Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Fantastico

Trapasso senza green pass

Pubblicato il 25/09/2021

Dedicato a tutti i trapassati, che adesso sono felici.

46 Visualizzazioni
13 Voti

Il cuore di Marco si fermò, avevano provato in tutti i modi, col massaggio cardiaco l'iniezione di nitroglicerina, infine il defibrillatore. 

Non ci fu niente da fare, ora stava lì sul lettino, il viso sereno come chi ha finito di soffrire. Lui nel frattempo si era staccato dal corpo, dall'alto aveva visto tutta la scena (o messa in scena). Dal suo nuovo punto di vista tutto appariva come in un film dai colori vividi, stava lì nel suo corpo astrale guardava il suo cadavere ed era tranquillo.

Poi una luce verde smeraldo e un persona che spesso incontrava nei sogni. Lo guardò bene in viso: era Virgilio, un suo caro amico trapassato qualche anno prima. 

Gli disse: "seguimi ti porto in un posto meraviglioso"

Attraversarono terre aride e foreste poi un tunnel di luce, e approdarono. 

La città era sospesa, i palazzi cristallo di rocca, cascate divine e di vino, e colori mai percepiti prima. Aleggiavano esseri leggeri tra le sue vie e animali translucidi.

Si avviarono verso la porta settentrionale, il suo accompagnatore bussò. Gli apri una donna vestita di seta multiforme e soffici raggi di luna. 

"È arrivato Marco Rossi, ha finito il sui ciclo terreno e vuole entrare"

Adesso questa sarà il posto, lo rassicurò, dove continuerai il tuo cammino. 

La donna gli chiese la carta d'identità, il codice fiscale e...il green pass. "Il green pass" esclamò Marco. ma qui non siamo in Paradiso? 

No questa è l'anticamera del Paradiso, è una città sottile fatta di energie ectoplasmatiche. Qui si rimane qualche anno per saggiare il comportamento dei trapassati, poi l'Eden.

Sapete il virus è arrivato fin qui, tutti i vostri starnuti hanno spinto la variante fino alla nostra atmosfera astrale.

Marco, anche se in uno stato di grazia, sincazzò. 

Ma io non ho avuto il tempo di vaccinarmi, è successo così all'improvviso, ero in attesa di essere chiamato dall'ospedale, sulla terra lo sapete siamo in tanti. 

Mi dispiace, ribadì la donna, senza green pass non si può entrare. E se faccio un tampone veloce? 

I tamponi sono poco affidabili, qui siamo riusciti a tenere sotto controllo l'epidemia col nostro siero extragenicofluidoastrale. 

Allora disse speranzoso: "mi vaccino qui così potrò riposare finalmente in pace" 

Virgilio lo dissuase dicendo che solo se da vivo fosse stato vaccinato il loro super siero avrebbe fatto effetto. 

Cazzo, imprecò Marco, e adesso che faccio vago anima in pena per tutto l'universo, vengo abbandonato proprio qui che siete famosi per la vostra compassione e misericordia? 

Poi la donna lo rassicurò. Ad uno sputo di cattiveria da qui c'è l'anticamera dell'inferno, dicono che lì il virus non è arrivato, "sai con tutto il fuoco che c'è"

Cosaaa ed io che ho vissuto una vita da cristiano, con generosità e buon senso, aiutando nei mie limiti gli altri, io adesso dovrei albergare all'inferno in mezzo al fuoco eterno!!!

Ma cosa dici, esclamò Virgilio, queste sono credenze terrene, tu non lo sai ma lì si sta bene. Nell'anticamera ci si diverte: sale da gioco, discoteche, night club, piscine e belle figliole, capita ogni tanto che un diavoletto ti tenti, ma tanto vale provare. 

Devi solo fare una piccola cattiveria e potrai accedervi senza problemi.

Una cattiveria, pensò, allora imprecò contro la donna e la menò di brutto. 

Subito si ritrovò alle porte dell'anticamera per l'inferno.

Bussò, "sono Marco Rossi mi hanno cacciato dal quasi Paradiso e chiedo di essere accolto" 

Si aprì un cancello di ferro battuto, si affacciò una donna vestita di niente, capelli rossi e labbra carnose. Bene, disse, mi servono i tuoi documenti, la carta d'identità, il codice fiscale e il...passaporto. Il passaporto, imprecò Marco, ma ce l'avete con me oggi, non ho mai avuto il passaporto, ho viaggiato sempre e solo per Italia.

Mi dispiace, disse la sexy, senza passaporto non si entra.

Ormai rassegnato vagava nel cosmo senza meta fino a quando un essere di "Vera Luce" e pietoso lo guidò su un'isola felice, sita tra la cordigliera delle Ande e la costellazione di Andromeda. 

Sospesa su un mare di polvere cosmica, un'isola senza leggi senza virus e latte scaduto. 

Un posto senza Tg, senza tabaccai né coccodrilli, colmo di calma non regna il giudizio e la condanna.

Senza imposizioni, senza grane né gratta e vinci, e tanta belle persone, che in spirito declamano poesie, dipingono murales, suonano musiche arcaiche e giocano a poker. 

Finalmente ho trovato il mio Paradiso pensò, qualcuno sulla terra la chiama "l'isola che non c'è" 

Marco l'ha cercato per tante vite e finalmente l'ha trovato, e adesso sa che c'è. 

So di sicuro che c'è.

Qualcun altro lo chiama aldilà, e solo uno stato di grazia, uno stato di coscienza, una dimensione pseudonirica che per entrarvi non ti chiedono green pass o passaporti, dove tutto è possibile. 

Dove basta pensare a ciò che vuoi e il tuo vuoi si materializza. 

Dove la musica diventa colore e le tinte si trasformano in sensazioni, e gli asini volano e i delfini giocano a golf nel golfo del Messico.






Logo
4937 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
7
Scrittore
6
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large 911.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Anacleto ha votato il racconto

Esordiente

Bello Segnala il commento

Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Divertente e native, sto con Silvia.Segnala il commento

Large 76e0ca22 4ac9 4d31 b240 d8aa491b4df9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Giampiero Pancini ha votato il racconto

Scrittore

Con colmo di calma non regna il giudizio e la condanna hai fatto uscire il tuo stile più caratteristico. Bell'idea, si legge con piacereSegnala il commento

Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente

Bello!Segnala il commento

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente

Racconto intrigante bellissimoSegnala il commento

Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore

Divertente, un po' naive. Segnala il commento

Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

Bello. Molto originale.Segnala il commento

Large foto del 15 09 21 alle 09.22  3.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

palu ha votato il racconto

Esordiente

Bello. E' intrigante (pure divertente, specie all'inizio) l'immagine che proponi. Dove persino le "classiche destinazioni", evocate da un dantesco accompagnatore, sono contaminate dalla burocrazia terrena, che evidentemente il personaggio a tal punto ha interiorizzato... Mi lascia un po' perplesso, invece, il finale; dove un deus ex machina offre un lieto fine. Per così dire, nel liberare Marco dall'incubo in cui era imprigionato. C'è qualche refuso qua e là. Grazie per la lettura, PaoloSegnala il commento

Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Concordo con Davide: hai disarcionato millenni di credenze e reso bene l'idea di quanto anche l'aldilà sia "governato" dalla presunzione di sapere.Segnala il commento

Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente

Superlativo, come sempre. Creatività e stile entrambi al top. Apprezzatissimo Segnala il commento

Large 591a7777 f1e2 4ba1 979d 0df1446c2571.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

ill0gica ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Una metafora che è un indomabile desiderio di esprimersi attraverso la libertà albergante in ogni poeta. Complimenti Italo. Buondì!!!Segnala il commento

Large bacio.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Italo

Scrittore
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work