Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Non-fiction

Vax populi

Pubblicato il 28/11/2021

Il popolo svizzero ha approvato con un'ampia maggioranza il referendum sul "certificato Covid".

54 Visualizzazioni
5 Voti

Il popolo svizzero ha approvato con un'ampia maggioranza il referendum sul "certificato Covid" (*), simile al green pass italiano. Gli svizzeri sono il primo popolo al mondo ad essersi espresso direttamente a favore dell'adozione di una misura restrittiva delle libertà individuali e finalizzata a proteggere la salute della collettività. Il referendum popolare è stato preceduto da un'aggressiva campagna elettorale dei cittadini contrari alla misura restrittiva (i ricercatori dell'Istituto di scienze politiche dell'Università di Berna hanno contato sui quotidiani 209 annunci a favore del "no" e solamente 22 per il "sì").

Non possiamo che gioire del risultato referendario, visto che la Svizzera confina con l'Italia — al pari della Slovenia, Paese con il sistema sanitario al collasso per il balzo repentino dei ricoveri per Covid-19 a causa di un tasso vaccinale tra i più bassi d'Europa, che con ogni probabilità ha provocato il passaggio del Friuli Venezia Giulia in zona gialla esportando in quella regione una quota parte dei propri contagi.

Attendiamo con impazienza che anche il popolo italiano si esprima a favore delle misure governative finalizzate a implementare l'adesione alla campagna vaccinale, ovvero il "super green pass" — rilasciato soltanto alle persone guarite o vaccinate — e l'obbligo vaccinale per il personale sanitario, scolastico e dei comparti della difesa, sicurezza, soccorso pubblico e amministrazione penitenziaria, in un eventuale futuro referendum.

Dal momento che il referendum è uno strumento di democrazia diretta, l'approvazione del super green pass da parte del popolo italiano sortirebbe — si spera — l'effetto di tacitare definitivamente la "minoranza rumorosa" dei no vax, secondo la quale la forma di governo dell'Italia si sarebbe involuta in una dittatura manovrata da Big Pharma e dalle élite finanziarie che complottano per istituire un nuovo ordine mondiale.


(*) Il “certificato covid” elvetico è obbligatorio dal 13 settembre scorso per andare al ristorante, in palestra, al cinema, agli eventi culturali e sportivi; i datori di lavoro hanno la facoltà di renderlo obbligatorio nella propria azienda.

Logo
2151 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (5 voti)
Esordiente
5
Scrittore
0
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large gecko 1373165 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Geco Dorato ha votato il racconto

Esordiente
Large cherry blossom 4974732 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

ItŌ Kiyoshi ha votato il racconto

Esordiente

Gli svizzeri eccedono nel ricorso allo strumento referendario su temi non poi così importanti, a mio parere. Riguardo all'Italia: vale davvero la pena che i cittadini siano chiamati alle urne, dal momento che sarebbe scontata la vittoria del "no" (no all'abrogazione delle leggi istitutive del green pass e dell'obbligo vaccinale)? La minoranza dei no vax è rumorosa, ma è pur sempre una "specie" in via di estinzione (non scrivo per quale motivo: apparirei troppo cinico).Segnala il commento

Large la stradina.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Antonio M. ha votato il racconto

Esordiente

Grazie per l'informazione sul referendum svizzero. Segnala il commento

Large 35546859 683587435316843 3447866515343278080 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Novalis ha votato il racconto

Esordiente

Dr. Peter McCullough: “i vaccini non funzionano e stanno creando una fuga immunitaria del virus. Adesso i vaccinati sono i più a rischio, si sentono al sicuro erroneamente” Il Dott. Peter McCullough è un cardiologo americano, tra i medici più importanti al mondo. Lavora al Baylor University Medical Center a Dallas, negli Stati Uniti, e ha pubblicato 678 lavori scientifici, con oltre 30 studi peer-reviewed sul SARS-CoV2. - Israele: “Il 95% dei pazienti gravi è vaccinato” fonte: https://www.trendsmap.com/twitter/tweet/1423322271503028228 “L’85-90% dei ricoveri riguarda persone completamente vaccinate”. “Stiamo aprendo sempre più reparti COVID”. “L’efficacia del vaccino sta svanendo” (Dott. Kobi Haviv, su TV israeliana Chanel 13 newsisrael13) - «Al momento i vaccini non possono risolvere la pandemia». Lo sostiene in Israele il professor Eli Waxman, membro della cabina di regia contro il Covid-19 del governo di Tel Aviv. Nonostante la maggioranza della popolazione sia già stata immunizzata con due dosi del vaccino contagi e ospedalizzazioni sono tornati ad aumentare in Israele. "I vaccini a RNA contengono RNA virali. Con migliaia di copie di geni RT e INT nei nostri genomi, i vaccini a RNA sono potenzialmente “genotossici”. “Genotossico” significa che ciò potrebbe portare ad aberrazioni genetiche e malattie. Io, un ricercatore genomico, non ho intenzione di fare una iniezione del nuovo RNA Vaccins." Pieter Borger, (MSc, PhD) esperto di genetica molecolareSegnala il commento

Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente

Moderna annuncia che ai primi mesi del 2022 avrà già pronto il vaccino contro questa nuova variante sud africana che elude i vaccini che abbiamo ora. Un passo molto importante per sconfiggere il covid diabolicoSegnala il commento

Large royal enfield 5919895 1920.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Fabio88

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work