Small cover.png?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccountZoom cover

Romance

Una calla per lei

Di LannyFrost - Editato da LannyFrost
Pubblicato il 01/01/2020

18 Visualizzazioni
7 Voti

Non ricordo più come eravamo noi, non ho memoria dei nostri litigi, mi ricordo solo le emozioni: di te mi sono rimaste solo le sensazioni passate positive e questo rende tutto più difficile, perchè non riesco nemmeno a incolparti del nostro epilogo. 

Quando eravamo piccoli sognavamo Firenze, New York, un bambino, una casa, sognavamo un Noi migliore, un Noi maturo. 

I sogni poi si infrangono, perchè è la vita che rende i sogni tali, perchè sei costretto a fare dellescelte per sopravvivere nella società e a seppellire i desideri, gli amori..

Fra noi andò così, il giorno prima ti vedevo vestita di bianco al mio fianco, vedevo una luce nei tuoi occhi, vedevo l'amore; il giorno dopo vedevo una ragazza qualunque che, una volta cresciuta, aveva smesso di sognare. 

Ognuno prese la propria strada, tu crescevi, eri forte, eri bella mentre io ti guardavo segretamente, ti invidiavo, ti ammiravo, ti odiavo ma continuavo ad amarti. Chissà cosa si nasconde dietro quei sporadici messaggi che ci scriviamo oggi di un'indifferenza glaciale, chissà cosa pensi in quel decimo di secondo nel quale decidi di scrivermi. 

Ho smesso di pormi delle domande, ho deciso di aggredire la vita, perchè per troppo tempo ho subito passivamente il trascorrere degli eventi su di me; ma quando penso di aver finalmente trovato un equilibrio rispunti tu. 

Sono passati anni da quando io sono diventato un ragazzo e tu una donna, sono passati secoli da quando riuscivo a proteggerti con un abbraccio od a farti innamorare con un film al cinema e una cioccolata calda sotto le coperte, eppure il solo ricordo mi fa sorridere, passeranno forse millenni per risentirti vicino a me.

Di noi è rimasto un bacio strappato su un autobus in un pomeriggio di primavera, che ora rivedo in persone che incrocio per caso e mi chiedo se anche loro possano sentirsi unici come ci sentivamo noi. A sedici anni ti senti indistruttibile, qualche anno dopo hai già perso tutti i tuoi credo. 

Di noi è rimasto un film visto e rivisto più volte dove la morale finale insegna che nulla dura per sempre, nonostante le varie promesse mai mantenute.

Di noi è rimasto un fiore, una calla, il tuo fiore preferito, che ti regalavo ogni anno per il nostro anniversario, che ancora oggi mi allieta i pomeriggi e le serate vedendolo in un bicchiere mezzo vuoto con qualche centimetro di acqua sulla mia scrivania. 

Nel mio passato l'acqua riempiva il bicchiere, nel mio presente il bicchiere è vuoto, nel mio futuro cosa vedro? 


Logo
2466 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (7 voti)
Esordiente
5
Scrittore
2
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large img 1919.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large foto rocio marian ciraldo.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

RoCarver ha votato il racconto

Esordiente
Editor

Molto bello. Come ti capisco!Segnala il commento

Large images.jpeg.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20190709 120205 690.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

R.94# ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190710 115436.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Large default

Tella ha votato il racconto

Scrittore
Large dada.jpg?googleaccessid=typee belleville prod@typee 162408.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large default

di LannyFrost

Esordiente