotente" per poi finire "è gay" ma a noi i gay piacciono e lo capiamo subito. Si era pure offerta Marta, di buttare una mano sul suo pacco con classe ,ma poi abbiamo deciso che non era il caso lo sputtanamento totale e che era meglio portare pazienza e vedere. Stasera visto che mi ha invitato a cena, casa sua per intenderci, e non al solito aperitivo o cene in compagnia, qualcosa dovrà pur succedere.Non ti venisse in mente di portarmi anche a fare l'aperitivo Marta, sono le 6 ed io lo vedo fra 2 ore. Devo fare la doccia che puzzo come una trota avariata e poi truccarmi e lo sai che sono lenta. "Eh no bella, troppo comodo, adesso mi accompagni a bere un bicchiere, me lo devi". A volte vorrei morderla sulla giugulare, poi la lascio stare perché abbiamo condiviso viaggi, pianti e grandi risate, puro divertimento, storie e pezzi pesanti di vita. Mi adora e si preoccupa di recuperarmi le rare volte che cado in mille pezzi e quasi sempre per un uomo. Si andiamo ma veloci come la buonanima di Senna sui curvoni di Montecarlo. Lo ha fatto apposta, l'ho capito dopo qualche secondo. Lo stronzo è lì, con una ragazzotta che ammicca con 2 occhioni azzurri che si intonano ad una capigliatura bionda con carico di miele. Boccheggio, lei mi stringe il gomito e mi sibila :"contieniti". Mi contengo anche perché non vuol dire nulla, potrebbe essere chiunque dalla figlia alla nipote perché ha, a occhio e croce, almeno una ventina d'anni meno di lui. "Figlie non ne ha ed è figlio unico", mi ricorda Marta. La acchiappo per una mano e la trascinò in un angolo nascosto, io da qui non mi muovo, siediti. Lui si sistema ad un centimetro dal nasino della biondona, lei sbava come davanti alle polpette di mia madre, lui allunga le sue belle mani sulla sua schiena quasi sul bordo del culo." Culo piatto fianchi stretti" mi ricorda Marta, "e lo sai che non sono passionali ma ragioniere". Lei gli sussurra qualcosa e si alzano, prendono la porta del bagno, entrano insieme. Marta sveglia ha già fatto portare un bicchiere d'acqua ed un caffè, lo sa bene che il caffè in alcuni momenti ha su di me un effetto soporifero. 10 minuti buoni, click la porta si apre ed esce lui. Si avvicina alla cassa paga e va via. Marta si infila in bagno. Aspetto che torni,  nella mia testa si accavallano soluzioni draconiane, dare fuoco al suo ufficio, alla sua auto, alla sua casa, mi sembra ancora poco. Dare fuoco a lui direttamente mi sembra una soluzione equa.

Logo
3935 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (9 voti)
Esordiente
8
Scrittore
1
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Questo è parlare chiaro. Divertente, ritmo incalzante. Ci sono alcuni errori e qualche frase da sistemare. Ps: sto leggendo i brani del passato, solo per curiosare sui progressi degli altri utenti.Segnala il commento

Large mario smokers.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

emmebelloc ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201021 160429.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cinzia M. ha votato il racconto

Esordiente
Large foto0001.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Urbano Briganti ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20200616 073543616.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Chiara Bocci ha votato il racconto

Esordiente
Large dante.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Andrea Trofino ha votato il racconto

Esordiente
Large default

di Carmen

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee