Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Poesia

Sognandola

Pubblicato il 26/07/2017

17 Visualizzazioni
3 Voti

Ho sentito passi sul tetto di casa.

Ho udito parole nella stanza accanto.

Il tic tac alla parete si ferma

La lunga lancetta sorpassa la piccola veloce

Entrambe sfiorano la metà della notte

Entrambe ora sono ferme

Venite a me spiriti dell'estate

Varcate la soglia delle mie finestre e portatemi un buon sogno

Nella notte qualcosa si fa strano

Un pensiero incoerente

Una goccia cade dal rubinetto e spezza la quiete

Si Chiudono occhi stanchi e io vedo te

Il tuo viso

Il tuo seno

Le curve per cui mi vendo l'anima

Sei ancora una volta sogno inconfessabile

Tu donna senza tempo ne età

Se mi dici il tuo nome lo porterò via con me da questo sogno

Se non parli lo inventerò per ricordarti

Donami qualcosa di più che un ricordo

Io ti dono la mia anima

Gli spigoli acuminati della mia personalità

E tu?

Sarai così generosa da rendermi meno triste e più uomo

Non smetto di amarti

Non posso.

Logo
859 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (3 voti)
Esordiente
3
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

Emi ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210225213214.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Simone ha votato il racconto

Esordiente
Large large australia.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Fiorito ha votato il racconto

Scrittore
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

di Francesco De Fusco

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work