Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

TEMPO ANALOGICO (TIMELAPSE PARZIALE)

Pubblicato il 15/01/2021

Durante il quale, uno dei protagonisti si rende conto della propria importanza, nonostante la propria subalternità esistenziale. Emendato e ripubblicato, con un finale lievemente minaccioso, perché il tempo è come il maiale: di lui non si butta via niente, altrimenti lo perdiamo. E non va bene...

50 Visualizzazioni
19 Voti



Il timelapse è una tecnica cinematografica nella quale la frequenza di cattura di ogni fotogramma è inferiore a quella di riproduzione; a causa di questa discrepanza la proiezione con un frame rate standard di 24 fps fa sì che il tempo, nel filmato, sembri scorrere più velocemente del normale.

                                                                     .....


Si girò verso il quadrante, di scatto.

La lancetta dei minuti indicava le otto, appena passate. In realtà, alcuni istanti prima, aveva battuto le ciglia un paio di volte, per mettere a fuoco il  proprio campo visivo, e ritenne - col senno di appena dopo - di poter affermare con ragionevole sicurezza che la medesima lancetta non avesse ancora raggiunto il proprio apice.

Com'era possibile, dunque, che fossero state già le otto passate, anche se da poco?

Alfine (pochi secondi dopo, senz'altro non più di due o tre) arrivò a concludere che la lancetta incriminata dovesse avere già superato il vertice apicale, ché, nel caso contrario - se si fosse cioè trovata sovrapposta alla tacca del mezzogiorno, o nelle vicinanze, appena spostata a sinistra, tanto per intenderci, a causa di quel battere di ciglia, che lo aveva confuso, molto probabilmente - non avrebbe potuto notarla, mentre continuava a ricordarsela bene, la posizione di quella lancetta, come un' immagine dominante ed esclusiva, all'interno del proprio contesto mnemonico a breve termine. Del resto, niente poteva sfuggire a uno come lui, che passava le sue giornate a controllare l'ora sui quadranti dei suoi orologi analogici, motivo per il quale si sentì di poter affermare con una dose di sicurezza pressoché assoluta, che la suddetta lancetta stesse indicando un'ora che aveva superato - anche se di poco - il vertice apicale già menzionato.

"Certo che la lancetta dei secondi non sta mai ferma", pensò. "Un attimo fa era ancora qui, poi ti distrai per un nonnulla, una frazione di secondo, e il secondo che era lì, non c'è più, come se avesse avuto molto più tempo lui, a disposizione, per scomparire, di quello che ha permesso a noi di distrarci, perdendolo di vista. E così dobbiamo darci da fare per ritrovarlo.

Ma non è così facile, nossignori.

Ci vuole qualcuno che sappia davvero il fatto suo, nell'osservazione dei percorsi delle lancette degli orologi analogici, e pochissimi possono vantare la mia confidenza, la mia capacità di gestione e di controllo, né, tantomeno, la meticolosità di cui mi avvalgo per annotare lo scorrere del flusso del tempo e di tutte le sue conseguenze.

Sono anni che lo studio, oramai: forse non ho mai fatto altro, neanche quando facevo tutt'altro; in fondo tutta la mia vita precedente è stata una lunga prolusione a questa attività, a questo compito di controllo che adesso riempie le mie giornate, dando un senso al loro scorrere. 

Perfino quando dormo, tutto è sotto controllo: ho impostato un sistema di telecamere a circuito chiuso che riprendono tutti i miei orologi analogici, permettendomi di rilevare qualunque irregolarità, a posteriori, nonché di porvi rimedio, qualora fosse necessario.

Credetemi, stare attenti al tempo, non farsi scappare neanche una frazione del suo scorrere, reiterare tutti i meccanismi che sono alla base della sua origine e del suo continuo svolgersi, è questo, proprio questo, il vero senso del tutto.

Sì, perché il tempo si svolge, svolge sé stesso.

Svolge sé stesso rivolgendosi a tutti noi, mostrandoci la sua sostanza eterna e indeformabile, il fondale sul quale scorrono tutti i nostri avvenimenti, il passaggio delle notti e dei giorni che ci contengono, il rivolgersi delle stagioni che contiamo per sapere quanti anni abbiamo. Il tempo svolge l'unico compito rilevante che la vita gli può offrire. Interpreta sé stesso: è attore, regista e sceneggiatore, allo stesso tempo, del tempo stesso, e io sono lo spettatore, anche se uno spettatore un po' speciale, che osserva e annota, cercando di contenere e poi correggere, eventualmente, le sue esuberanze o le sue depressioni, le sue intemperanze e i suoi dubbi, allo scopo di limitare al minimo le possibilità di un errore che ogni sistema complesso potrebbe ospitare al proprio interno.

Alla fine siamo in due, e ci integriamo perfettamente: lui mi dà il senso, io controllo che tutto scorra nel modo giusto, secondo le immutabili leggi analogiche del tempo.

Lui a suo modo è un creativo, un creativo generativo che distribuisce a tutti la materia vitale per esistere, mentre io controllo che si attenga alle sue competenze, che non debordi ne' si trattenga, illudendosi di poter cambiare il suo ritmo di produzione, perché è proprio in quei momenti che possono annidarsi i ritardi, o gli anticipi, così deleterei, per un regolare svolgimento del tempo.

Alla fine siamo noi due, l'origine di tutto, l'origine di ogni origine, compresa la vostra possibilità di concedervi il tempo di leggere queste parole.

Tutto il resto non c'è. E se c'è, dipende da noi: se ci fermiamo noi, si ferma tutto.

Non ve lo dimenticate."




Logo
4970 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (19 voti)
Esordiente
15
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 16241058739501293647282.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large default

Etis ha votato il racconto

Scrittore
Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

"Credetemi, stare attenti al tempo, non farsi scappare neanche una frazione del suo scorrere... è questo, proprio questo, il vero senso del tutto."Segnala il commento

Aatxajzt7nsl rzh7o6rq5jptmxfuictattxrdrhbzfn=s50 mo?sz=200

Andreasololettore ha votato il racconto

Esordiente
Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

e mi fa venire sempre in mente ‘Time dei Pink Floyd’Segnala il commento

Large marghe img 5466.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

MargheMesi ha votato il racconto

Esordiente

Non è la prima volta che la tua scrittura rivela una tendenza al tricotage. Ma il tricotage col tempo è davvero delizioso!Segnala il commento

Large 20210427 022249.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large pexels brett sayles 2896889.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Zoyd Gravity ha votato il racconto

Esordiente

Un attimo fa era ancora qui, poi ti distrai per un nonnulla, una frazione di secondo, e il secondo che era lì, non c'è più, come se avesse avuto molto più tempo lui, a disposizione, per scomparire, di quello che ha permesso a noi di distrarci, perdendolo di vista. E così dobbiamo darci da fare per ritrovarlo.Segnala il commento

Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

A leggerti il tempo è sempre ben impiegato :-)Segnala il commento

Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente
Large circo.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Salvatore Greco ha votato il racconto

Esordiente

(...) non è così facile, nossignori (...) questo compito di controllo che adesso riempie le mie giornate, dando un senso al loro scorrere (Franco 58) Buon giorno!! Segnala il commento

Large 13 36 00 6a00e54fcf7385883401b7c7499bb0970b pi.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente

uno dei temi a te cari: il tempo.Segnala il commento

Large 70628358 189111868760977 7202426436156653568 n  2 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Luciano Rossi ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210409 190335.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

StefanoS ha votato il racconto

Esordiente

Siamo nei tempi, abbiamo tempo.Segnala il commento

Large bd177824 d2fb 4a2e a04a 932874cb0846.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Philostrato ha votato il racconto

Scrittore

E il tempo si fermò... se fosse un'illusione?Segnala il commento

Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

sempre affascinante questo “scavare”Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Franco 58

Esordiente
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee