Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Un bilancio

Pubblicato il 08/11/2020

70 Visualizzazioni
13 Voti
Così cominciò da prima ancora di nascere. Nacqui solo per quello, presumo, diverse volte, smarrendo la flessibilità necessaria. Loro mi diedero diagnosi e cura. Non era sopportabile la libertà. Ero malato, libero e vuoto. Ero l'ultima trovata del demonio. Freddi cinici infermieri mi sondavano; vedere ribellarsi un poveretto fa sempre eccitazione. E dà un minimo d'angoscia. Essi curavano con logica la mia pazzia. E tutti i tentativi fallivano. Ed io ero sempre più solo, sempre più matto. Provavo, da ragazzo, a tamponare quel male assurdo con dell'erba: farmela mi tranquillizzava; e ridevo e sognavo e non sentivo. Tutti a dire: "Le canne brucianano i neuroni!". Ma io non fui mai felice come allora. Ebbi molte ragazze; ero forte, coraggioso, ambiguo a tutti soprattutto a me stesso. E sotto di me, distante, nell'altro della mia doppiezza questo gigante irrazionale liquefaceva le certezze come un freezer senza elettricità. Il buio più solido della mia vita non era popolato da nulla: via la luce, via la tristezza e la felicità; zero persone, solo qualche onesto urlo, perché urlare è come pregare e anche senza speranza non si finisce mai di pregare. Potessi per far su di me chiarezza rappresenterei l'assenza: ecco io sono ciò che si è svuotato, colui che si è rassegnato, colui che accetta, chi non si scompone. In me scorrono i millenni, trentunenne mezzo bambino e mezzo vecchio, come Sisifo trasporto la Storia mobile del pigmeo uomo anelando alla pietra. I miei pensieri fantasiosi si perdono in questo cocciuto desiderio di ciò che non è più o non è mai stato. La vita non è mai invivibile, mi persuado, sta a noi scegliere i dolori necessari. E trasformarli. Far di questi poesia. E oltre la barricata del buon senso, quel dolce sublime distacco che lascia la vita macerarsi mentre la guardiamo. Ecco, s'è fatta notte, e nel mio oblio di cicatrici asciutte fumo la sigaretta della vita; quanta brama verso quel sogno d'inorganica quiete, mi pervade. Ancor prima del grembo, io vedo la vera sapienza universale sgretolarsi come un gigante squilibrato. Il Nulla m'appare in ogni sogno, esso non suggerisce, non stimola. A quale morte aneliamo? In quale paradiso saremo costretti a traslocare le nostre pene? A una pietra, a una montagna, ad un povero pulviscolo atmosferico non puoi spiegare nulla, né chiedere; essi insegnano il trionfo dell'immobiltà. Tutti noi ambiamo a questa pace. Tutto il moto della Storia gioca sino ad esaurirsi a tal punto da potere soggiacere all'inutile, determinante stasi del Nulla.
Logo
2530 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
9
Scrittore
4
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large on the road.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

omALE ha votato il racconto

Esordiente
Editor

l'inesprimibile nulla Free CannabisSegnala il commento

Large 20150729 164149.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Archibux ha votato il racconto

Esordiente
Large 0f0b7462 96be 4e97 a613 bebcd14c473c.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large img 1919.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore

10. OttimoSegnala il commento

Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore

CoraggiosoSegnala il commento

Large drouk12176 rectangle.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

[K] ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore
Large images.jpeg.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large 20200907 082706.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Esordiente

Meraviglioso. C'è tutto quello che un brano deve avere per arrivare in fondo alla coscienza, alla mente, al cuoreSegnala il commento

Large img 20200826 180718.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200411 144100.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Domenico Puleo

Scrittore
Bellevilletypee logo typee typee
Bellevillemilano logo typee
Bellevilleonline logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee