Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

Tartarughe

Pubblicato il 28/08/2021

"Dimenticando i propri ricordi, le persone riescono a vivere. Però vi sono cose che non si devono assolutamente dimenticare. Yui mi ha fatto conoscere quel qualcosa che è per me insostituibile. Io vengo in questo luogo in riconferma di ciò" Gendō Ikari.

57 Visualizzazioni
29 Voti

“Credi alle congiunzioni astrali?” chiese tamburellando le dita sul bicchiere.

Mantenni lo sguardo fisso al tavolo, incapace di formulare un pensiero coerente.

“Non saprei”

Si tolse il cappotto e lo posizionò sulla sedia accanto. Aveva l’unghia del mignolo divorata fin quasi all’attaccatura.

“Non saprei non è una risposta” continuò. “Non è una questione sulla quale si può essere neutrali”

È essenziale avere dei dogmi? Quanti di questi sono necessari? 
Una volta mi sono fatto leggere il futuro sul guscio di una tartaruga. Potrebbe contare? Ricordo un mendicante. Ogni giorno, sedeva al parco vicino casa. La mia ragazza voleva che gli chiedessi una lettura. Già…La mia ragazza…A volte fatico a ricordarne il volto.

“Sul guscio lesse…”

“Non è quello che ti ho chiesto. Prevedere il futuro e le congiunzioni astrali sono due cose ben distinte. Nel primo caso è impossibile distinguere un ciarlatano da un vero divinatore. È il tempo l'unico giudice”

Rimane poi, sempre un dubbio, pensai - sono le persone depositarie di queste profezie a lavorare in modo che un giorno si compiano oppure è solo una questione di destino?

“Invece, le congiunzioni astrali sono qualcosa di vero e tangibile”

Estrasse dal portafoglio una fotografia che posizionò sul tavolo. Ritraeva una foresta. Simili a palloni di mongolfiera, alcune cupole bianche emergevano sovrastando in altezza le cime degli alberi.

Avrei voluto solo passare qualche ora con un…Non avrei saputo definire il nostro rapporto. Eppure un giorno era qualcuno. L’intonazione della voce non lasciava dubbi al riguardo. 


Sembra sia la memoria a distorcersi come ultima difesa contro la solitudine. Invece no, ho l’impressione che si allontani. Una fuga in continua espansione. Come l’universo. Pulviscolo cosmico.

“Questo è il bunker Serpukhov 15. L'ho fatta io arrampicandomi su un albero. Vedi? Qui si è deciso il destino del mondo e tutti sembrano essersene dimenticati”

Lo osservavo. Tentavo d’immagazzinare informazioni su quel volto. La linea delle labbra, il taglio degli occhi. Costruivo una stanza dove poter archiviare quelle immagini. Avrei dovuto conservarle e non lasciarle bruciare. In ogni caso, era un esercizio senza scopo. Non sarei riuscito a trovare una collocazione alla stanza. 
È così brutto essere dimenticati? Mi accorsi di aver perso il filo.

“A mezzanotte e quattordici minuti, Petrov avvistò cinque missili nucleari che dalla base di Malmstrom (nel Montana)” Mimò la forma delle parentesi. “Puntavano il territorio russo. Fu il sistema satellitare OKO a rilevare la minaccia. La punta di diamante della tecnologia militare contro…”

Sotto la luce del neon vedevo l’unghia del suo mignolo cominciare a sanguinare. Si riempì il bicchiere. 
Un giorno eravamo qualcosa. La stanza dovevo averla già costruita…

“La macchina burocratica si inceppò. La possibilità che OKO si sbagliasse non era da escludere. Eppure, i superiori di Petrov erano incapaci di contemplarla. Lasciarono a lui la decisione. Il colonnello salvò il mondo da un olocausto nucleare e loro volevano solo dimenticarlo”

Si portò un fazzoletto al mignolo. Il tessuto si imbevve del suo sangue. Una piccola macchia dai contorni disordinati che andava ingrandendosi.

“L’uomo giusto al momento giusto. Sostituiva i tecnici. Quelli avrebbero seguito le procedure standard e…”

Tentò di imitare un fungo atomico. Un angolo del fazzoletto si intinse nel bicchiere.

“Questo cosa centra con le congiunzioni astrali?”

“La natura dell’errore. L'equinozio d’autunno. I riflessi solari sulla superficie delle nuvole notturne e la profezia dell’estinzione atomica di OKO. L'illusione ottica sul radar, la lingua del colonnello da cui pende l’intera umanità”

La luce al neon pulsava seguendo un ritmo sghembo. Fuori tempo di una o due battute. Uno sfasamento impercettibile.

“Parlo della materia del quotidiano. Allora, ci credi?”

Avrei dovuto rispondere…dissi solo:

“Domani, guarderò in cielo. Se il sole splenderà faremo un giro in barca”

La sua figura piegata da un peso invisibile spariva, inghiottita da tenebre di cui non riconoscevo la consistenza. Una definizione impossibile, un’ombra di luce con cui forse, sarei andato in barca l’indomani. 
Con un ultimo sforzo, cercai di imprimere nella mente la sua immagine. I palloni bianchi svettare sopra tutto quel verde. Non avrei dovuto lasciare andare nulla. 

Pensai al colonnello. Petrov aveva salvato il mondo dall’olocausto nucleare ed era stato punito perché aveva dimostrato che in fin dei conti, l’uomo è ancora meglio di una macchina. Lo immaginai scrutare OKO mentre le nubi apparivano come missili nucleari in cielo. Rovesciai il bicchiere. Il liquido si espanse quasi volesse spazzare via quel paragone. Io non avevo fatto nulla di eccezionale nella mia vita. Era una notte come tante altre. 

Rinfrangendo la luce, il vetro illuminava il volto di un uomo qualunque che in tasca, custodiva ancora un guscio di tartaruga. Comprato una sera di fine settembre.

Logo
4917 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (29 voti)
Esordiente
24
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large thumbnail.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Frato ha votato il racconto

Esordiente
Large altro mondo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Clarissa Kirk ha votato il racconto

Esordiente

Serpukhov 15 - AD 1983 ... l'abbiamo scampata per un soffio . Bellissimo punto di vista, bravoSegnala il commento

Large 20220521 204723.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Helenas ha votato il racconto

Esordiente
Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Bellissimo complimenti Segnala il commento

Large 98f662d3 1d06 41c8 a9a2 b3d398111485.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Bello l’incipit le descrizioni l’atmosfera il soggetto e ottimo lo stile.Segnala il commento

Large immagine 2021 04 24 184139.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Germinal68 (Sandro) ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210421 183135.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Laura Camposeo ha votato il racconto

Esordiente
Editor
Large default

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Credevo di averlo già votato! Molto bello :)))Segnala il commento

Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Large images easyblog shared c cappellicomesceglierli1.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonella Avolio ha votato il racconto

Esordiente

Veramente notevole e poi non è facile trasformare periodi storici in bellissime note. Bravissimo Segnala il commento

Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Maria Sila ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

piaciuto tantoSegnala il commento

Large img 20200606 wa0004.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Loretta 68 ha votato il racconto

Esordiente

Sì, anche io come Annacod Hai un modo bellissimo di raccontare, quando lo fai il tuo testo mi rimane dentroSegnala il commento

Large 20211005 190648.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Alma R. ha votato il racconto

Esordiente
Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210203 wa0000.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Annacod ha votato il racconto

Esordiente

C'è qualcosa di assolutamente magnetico nel tuo modo di raccontare. Complimenti Segnala il commento

Large 20201021 160429.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Cinzia m. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210307 143015.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Emil Moltenis ha votato il racconto

Esordiente
Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Ho poco da dire tranne che: bravo. Davvero. Atmosfera, dialoghi, storia, tutto bello e ben fatto. Narrare il pericolo nucleare attraverso la poesia non è da tutti. Sono le persone depositarie di queste profezie a lavorare in modo che si compiano, bellissimaSegnala il commento

Large img 2813.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Katzanzakis ha votato il racconto

Scrittore

Che dire? Notevole.Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Anonimo ha votato il racconto

Esordiente

Bel racconto, scritto bene. Interessanti gli spunti di riflessione sul tempo e la memoria.Segnala il commento

Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore

wowSegnala il commento

Large depositphotos 61883317 stock photo cougar mountain lion puma panther.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il puma del Sîambù ha votato il racconto

Esordiente
Large bbbbbb.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Riesci a rendere chiaro e misterioso il tuo racconto con pennellate di sonorità esotiche dal fascino decisamente unico. Una scrittura magnetica: coinvolgi ed attrai già dalle prime frasi. Complimenti!Segnala il commento

Large gecko 1373165 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Geco Dorato ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Sisifa92 ha votato il racconto

Esordiente
Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Ottimo, Edo. I tuoi dialoghi sempre credibili, e la storia regge, meno criptica di altre. Belle le immagini, con quell'unghia morsa fino alla pelle e il sangue che si allarga sul fazzoletto. Sì sì.Segnala il commento

Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Zoyd Gravity

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work