Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

VEROLANUOVA [Capitolo II, scena 1]

Pubblicato il 10/11/2021

Qui il Capitolo I: https://60crazie.blogspot.com/2021/09/blog-post.html

219 Visualizzazioni
13 Voti

CAPITOLO I: https://60crazie.blogspot.com/2021/09/blog-post.html

CAPITOLO II

Spingo il trolley nella cappelliera. Qualche fila più avanti Gabriele e Stefano stanno parlottando tra loro. Siamo una bella squadra: pochi ma buoni, per una prima ricognizione va bene così. Spero solo che non finiscano per azzuffarsi.

La ragazza bionda seduta dal lato corridoio mi sorride. «Devi passare?»

Annuisco e indico il posto finestrino.

Slaccia la cintura e si alza, esce dalla fila il minimo che serve per farmi passare. Stringe gli occhi verdi, un brillantino le risplende sul naso sottile. Si risiede e dà una scrollata ai capelli a caschetto.

Mi sistemo sulla poltroncina, il bocchettone sopra di me spara un flusso di aria fredda. Lo chiudo e allaccio la cintura.

Sul posto centrale c’è una borsa biancastra, attraversata da una “V” nera, con un ciondolo argentato a forma di cuore agganciato al manico.

«Ti spiace se metto qui anche il mio zainetto?»

«Assolutamente.» Sposta la borsa verso di sé, sorride. «Speriamo non arrivi più nessuno.»

Sollevo la cover dell’i-Phone, do un colpetto sull’icona di WhatsApp e uno sul profilo di Valeria. Clicco sulla barra bianca per la scrittura dei messaggi. “Dormivi quando sono uscito e non volevo svegliarti. Ci sentiamo con calma questa sera. Per qualunque cosa chiama pure senza problemi. Buona settimana, ci vediamo venerdì”. Piazzo un cuore scintillante e invio. Chiudo la cover, uno scampanellio me la fa riaprire. Valeria Amore Mio: “ok”.

Scorro la chat.


*** “Va bene”.

************ “Che dici se sabato pranziamo a villa Borghese e poi portiamo Marco a vedere lo zoo? Si divertirebbe da matti”.

*** “Per me è lo stesso”.

************ “Amore mio, dimmi piuttosto se ti serve un aiuto con Marco durante la settimana… posso chiedere a Gabriella di accompagnarlo all’asilo e di andarlo a riprendere”.

************ “No problem, quanto torno dai pure tutto a me che ci penso io”.

*** “È arrivata una raccomandata dell’amministratore di condominio. Dice che ci sono dei lavori straordinari da fare, non ho capito bene”.


Clicco sulla foto profilo, un primo piano di Valeria abbracciata a Marco si prende tutto lo schermo. Che belli che sono! Torno alla chat, clicco sulla barra bianca. “Amore mio, che dici se uno di questi week-end lasciamo Marco da mia madre, e ce ne andiamo da qualche parte? Venezia, tipo? Che te ne pare?”. Cancello tutto. “È tanto che non ci facciamo un viaggetto… se ce ne andassimo a Venezia uno di questi week-end?”. Rumoreggio e cancello di nuovo. “Amore mio…”. No, meglio dirlo di persona, magari gliene parlo stasera quando la chiamo. Schiaccio tasti a casaccio, cancello tutto un’altra volta.

«Mi scusi, stiamo per decollare.» L’hostess impettita nella divisa blu ha proprio l’aria di una maestrina da collegio svizzero. «Dovrebbe metterlo in modalità aereo.» Butta un occhio al posto centrale. «Zaini e borse sotto i sedili, grazie.»

Spengo l’i-Phone, lo faccio sparire dentro lo zainetto; la ragazza mi blocca il polso. «È andata via. Lascia tutto qui, che viaggiamo più comodi.» Mi fa lo sguardo di chi sa il fatto suo. «Fidati.»

Gli altoparlanti gracchiano. “Signore e signori, il comandante Meier e il suo equipaggio vi danno il benvenuto a bordo del volo LX 1727 in servizio da Roma a Zurigo. La durata del volo è stimata in un’ora e quarantacinque minuti dal decollo. Il tempo a Zurigo è al momento nuvoloso, al nostro arrivo è prevista pioggia. Anche lungo la rotta le condizioni meteorologiche sono un po’ capricciose, ma non dovremmo incontrare particolari turbolenze…”

L’hostess si esibisce nel solito balletto per mostrare come allacciare e slacciare le cinture, come raggiungere le uscite d’emergenza e usare le mascherine per l’ossigeno in caso di necessità.

«Te l’immagini, sì?» La ragazza scimmiotta quei movimenti meccanici. «Voglio proprio vedere cosa ci ricorderemo, quando saremo a diecimila metri di altezza e ci staremo per schiantare sul monte Cervino.» Storce gli occhi. «Brief normally, mi raccomando!»

Le sorrido e mi sistemo più comodo che posso.

L’aereo si muove, gira e si posiziona per il decollo. Gli altoparlanti gracchiano ancora. “Cabin crew prepare for take off, please”. Si parte, altro viaggio, altra ispezione.

I motori rullano, l’aereo prende velocità e si stacca da terra, le orecchie mi si chiudono. Tappo il naso, soffio a bocca chiusa e si sturano.

Il litorale romano diventa via via più sfocato, le case si trasformano in un manto indistinto. Tutti i posti del mondo si assomigliano, visti da quassù.

La biondina tira fuori un libro dalla borsa, rovista un po’ e prende un evidenziatore arancione e una matita; apparecchia il tavolino, fruga ancora e mette un taccuino a quadretti accanto al libro.

Sarà il caso che inizi a lavorare anch’io.

Qui il seguito: https://60crazie.blogspot.com/2021/11/verolanuova.html

Logo
4791 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
8
Scrittore
5
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large default

dariofilardo ha votato il racconto

Esordiente
Large win 20210713 10 57 29 pro.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Messina Giuseppe ha votato il racconto

Esordiente
Aoh14ghceea2z45svv0aajsvolhdwqjqwz3sonkkjk2swa=s96 c?sz=200

Alessandro Massa ha votato il racconto

Esordiente

Ho voglia di continuare a leggere; quello che mi piace di più sono i dialoghi. Adoro la parola scampanellio usata invece di notifica! Ma non mi piace molto che ci siano così tanti paragrafi; mi piace un testo visivamente più denso Segnala il commento

Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore

letto anche il seguito, forse la ragazza è troppo intraprendente. Bello il personaggio della nonnaSegnala il commento

Aoh14gixdfsdsngj6ihduyyimgcwchpw9xuor6jraalnsw=s96 c?sz=200

Nandro77 ha votato il racconto

Esordiente

Mi è piaciuto il contrasto tra i due personaggi femminili e l'ho trovato interessante: il personaggio di Valeria è molto fastidioso e sembra che i suoi difetti non vengano volutamente affrontati o risolti dal protagonista. La ragazza bionda invece cerca nel dialogo con il protagonista di esorcizzare la propria paura di volare, rendendosi molto più simpatica al lettore. Segnala il commento

Large ea21f666 ad06 4f66 9dc1 8399176a7da4.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

doktor ha votato il racconto

Scrittore

è un'esperienza straordinaria: non ho mai letto nulla di simile. E grazie per il link, non sia mai questa meraviglia sparisca.Segnala il commento

Large default

Ettore M. ha votato il racconto

Esordiente
Large 20190901 154005.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Il Verte ha votato il racconto

Scrittore

Ho notato che hai sempre un numero molto elevato di visualizzazioni. Del resto il mondo disprezza, ma è sempre molto curioso, e spesso si imbarazza, ma guarda, oppure osserva, di nascosto. Come chi, quando ancora esistevano i film a noleggio, affittatava un porno per fare serata, così, arrossendo di mille scuse senza farsi notare. Ma in realtà l'occhio di bue era ben acceso e puntato sul palcoSegnala il commento

Large img 20211006 081248 654.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore

qui Diego mi sembra uno serio e di poche parole, uno che ama il suo lavoro e anche la sua famiglia. però l'amore si perde un po', perché si intravedono un mucchio di incomprensioni, lui e Valeria non sono per niente in sintonia. non capisco bene il personaggio femminile, e non mi sta simpatico. (commento alla parte successiva: non ce lo vedo molto Diego che fa l'occhiolino, ma magari è più disinvolto di quel che credo; e poi la parte sul settimo comandamento, ecco lì sembra prendere una decisione che però poi viene messa in discussione per tutto il resto del volo, e lui non sembra più un tipo molto fermo, ma forse non lo è, e poi mi sembra una riflessione prematura che carica di importanza il personaggio femminile, oppure è la prima volta che pensa seriamente alla possibilità del tradimento...)Segnala il commento

Large 54039c1a 4171 42af 944a d20052ca79b6.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Imago ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore

Mi incuriosisce di più il modo di proporlo tramite il link in allegato. Sintetico, equidistante dai sentimenti espressi, come se fosse epurato da tutto ciò che dimostra una eccedenza di umanità. Il cinema di kubrick mi ha sempre affascinato per gli stessi motivi...Segnala il commento

Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Bruno Gais ha votato il racconto

Esordiente

Finalmente si legge qualcosa di tuo. Ricco di dettagli l'ambiente, ma è una descrizione fredda, non trasuda sangue, non trasuda rabbia, non trasuda niente di più che l'esattezza delle circostanze. Preferisco il Fabiani dei commenti, quello che prende a cazzotti e ci mostra nella sua rabbia le sfumature di un'anima dolce. Ma qui non compare né una cosa né l'altra, e un racconto può essere scritto bene, essere vera narrativa ( e non sta me giudicare perché non ne sono capace), però se non ha l'anima tutte queste cose passano in secondo piano. Io mi aspetto molto di più da te, scuotimi quando leggo i tuoi racconti, così come mi scuoti quando leggo i tuoi commenti, brief normally, in positivo s'intende. Un saluto dal circolo degli eroi.Segnala il commento

Large 54576c60 6937 4f4a b9ac f11c7085dec1.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Emidia ha votato il racconto

Esordiente

È preciso visualmente come un telefilm. Non mi trasmette emozioni però. Di quest’uomo sappiamo che ama la moglie dal modo in cui è salvata su wattsapp? Eppure la figura della bionda passeggera per me è il dato rilevante della descrizione. Troppi dettagli nasino brillantino caschetto scuotimento attività di viaggio. Comunque ripeto non mi empatizza. Sembra come rimanere emotivamente in superficie. Lèggerò il resto. Grazie! Ps. Anzi forse è voluto. Forse è un capolavoro di realismo, forse le persone normali e di successo sono così. E quindi a meno che uno non debba mettere nero su bianco gli anfratti della nevrosi, dei quali non si può mostrare nulla in modo semplice, l’unico resoconto narrativo possibile è il tuo. Eppure c’è stato Musil, eppure c’è stato Kafka. Erano altri tempi però. Ariciao. Segnala il commento

Aoh14gjaydde0xx0klmdn8xav1mkmg25dbcq0nyke6jl=s50?sz=200

di Signor Fabiani

Esordiente
Editor
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work